Vietato uno spot Miu Miu: "Bimba come oggetto sessuale" Ma la modella ha 22 anni

La casa di moda nella bufera per aver usato una testimonial dai tratti infantili. E, nonostante la maggiore età della ragazza, l'hanno costretta a ritirarlo

Accusata di aver "trasformato una bambina in un oggetto sessuale", la Miu Miu, la grande casa di moda del gruppo Prada, è stata costretta a ritirare uno spot che aveva come protagonista una modella dai tratti ancora infantili. Eppure Mia Goth ha 22 anni.

L'Advertising Standards Authority (ASA), l'autorità inglese che monitora le pubblicità, è stata irremovibile e ha giudicato la campagna pubblicitaria offensiva.

Lo spot è stato anche difeso dall'edizione inglese di Vogue, che ha definito la pubblicità "sofisticata" e diretta ad un pubblico educato ad apprezzare la fotografia e le grandi modelle. E l'azienda si è giustificata, spiegando che non c'era alcuna intenzione di far passare un messaggio sessuale.

"Abbiamo invitato Prada a non realizzare in futuro pubblicità inappropriate", ha fatto sapere l'ASA, che già nel 2011 aveva vietato un altro spot di Prada, con l'attrice quattordicenne Hailee Steinfeld, accusato di mostrare i giovani in situazioni pericolose.

Commenti
Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 06/05/2015 - 19:14

Ma sì, cominciamo a preparare il terreno per rendere normale la pedofilia.

Anonimo (non verificato)