Dopo la strage a Idlib, sulla Siria l'Onu si divide di nuovo

Oggi nuovi raid vicino alla zona già colpita. Guterres: "Continue violazioni"

È all'indomani dell'ennesima strage in Siria, che ha lasciato senza vita 70 persone in un attacco con armi chimiche nella zona di Idlib, ancora nelle mani dei ribelli islamisti vicini ad al-Qaida, che il Consiglio di sicurezza dell'Onu torna a riunirsi, per discutere di una guerra che va avanti dal 2011.

"Il diritto umanitario internazionale continua a essere violato con frequenza", dice il segretario generale Antonio Guterres, arrivato a Bruxelles per la conferenza sulla Siria, all'indomani dell'attacco a Khan Shaykhun. "Ho fiducia nel fatto - ha detto - che il Consiglio di sicurezza sarà all'altezza delle sue responsabilità".

Già prevista, la riunione delle Nazioni Unite è stata anticipata dopo i fatti avvenuti ieri. Intanto nuovi raid sono stati lanciati sulla regione. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani "caccia hanno effettuato mercoledì mattina almeno cinque " nuovi attacchi vicino all'area colpita ieri. Per ora non si hanno notizie di ulteriori vittime.

Una condanna unanime. Questo vogliono America, Regno Unito e Francia, che hanno presentato in Consiglio una mozione e chiesto "una urgente ed approfondita indagine" su quanto successo a Khan Shaykhun. "Non penso che nessuno possa, ragionevolmente e verosimilmente, opporsi", ha detto il segretario per gli Affari Esteri del Regno Unito Boris Johnson.

Un'opinione non condivisa da Mosca, che ritiene "inaccettabile" la mozione e che questa mattina ha proposto la sua versione dei fatti, secondo cui un arsenale chimico dei ribelli sarebbe stato colpito accidentalmente dall'esercito siriano.

Il presidente François Hollande è inflessibile: "Gli alleati di Assad "dovranno risponderne. Anche chi è compiacente deve rendersi conto. Parlo prima dei complici. Di chi interviene in Siria e permette che gli aerei di Assad possano lanciare bombe a gas". Hollande allude indirettamente a Russia e Iran, che danno appoggio militare al regime di Damasco.

L'ambasciatore francese all'Onu, François Delattre, al Palazzo di vetro ha insistito sul fatto che la Russia, come garante della tregua stabilita in Siria a dicembre scorso e in quanto membro permanente del Consiglio di sicurezza Onu, "ha una responsabilità particolare che oggi deve assumersi". "L'inazione non è un'opzione", ha detto il rappresentante francese, affermando che il veto di Russia e Cina posto a gennaio scorso a un'altra risoluzione che provava a imporre sanzioni al regime siriano per l'uso di armi chimiche ha lanciato un messaggio di "impunità". Sulla stessa linea Matthew John Rycroft, rappresentante del Regno Unito, che ha assicurato che ieri a Khan Sheikhoun si sono viste "le conseguenze di questi veti. Se la Russia vuole recuperare la sua credibilità, deve unirsi a noi per condannare questo attacco" e chiedere un'indagine.

L'Italia "sostiene la bozza di risoluzione" presentata da Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna per la condanna dell'attacco chimico di ieri in Siria. Lo ha detto, nel suo intervento al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, il rappresentante italiano al Palazzo di Vetro, ambasciatore Sebastiano Cardi, sottolineando come, "fintanto che nessuno sarà ritenuto responsabile per questi crimini di guerra e crimini contro l'umanità, resterà l'incentivo a continuare a perpetrarli". "Per questo - ha continuato - lottare contro l'impunità, identificare i responsabili e portarli davanti alla giustizia deve essere una priorità condivisa di questo Consiglio, una priorità che unisca e non che divida".

Commenti

DemyM

Mer, 05/04/2017 - 10:36

Nessuna analisi chimica e stata fatta sui resti delle bombe e delle vittime ma, ancora prima che la nuvola dell'esplosione di diratasse, vi erano i caschi bianchi sul posto e, come sempre, la denuncia dell'Osservatorio Siriano con sede in Inghilterra. Nessuno a prodotto prove certe, nemmeno gli USA che, con i loro mezzi tecnologici, riescono a vedre anche la targa di un veicolo dei terroristi mentre, questa volta, non hanno pubblicato i tracciati radar e/o immagini satellitari. La vittoria,prossima, contro l'Isis viene mal digerita da chi li ha finanziati,istruiti,foraggiati e "coperti".

