Sparatoria in base marines nel Tennessee: cinque morti

Quattro militari sono rimasti uccisi nella sparatoria a Chattanooga in Tennessee dopo che un uomo ha aperto il fuoco contro due strutture militari

Quattro marines sono rimasti uccisi in una sparatoria a Chattanooga in Tennessee dopo che un uomo ha aperto il fuoco contro due strutture militari. Lo riferisce la Cnn che parla anche di tre feriti. Nella sparatoria è morto anche l’aggressore. Sarebbe stato armato di un fucile, secondo testimoni, l’uomo che avrebbe aperto il fuoco presso un centro militare. Stando ad una delle testimonianze l’uomo sarebbe comparso nel parcheggio del centro poco prima delle 11 ora locale e avrebbe cominciato a sparare. "Stiamo trattando la vicenda come un atto di terrorismo interno", ha detto il procuratore Bill Killian. E ha aggiunto: "Stiamo ancora indagando per capire se si tratta di terrorismo interno, di crimine, e quale crimine, o della combinazione dei due", ha detto. Anche se, dopo alcune ore, fonti investigative descrivono il ragazzo come "affascinato dall'Is". Il killer che ha ucciso i 4 marines sarebbe un cittadino americano originario del Kuwait. Lo riferisce la Nbc citando fonti investigative. L’uomo sarebbe stato identificato in Mohammed Youssef Abdulazeez, 24 anni.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è stato informato della sparatoria mentre era a visitare un penitenziario federale, in Oklahoma, nell’ambito dei suoi sforzi per promuovere una riforma della giustizia penale.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 16/07/2015 - 22:59

Della serie: DEGLI AMICI MI GUARDI IDDIO CHE AI NEMICI CI PENSO IO.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 16/07/2015 - 23:09

Cittadino statunitense ... ma de che????

yurida

Gio, 16/07/2015 - 23:28

L'FBI:"possibile attacco terroristico".... il nome del presunto attentatore avrà messo gli esperti sulla pista giusta! Hanno fiuto i federali....

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 16/07/2015 - 23:31

Non si tratta di un possibile attacco terroristico MA DI UN SENZA DUBBIO ATTACCO TERRORISTICO DELL'ENNESIMO ISLAMICO ROBOTIZZATO DAL CORANO.

thelonesomewolf97

Ven, 17/07/2015 - 00:11

Se fosse successo in Italia e per sbaglio avessero ucciso l'assassino,le cose sarebbero andate diversamente.Prima di tutto si sarebbero riversate in strada tutte le sigle rosse, rosate e forse anche arancioni. Avrebbero sfilato chiamando assassini quei militari e vittima innocente il delinquente. Poi, in parlamento avrebbero fatto mozioni e interrogazioni in tutta l'ala sinistra. Berlusconi sarebbe stato indiziato nuovamente perché autore di ideologie non umane, non cattoliche e contrarie al "volemose bene" ...nonostante ve lo mettemo in quel posto. Zitti e quieti tutti. Condannati quei militari e un ennesima figura di mmxxda davanti al mondo.

levy

Ven, 17/07/2015 - 00:14

I marines presenti in quel centro, grazie ad Obama, non erano autorizzati a portare armi, se non fosse stato così, Mohammed Abdulazeez ci avrebbe pensato prima di entrare.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 17/07/2015 - 01:17

Gli americano a fosza di strusciarsi contro gli islamici ottengono il risultato che si è visto. Piuttosto stiano attenti all'islamico peggiore di tutti, il loro Presidente Obama. Dal suo posto di potere questo è capace di fare ben più danni. Già molti ne ha fatti ma adesso sta tentando di scatenare una bella guerra mondiale andando a infastidire a casa loro i russi. Stiano con gli occhi aperti gli americani, non si facciano infinocchiare da questo pazzo e se ne liberino al più presto, sia lui che il partito che l'ha sostenuto.

claudio63

Ven, 17/07/2015 - 01:25

Palermitano, Omar el Mukhtar, dove siete??? forza, su, spiegateci la VERA STORIA di questa vicenda... a proposito non citate Al Jazeera che ha gia' confermato nome e cognome dell'assassino... oppure neanche Al Jazzera e' ammissibile come fonte obbiettiva??

