Stati Uniti, due morti all'università UCLA a Los Angeles

Secondo la polizia è stato un omicidio-suicidio. Due i corpi senza vita

Sono due i morti alla Ucla (University of California Los Angeles), dove una sparatoria è in atto nella Boelter Hall, edificio scientifico dell'ateneo.

A dare la notizia è la Cbs, che cita fonti della polizia e dell'ateneo, spiegando che l'intero campus è stato messo in isolamento. Le forze dell'ordine sono attive e secondo il profilo twitter ufficiale della polizia la situazione non si sarebbe ancora conclusa.

Confermata dalla polizia la presenza di due vittime nella sparatoria, iniziata intorno alle 10 ora locale. Le autorità dell'ateneo hanno chiesto agli studenti di rimanere in luoghi sicuri, in attesa di maggiori informazioni.

Circa 43mila persone frequentano il campus californiano, tra i più importanti al mondo e il secondo più antico degli Stati Uniti, dopo quello di Berkley. Ottomila persone vivono all'interno del campus.

Le forze dell'ordine sono al momento convinte che la sparatoria sia stato un omicidio-suicidio. I due corpi, entrambi di uomini, sono stati trovati in un ufficio della facoltà di Ingegneria.

Commenti
Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 02/06/2016 - 07:51

Armi da fuoco alla UCLA? Ma com'è possibile...era stata dichiarata "gun-free zone"...