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 05/04/2017 - 10:51

Si devono riunire per guardarsi in faccia i criminali che sono! I depositi dei ribelli antigovernativi siriani erano pieni di gas SARIN e sono stati colpiti .Ora questi falsi farisei del regime occidentale non solo devono dare spiegazioni perche· i ribelli da loro assistiti possedevano questi gas, ma non solo, in maniera criminale attaccano Assad e l Russia sapendo questo .SEPOLCRI IMBIANCATI

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 05/04/2017 - 10:51

quasi quasi anche uscire dall'ONU, a questo punto, potrebbe essere una buona idea

agiuliani

Mer, 05/04/2017 - 10:56

oramai tutti sanno che i caschi bianchi sono una fonte parziale e scorretta, che nulla dice delle stragi compiute dai "ribelli" (leggi terroristi tagliagole) .Nulla dice del fatto che i "ribelli" si fanno scudo dei civili e che non esitano ad ucciderli (anche in passato usarono il gas per poi incolpare Assad..ci sono le prove) per poi lasciare che i loro fiancheggiatori occidentali gridino allo scandalo. Fiancheggiatori che però non dicono nulla della guerra in Yemen, dove quotidianamente l'Arabia Saudita bombarda i civili..bambini morti di serie B, evidentemente.

Atlantico

Mer, 05/04/2017 - 10:57

C'erano dubbi su chi avrebbe avuto il coraggio di difendere l'assassino Assad ? La risposta è semplicissima: Putin. Tutto come, facilmente previsto. Dai tempi dell'Urss di Kruscev la Siria è 'figlioccia' dell'orso russo. Come diceva la nonna, "chi si somiglia si piglia".

Ritratto di Quasar

Quasar

Mer, 05/04/2017 - 11:42

Le armi chimiche erano in una fabbrica dei terroristi ribelli che e' stata bombardata, le belve umane si sono auto punite e l'ONU, Francia, UE di Mogherini la prendono nel didietro.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mer, 05/04/2017 - 14:13

Perché l'ONU non da mandato a Israele, Russia, Usa e GB per accoppare Dittatori? Purtroppo, abbiamo al Palazzo di Vetro oscurato di tragedie e di aderenti criminali che fece entrare persino Arafat con pistola, pu r sapendo che furono i primi terroristi Internazionali con attentati Jihad islamica palestinese così ipocritamente nel 1994, conferiscono a Leader Israeliani Shimon Peres e Yitzhak Rabin, premi Nobel per la Pace: eterna, come ad Obama e tanti Capi di Stati che possono far compiere raid micidiali con droni, senza un giusto processo? Tramp ha le palle per usare gli U.S. Navy Seals, le Forze Speciali della Marina degli Stati Uniti, di cui interno dispone una Squadra Specializzata chiamata "Seals Tram 6". Meglio Strunz..Fatevi ammazzare o nuclearizzare? Con ululate stupido con "Altolà Polizia?" Pur sapendo che i criminali sparano per uccidere? Come certe risoluzione ONU inaccettabil su Israele e Siria

glasnost

Mer, 05/04/2017 - 16:29

La cosa ha avuto TROPPO clamore e TROPPO presto. Ho la chiara sensazione che si tratti di una montatura organizzata ad hoc contro il solito Assam, nemico di Obama, Soros &CO. Si chiama fake news adesso no?

Italiano-

Mer, 05/04/2017 - 16:30

Preghiamo! ed insegnate la forza della preghiera anche ai bambini.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 05/04/2017 - 16:32

Speriamo solo che anche gli americani lo capiscano che Assad non avrebbe avuto alcun motivo per fare un'azione del genere, proprio nel momento in cui si deve guadagnare l'appoggio, o almeno la non ingerenza, degli Stati Uniti. Paolo Liguori lo ha spiegato molto bene oggi a "fatti e misfatti" su tgcom24: ci sono mille motivi per credere che tutto ciò sia opera dei fanatici islamici (i cosiddetti ribelli) e nessun per pensare che sia opera di Assad.

Ritratto di Sampras

Sampras

Mer, 05/04/2017 - 16:33

Armi non convenzionali su civili.

