Sud Sudan, aereo precipita nel lago: 17 morti. A bordo un italiano

Decollato dall'aeroporto di Juba international, il velivolo era diretto a Yirol. Sarebbero almeno 17 le vittime. Salvo il medico italiano che si trovava a bordo

Un aereo con a bordo 19 passeggeri si è schiantato in un lago nel centro del Sud Sudan. Secondo le prime indiscrezioni, sarebbero almeno 17 le persone morte. È sopravvissuto all'incidente il medico italiano di una Ong che era a bordo. L'uomo sarà portato nella capitale sudsudanese e da lì probabilmente a Nairobi o Kampala.

Non si conoscono nel dettaglio le condizioni dell'italiano ma l'ambasciata italiana ad Addis Abeba, competente per il Sud Sudan, unitamente all'Unità di Crisi della Farnesina, si è subito attivata.

Decollato dall'aeroporto di Juba international, il velivolo era diretto a Yirol. L'emittente radiofonica dell'Onu, Radio Miraya, ha pubblicato un'immagine sul proprio account Twitter del relitto immerso nell'acqua. Citando le autorità locali, in particolare il ministro dell'Informazione regionale per lo Stato dei Grandi laghi orientali, Taban Abel Aguek, la radio ha reso noto che gli altri due unici sopravvissuti sono il pilota e un bambino. Tra i morti, il vescovo anglicano di Yirol, Simon Adut.

Le cause

Il ministro ha dichiarato che la scarsa visibilità potrebbe essere una delle cause della tragedia:"Stamattina il tempo era nebbioso. I pescatori sono stati i primi ad arrivare sulla scena per recuperare i corpi dalle macerie".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 09/09/2018 - 15:20

ma i cocodrilli non ce ne erano?

Ritratto di RedNet

RedNet

Dom, 09/09/2018 - 18:59

Dio Provede, a salvare i giusti.