Sparatoria in centro a Vienna, un morto. Caccia all'uomo

Un uomo ha esploso diversi colpi d'arma da fuoco all'interno di un ristorante nel centro di Vienna. Panico per le strade

Caccia all'uomo nel centro di Vienna dopo una sparatoria che si è verificata davanti a un ristorante, nel quartiere di Lugeck. Un morto ed una persona rimasta ferite, secondo quanto riporta il quotidiano Kurier. I colpi d'arma da fuoco si sono uditi intorno alle 13.30. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni un uomo ha esploso diversi colpi d'arma da fuoco. Subito è iniziato un fuggi-fuggi per strada, con scene di vero e proprio panico.

La polizia lo ha definito un attacco "mirato" e proprio per questo ha escluso la pista del terrorismo. "Non è un atto di terrorismo, dovrebbe essere un crimine mirato", scrive la popolizia austriaca sui social.

Intanto continua la caccia all'uomo. Subito dopo gli spari, infatti, gli agenti sono arrivati sul posto con diverse pattuglie e alcuni elicotteri per cercare di individuare e catturare l'uomo che ha sparato. Le forze dell'ordine, con mitragliatrici e giubbotti antiproiettili, hanno letteralmente sigillato l'area. Secondo una prima ricostruzione i colpi sparati sono stati cinque, alcuni dei quali hanno raggiunto due persone alla testa.

Commenti

baronemanfredri...

Ven, 21/12/2018 - 14:37

STATE A VEDERE CHE ORA DARANNO LA COLPA ALLE LEGGI ANTI INVASIONI DI VIENNA

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 21/12/2018 - 14:48

Gli sono partiti dei colpi per errore.

semelor

Ven, 21/12/2018 - 14:49

Ormai diventa sempre più irrisolvibile la presenza ribelle dei gruppi mussulmani sparsi ovunque in Europa. È difficile immaginare che non si arriverà a ricorrere alla forza. È sempre stato impossibile giungere a degli accordi con chi è religiosamente convinto che sia suo dovere appropriarsi delle terre degli infedeli e combattere chiunque non sia mussulmano!

andy15

Ven, 21/12/2018 - 14:50

Premesso che non si sa ancora nulla dei responsabili, Vienna di certo non ha leggi anti-invasioni, anzi, il governo locale, costituito da rossi e verdi, e' da sempre favorevole all'accoglienza incondizionata.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 21/12/2018 - 14:52

...il solito "soldato" dell'ISIS?

barnaby

Ven, 21/12/2018 - 14:54

Manderanno ad indagare Moritz Eisner e Bibi Fellner poliziotti dal volto umano e senza pistole.

Guido123

Ven, 21/12/2018 - 14:54

ma và là, va al bar!

ClioBer

Ven, 21/12/2018 - 14:57

Se ha sparato alla testa dei passanti, senza alcuna ragione, probabile si tratti di una delle tante risorse, che ha voluto emulare Cherif Chekatt, per dimostrarci quanto possono essere utili alle nostre comunità.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 21/12/2018 - 15:09

Direi di non esagerare con l’enfatizzare ogni sparatoria che capita in Europa. Tra rapinatori, ladri, regolamenti di conti tra criminali, scontro a fuoco tra poliziotti e criminali ‘comuni’, un marito geloso che spara alla moglie e all’amante di quest’ultima, vicini di casa che si detestano, un diverbio tra automobilisti, una qualsiasi discussione che degenera, senza dimenticare lo sparare per puro divertimento o scherzo, insomma, di ragioni per sparare in Europa, come nel resto del mondo, ce ne sono tante. A fortiori quando ci si trova nell’Era Nefasta. Ma ci sono quelli che vogliono enfatizzare e far credere che la ragione delle sparatorie è sempre e solo una: i terroristi islamici che si troverebbero dappertutto. Anche sotto il letto di ognuno.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 21/12/2018 - 15:13

ma nooo credeva di avere la zampogna per suonare gli inni al Natale..

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Ven, 21/12/2018 - 15:14

le ultime news parlano di due uomini vestiti con abiti scuri e a volto scoperto, la polizia viennese esclude la pista del terrorismo, si parla di criminalità... e questa sarebbe una rarità visti gli ultimi eventi, per una volta ci sono morti non legati alle risorse.

routier

Ven, 21/12/2018 - 15:29

E' presto per muovere accuse a chicchessia, tuttavia è bene ricordare che l'islam radicale ha promesso sfracelli in Europa durante il periodo natalizio.

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 21/12/2018 - 16:23

Una proposta. Dare il permesso a tutti coloro che hanno un porto d'armi regolare e che magari abbiano prestato servizio militare, di girare armati in determinati periodi dell'anno e durante periodi di provato rischio terroristico. Spesso ripenso al massacro del Bataclan, se ci fossero state alcune persone armate, si sarebbero potute salvare diverse vite.