Keplero17

Mer, 05/04/2017 - 16:40

Ricordiamoci di come sia iniziata la seconda guerra in Iraq, sulla base delle armi chimiche poi risultate non più esistenti. Gli usa andarono all'onu con prove fotografiche. Nessuna arma fu trovata. Scusate, cu siamo sbagliati, ma per sicurezza meglio attaccare.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Mer, 05/04/2017 - 16:41

le solite interferenze politiche, che prolungano i conflitti e alimentano il terrorismo. ma si sa in siria c'è il petrolio, offre uno sbocco sul mediterraneo ed è sempre stata nell'orbita sovietica. forse pensavano, i signori onu, di risolverla come in libia ed iraq. chissà perché della nigeria, Eritrea, somalia ecc. non gliene frega nulla.

onurb

Mer, 05/04/2017 - 16:41

Dice bene agiuliani: i primi a non rispettare il diritto internazionale sono i ribelli che nascondono le armi, i posti di comando e gli stessi combattenti in mezzo alla popolazione e alle abitazioni civili. In questi casi il diritto internazionale consente di colpire questi obiettivi anche se essi sono dislocati in mezzo ai cittadini non combattenti.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 05/04/2017 - 16:43

Smentisco categoricamente. I ribelli sono "moderati". Al massimo avranno fatto delle "scoreggine" di protesta.

VittorioMar

Mer, 05/04/2017 - 16:45

...VERITA'!....BENE PUTIN !..SEMPRE DALLA PARTE DELLA VERITA'!!

@ollel63

Mer, 05/04/2017 - 16:46

si riuniscono per acquisire il lauto gettone ... ONU Organismo di Nessuna Utilità ... di puro interesse pecuniario

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 05/04/2017 - 16:52

Togliete di mezzo Assad invece di stare lí a chiacchierare ... Le vostre inutili chiacchiere non serviranno ad altro che a fortificare un tiranno.

DemyM

Mer, 05/04/2017 - 16:58

X Atlantico - Le stesse prove per le armi di distruzione di massa di Saddam Hussein? Powel docet. Un po di vergogna no?

ohibò44

Mer, 05/04/2017 - 17:01

Se la versione di Putin fosse quella vera dovrebbe essere lui il primo a volere un immediato sopralluogo. Anziché opporsi avrebbe dovuto chiedere una verifica nel più breve tempo possibile mettendo a disposizione i mezzi, anche politici, di cui dispone. Invece si oppone: se qualcuno vuol credergli padrone di farlo

Dani55

Mer, 05/04/2017 - 17:03

Ritengo tuttora molto probabile che le cose siano andate come dice il governo siriano ma ricordo anche che Putin non è legato ad Assad perché gli vuole bene, e se davvero il presidente siriano perseguisse la folle politica di ricorrere alle armi chimiche mettendo la Russia in una posizione insostenibile, questa non dovrebbe avere difficoltà a scaricare Assad e a mettere al potere qualcuno di suo gradimento che tuteli gli interessi strategici russi. Questo perché non siamo più ai tempi dell'URSS, e ormai anche il Cremlino ha capito da anni che in politica internazionale l'immagine conta non meno degli atti concreti. Non a caso i governi occidentali spendono miliardi di dollari per la propaganda e la disinformacija antirussa.

ohibò44

Mer, 05/04/2017 - 17:03

Usare il termine fake news è un mezzuccio da propaganda di terz’ordine: toglie ogni autorevolezza alla testata

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 05/04/2017 - 17:12

@DemyM Lo lasci perdere; vergogna quel signore? persa e forse mai avuta

georgi

Mer, 05/04/2017 - 17:26

perche assad dovrebbe usare il gas chimico ? quando ha praticamente vinto la guerra!!? gli ipocriti del UE che chiedono pace e diritti umani, in realtà sono tra gli artefici del isis insieme agli USA e UK e paesi del golfo. un diretto intervento militare in siria da parte di usa-uk = guerra mondiale! meglio se lo fa un organizzazione armata. chi non ha capito ancora questo, allora gli è stato fatto il lavaggio del cervello. UE-USA-UK-PAESI DEL GOLFO = TERRORISMO

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 05/04/2017 - 17:27

----si vabbuò---intanto il tanto decantato trump che fa?--dorme su questo fronte?---sarà pure il commander in chief? -o non comanda una cippa?----e la posizione di erdogan?---quella più ambigua--erdogan si è schierato con l'onu affermando anche che trenta ambulanze son partite dai confini della turchia per andare a fare i primi soccorsi--erdogan sta con damasco oppure no?---è amico di putin oppure no?----la verità è che tutti ma proprio tutti dovrebbero ritornare a casa e lasciare che l'esercito di assad ormai se la sbrighi da solo---ci rispiarmeremmo anche qualche altro attentatino in europa---swag ganja---