ESILIATO

Ven, 17/07/2015 - 01:42

Sto guardando obama che si sta giustificando per la strage con il popolo americano raccontando bugie in continuazione. Siamo in questa situazione per colpa sua e la cosa si sta aggravando ora che ha raggiunto ma non ancora siglato l'accordo con l'Iran che potra avere accesso ai fondi che sono bloccati per comprare ulteriori armamenti. Oggi e' andato a visitare una prigione in Oklahoma, peccato che non lo abbiano rinchiuso e buttato la chiave.

ESILIATO

Ven, 17/07/2015 - 05:40

Questi sono i risultati della politica portata avanti dal nostro "premio nobel della pace". Ora viene fuori che il padre era sotto sorveglianza nella lista dei potenziali terroristi di Isis ma qualche magistrato aveva dato l'ordine di toglierlo da tale lista........ Inoltre con la disfatta di Vienna ora l'Iran potra avere accesso ai soldi che erano stati congelati nelle banche e quindi rifornirsi di nuove armi. Non solo non vi e liberta di ispezioni a sorpresa ma il "PIRLA" non sa o non vuole sapere che gli iraniani sviluppano il nucleare nella Korea del North dove sono ancora in attivita tutti gli scienziati tedeschi che vi migrarono alla caduta del muro. Gli usa nuova strategia di negozziazione ..."aspetta che mi calo le braghe e poi parliamo pure"...

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 17/07/2015 - 06:58

Bisogna prendere atto che nella maggioranza dei casi dai vari Mohammed Youssef o Mustafa che dir si voglia c'è da aspettarsi poco di buono, loro il corano, l'islam e il jihad c'è l'hanno nel DNA.

Linucs

Ven, 17/07/2015 - 07:09

Fate entrare altra gente piena di sabbia, mi raccomando.

titina

Ven, 17/07/2015 - 07:57

"affascinato". Diciamo che aveva qualche problemino e pensava di sentirsi importante, a suo modo, ma è solo un delinquente

Raoul Pontalti

Ven, 17/07/2015 - 09:53

L'arte di allevare le serpi in seno...Kuwaitiani, povere vittime di Saddam...subito qui negli USA e pronta la cittadinanza. Ceceni, povere vittime dei Russi, anche voi qui in esilio dorato e se poi mettete bombe alla maratona, pazienza, l'America è grande e generosa. Per contro è da rilevare che il jihad fuori sede è proprio come Ebola: viaggia in aereo e con passaporto occidentale....

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 17/07/2015 - 10:36

claudio63: ci sono, ci sono. C'è poco da commentare. Mohammed Youssef Abdulazeez ha sparato contro dei militari e non contro dei civili. Un militare é addestrato ad ammazzare e deve mettere in conto di essere ammazzato. E i marines hanno ammazzato milioni di islamici nei loro paesi. Ora vi fa senso che pochi marines vengano ammazzati nel loro paese? Se non si fossero mai arruolati nessuno avrebbe torto loro un capello. Chi va in giro per il mondo a disseminarlo di cadaveri deve mettere in conto ritorsioni di questo tipo.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 17/07/2015 - 10:39

Quanto hai ragione Pontalti! Ma poi Salvini che dovrebbe fare?

geronimo1

Ven, 17/07/2015 - 11:48

Mohammed Youssef Abdulazeez il nome!!!!!!! "Probabile attacco terroristico" le deduzioni dei federali che investigano!!!!! ELEMENTARE WATSON!!!! Ma ci sono proprio dei geni negli USA: non penso che in futuro andrete molto distante!!!!!

claudio63

Ven, 17/07/2015 - 15:58

QUESTO GIOVANE SIMPATIZZANTE HA SPARATO CONTRO DEI MILITARI E QUINDI NON E' UN AZIONE TERRORISTICA, MA UN AZIONE DI GUERRA. ma quanto sei bravo nel trovare giustificazioni sempre e comunque.Come chi viene violentata, se non portava la minigonna mica succedeva niente...penosi e vigliacchi.Solo bravi a sparacchiare a caso o buttare bombe, sia chiaro sempre in nome di Dio che diamine!!