Stx, controproposta di Parigi: "Negoziati in campo militare"

Il ministro dell'Economia francese: "Se l'Italia non accettasse le proposte di Parigi su Stx, la Francia cercherà altri partner benché non si auguri di dover fare questo passo"

Se l'Italia non accettasse le proposte di Parigi su Stx, la Francia cercherà altri partner benché non si auguri di dover fare questo passo. La minaccia arriva da Bruno Le Maire, ministro dell'Economia di Macron, parlando a "LeJournal du Dimanche" del suo incontro con Padoan e Calenda martedì. A Roma Le Maire porterà una proposta del presidente francese che lui definisce "un gesto di apertura" di Macron, e che spiega così: "Al momento si è partiti su una base di cooperazione nel settore dell'industria civile, la costruzione di navi da crociera, per sintetizzare. Ebbene, noi diciamo ai nostri amici italiani vediamo anche cosa possiamo fare nel settore della cooperazione militare, precisamente in quello delle unità di superficie, e costruiamo un grande campione dell'industria navale europee. Se non sono d'accordo resteremo nella situazione attuale e noi cercheremo altri partner. Ma non ce lo auguriamo affatto".

Il ministro non vuole parlare di nazionalizzazione di Stx perché ciò avviene "quando lo Stato assume stabilmente il controllo di un'attività economica nella convinzione che potrà esercitarla meglio di un attore privato. Credo invece che bisogna che i cantieri navali siano diretti da attori privati, con una partecipazione dello Stato ma con delle garanzie. Finchè non ci sono garanzie, non ci sarà accordo. La Francia difende i suoi interessi come fanno la Cina o gli Stati Uniti. E questo non è di destra né di sinistra, è gollismo".

Le Maire poi assicura: "Non si tratta di fare un braccio di ferro con qualcuno. Vogliamo darci del tempo per ripartire con i nostri amici italiani su buone basi. Il ruolo dello Stato non deve essere quello di gestire le imprese al posto degli imprenditori, ma di vigilare perchè non siano disperse capacità che possono ancora fruttare. Se domani un fondo rapace attaccasse una delle nostre imprese nazionali che dovrei fare? Finta di niente? Per mancanza di coraggio e di volontà politica, abbiamo ucciso la filiera dei pannelli solari europei lasciando entrare pannelli finanziati dalla Cina. Spiacente, ma mi rifiuto di continuare così".

La risposta dell'Italia è arrivata a stretto giro di posta. "La partita è troppo grossa e complicata. Di sicuro noi alle loro condizioni non ci stiamo. Come finirà? Se li riprendono...", ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda all'AGI a proposito di Fincantieri e della temporanea nazionalizzazione del polo Tsx a Saint Nazaire.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Dom, 30/07/2017 - 16:09

E bruxelles su questa nazionalizzazione non ha nulla da ridire!

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Dom, 30/07/2017 - 16:52

Il giullare di turno Juncker cosa ha da dire al riguardo? E Tajani, ancora impegnato con gli emigranti?

agosvac

Dom, 30/07/2017 - 17:35

Se non ricordo male STX era già in mano ai coreani del Sud. E' un'azienda in quasi fallimento! Forse, in fondo, i francesi ci fanno un favore tenendosela. C'è da dire che con una gestione oculata da parte di Fincantieri ,forse, si sarebbe potuta salvare.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 30/07/2017 - 18:16

Questi sanno di parlare ai nostri pecoroni!!!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 30/07/2017 - 19:36

siamo già al ricatto a quando la minaccia militare?

lorenzo3m6n

Dom, 30/07/2017 - 19:51

Dopo le dimostrazioni di facciata sono pronto a scommettere che i nostri governanti senza attributi cederanno. L'orgoglio nazionale già è quasi inesistente nella popolazione ma nei politici scompare del tutto. Caleranno le braghe come hanno sempre fatto. Meno CRAXI

Aprigliocchi

Dom, 30/07/2017 - 20:27

I francesi sono pericolosi per l'Italia .

elpaso21

Dom, 30/07/2017 - 22:26

Non devono cercare altri patners perchè sono buoni.

Demy

Lun, 31/07/2017 - 06:30

La credibilità politica e commerciale dei francesi è direttamente proporzionale alla temperatura invernale in Siberia, sotto lo zero. Mi ricordo della telenovela relativa alle due navi classe Mistral che dovevano consegnare alla Federazione Russa ma che, per ordine dell'abbronzato, non hanno rispettato il contratto in essere. Stessa cosa,adesso, per i cantieri navali.Reciprocità commerciale no? Perche non fare la stessa cosa con le banche, telecom ect....che i francesi hanno "comprato" in italidiota?

Jon

Lun, 31/07/2017 - 07:38

Fondo Rapace ??? Allora parliamo di Telecom, in cui l'Italia detiene l' 1,3 % e Bollore' il 23%... Via i Francesi...a casa!!!

seccatissimo

Lun, 31/07/2017 - 07:57

Il caso dei cantieri STX / Fincantieri mi risulta essere una storia molto strana ! Secondo me la Fincantieri rispettivamente le autorità italiane non ce la raccontano del tutto giusta !

Marcello.508

Lun, 31/07/2017 - 09:04

Toh, adesso cambiano strategia: per il gatto di Amiens e la Volpe di Amburgo il problema diventa europeo ma la nazionalizzazione l'ha fatta lo stesso il pupillo di Jaques Attali. Per di più temporanea che sa tanto di presa per i fondelli. E Calenda è sceso al 51%. Vomito, solo vomito!