DemyM

Mer, 05/04/2017 - 17:27

x ohibò44 - La Federazione Russa ha portato le prove dei fatti realmente accaduti. le da fastidio la verita? Un po di vergogna no?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 05/04/2017 - 17:35

RIPROVOOOO!!! Sapete chi è il "possente" Osservatorio Siriano dei diritti umani??? Il Sig Rami Abdul Rahman, un Siriano che si è AUTOESILIATO perche Non voleva stare a vivere sotto ASSAD, (cosi come ho fatto io quando alla PDC in Italia è "arrivato" un certo Dalema)che dalla sua casa di Coventry Inghilterra, posta contro chi sta governando il suo paese, come faccio anchio da qui contro FROTTOLO ed i suoi Kompagni. Quindi d'ora in avanti, mi AUTOPROCLAMO anch'io, l'OSSERVATORIO ITALIANO DEL DIRITTO DEGLI ITALIANI A NON ESSERE PIU S/GOVERNATI DAI KOMUNISTI CHE CI STANNO FACENDO INVADERE!!! AMEN PUBBLICHIAMO???

DemyM

Mer, 05/04/2017 - 17:35

X lettore57 - Sicuramente sconosciuta.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 05/04/2017 - 17:39

DemyM "vi erano" ahahaha poeta lo scoppio è avvenuto DI FRONTE alla sede dei caschi bianchi! babbeo senza gps!

DemyM

Mer, 05/04/2017 - 17:48

Analisi dalla foto postata. Il "portatore" della vittima senza mascherina; sulla destra due senza mascherina; sullo sfondo un'ambulanza semi-nascosta da un'altra auto. Come mai l'ambulaza, con i due "medici" vestiti di bianco non sono andati incontro al "portatore"?

Keplero17

Mer, 05/04/2017 - 17:56

Mi spiace, ma qui il petrolio c'entra pochissimo. Nel 2006 l'esercito israeliano è stato sconfitto per la prima volta da quando è nato nel sud del Libano grazie ad armi sofisticate di fabbricazione russa fornite proprio da Assad agli Hezbollah libanesi. Da allora ha perso ogni capacità di proiezione terrestre.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 05/04/2017 - 18:16

Hanno ragione i Russi: tutto preparato da tempo, solo per sputtanare Assad e il suo governo. Spero solo che gli americani non abbocchino a questa messa in scena.

gianrico45

Mer, 05/04/2017 - 18:38

Hitler quando non si ha nulla da dire, è sempre sfruttabile.

pioneer

Gio, 06/04/2017 - 13:10

Partiamo da una premessa: Assad e' un dittatore morto di fame, e le lunghe guerre costano molto. Il gas e' un rimedio efficace ed economico, per questo lo usa. Assad, che rappresenta la minoranza sciita, considera la maggioranza sunnita come carne da macello. Se l'idillio di affari tra Putin e Trump avra' fine, si potra' sperare di far fuori questo macellaio insieme all' isis. La coalizione usa puo' sconfiggere l' isis come ha fatto in Libia ed Iraq.

pioneer

Gio, 06/04/2017 - 13:44

Assad usa il gas perche' e' un rimedio semplice ed economico per un dittatore morto di fame come lui, che non puo' permettersi una guerra lunga. Quindi e' volontario l' uso, non si tratta di errore. Come ha detto Trump, l'immagine del padre che stringe a se' e non vuole lasciare i due gemellini di nove mesi morti con il gas, tocca molto. E sono centinaia. La coalizione usa puo' sconfiggere l'isis come ha fatto in Iraq, e speriamo che l' asse di affaracci tra Putin e Trump si spezzi, in modo che la coalizione, con i curdi e le forze libere,possa sconfiggere l' isis e gli altri. Poi sarebbero i siriani a fare a pezzi Assad. Putin e' l' altro cancro insieme all' isis, purtroppo. I russi si stanno svegliando e protestano. Speriamo riescano a fare qualcosa.

gianrico45

Gio, 06/04/2017 - 14:46

Pioneer fatti una birra che è meglio.