Gli Stati Uniti hanno tolto Cuba dall'elenco degli Stati canaglia

La mossa era già stata annunciata ad aprile. I due Paesi si avvicinano a normali relazioni diplomatiche

L'annuncio era già arrivato ad aprile, uno dei passi per riavvicinare Stati Uniti e Cuba dopo anni di gelo tra i due Paesi. Oggi, ufficialmente, Barack Obama ha cancellato l'Avana dall'elenco degli Stati che sponsorizzano il terrorismo, rendendo più facile la ripresa di normali rapporti diplomatici.

A 45 giorni dalla decisione di togliere Cuba dall'elenco degli Stati canaglia, nessuno al Congresso si è opposto e dunque per il Paese caraibico si aprono una serie di nuove possibilità, compresa quella di aprire un'ambasciata negli Stati Uniti. Lo stesso dovrebbe fare a breve anche Washington, che però finora non ha compiuto molti passi in avanti in questo senso.

Nella lista degli Stati che sostengono il terrorismo Cuba c'era dal marzo del 1982. Ora che l'isola caraibica è stata depennata, restano soltanto Iran, Sudan e Siria, inseriti rispettivamente nel 1984, nel 1993 e nel 1979.

Commenti

Massimo Bocci

Ven, 29/05/2015 - 19:00

Dopo la cancellazione dei Cubani (dalle canaglie comuniste), a subito iscritto e di proprio pugno al loro posto gli USA, sia per diritto acquisito, sia per meriti sul campo (di canaglia speciale anti Occidentali) per meriti personali e sopratutto padronali (i suoi padroni), nessuno era mai riuscito a degradare tanto democrazia occidentale e gli USA, ha cui ci vorranno lustri e schiere di veri democratici (speriamo repubblicani) per cancella questa ONTA prodotta da un servo.... criminale.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Sab, 30/05/2015 - 09:20

IO PENSO SIA AL CONTRARIO , CUBA DOVREBBE NON CANCELLARE LA USA COME PAESE CANAGLIA E DI GUERRAFONDAI