Spia, Austria in controtendenza: niente misure contro la Russia

L'Austria non fa parte dell'Alleanza Atlantica e si è opposta alle misure contro Mosca

È una scelta in controtendenza quella che arriva da Vienna, che ha deciso di non unirsi ai Paesi europei che oggi hanno annunciato misure contro Mosca, cacciando dal territorio nazionale alcuni dei diplomatici russi presenti. Al numero di Paesi che si sono mossi nell'ultimo capitolo della crisi nata con l'avvelenamento dell'ex spia del Kgp Serghei Skripal e della figlia Yulia, si è unita anche l'Italia, ma non l'Austria.

"Sosteniamo la decisione di richiamare l’ambasciatore dell’Unione europea, ma non prenderemo alcuna misure a a livello nazionale", hanno comunicato in una dichiarazione congiunta il cancelliere Sebastian Kurz e il ministro degli Esteri Karin Kneissl.

Le autorità hanno aggiunto di voler "mantenere aperti i canali di comunicazione verso la Russia", partendo dal presupposto che l'Austria è "un Paese neutrale e si considera un costruttore di ponti tra Oriente e Occidente". Intanto la Russia ha già annunciato misure di reciprocità.

Secondo calcoli dell'Afp saranno in tutto trenta i diplomatici che dovranno lasciare i Paesi europei, ma di questi non fa parte l'Austria, che pur essendo membro dell'Unione Europea non è però tra le nazioni che costituiscono la Nato. Tra gli alleati anche la Turchia, da tempo vicina a Putin, ha annunciato di non avere in programma alcun tipo di misura contro la Russia.

Commenti

Demy

Lun, 26/03/2018 - 23:24

In mancanza di prove documentali ( mai esibite), l'Austria fa benissimo a dissociarsi da questa scellerata e criminale decisione imposta da May Poppins.

Divoll

Lun, 26/03/2018 - 23:59

Perfino la piccola Austria ha piu' savoir faire delle ombre italiche che, a governo finito, ancora firmano vergognosi documenti antirussi, basandosi su zero prove.

mila

Mar, 27/03/2018 - 08:51

Purtroppo l'Impero Asburgico, che comprendeva il Lombardoveneto, non c'e' piu'

Yossi0

Mar, 27/03/2018 - 09:47

Mentre si accusa Putin, senza prova alcuna, mi ricorda le armi di distruzione di massa di saddam o la guerra in Libia, la “ grande Europa “ sta a cuccia verso erdogan che massacra chi gli è contro; e noi ? avanti imperterriti seguendo gli interessi altrui. Grande Austria !!!

rokko

Mar, 27/03/2018 - 12:08

Yossi0 e Demy, non credo che gli inglesi possano aver formulato accuse così gravi senza essere assolutamente certi, quindi probabilmente le prove esistono. Voi del resto, cosa ne sapete ?