Svizzera, bimbe musulmane obbligate a nuotare coi maschi

La Corte europea dei diritti umani ha approvato la decisione della Svizzera di sanzionare i genitori musulmani che impedivano alle figlie di fare lezioni di nuoto con i coetanei maschi

In Svizzera le ragazzine musulmane dovranno nuotare nella stessa piscina dei propri coetanei maschi, a prescindere dalle convizioni religiose della famiglia di appartenenza.

Lo ha deciso una sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'uomo, con cui non si è condannata la decisione delle autorità della città svizzera di Basilea di punire con una multa di 1400 franchi una coppia di genitori islamici che avevano costretto le loro figlie a non partecipare alle lezioni di nuoto - obbligatorie per la scuola elementare frequentate dalle bimbe - perché i corsi sportivi erano impartiti insieme a maschi e femmine.

I giudici della Corte, nelle motivazioni della sentenza, spiegano che la decisione delle autorità elvetiche rappresenta sì un'interferenza nella libertà religiosa ed educativa della famiglia, ma non ne costituisce una violazione. Pertanto la sanzione elevata contro i genitori delle bambine è da considerarsi legittima. Il ricorso presentato dalla coppia di Basilea è stato quindi respinto.

Non si tratta dell'unico caso del genere registrato in Svizzera. A luglio dello scorso anno a due ragazzine islamiche di 12 e 14 anni era stata negata la nazionalità elvetica dopo che si erano rifiutate di prender parte alle lezioni di nuoto a scuola. Le due si erano inoltre rifiutate di stringere la mano al professore che doveva accompagnarle: comportamenti che hanno comportato la severa punizione dei giudici.

Commenti

MaxSelva

Mar, 10/01/2017 - 11:51

anche le donne europee dovrebbero non dare la mano agli islamici. Ma in questo caso sarebbe giustificato dal rischio di stupro

cgf

Mar, 10/01/2017 - 11:52

Avrebbero sempre potuto fermarsi in itaGlia, in alcune piscine ci sono orari solo ed esclusivamente per donne mussulmane, gli uomini non possono essere presenti in alcun modo, ovviamente questo non permette loro di andare in acqua se non vestite.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 10/01/2017 - 12:11

La Svizzera dovrebbe essere di esmpio e invece i pecoroni europei con in testa le sboldrine continuano a dare corda ai musulmani. Approvani il chador e quant'altro quando, la notizia é dei giorni scorsi, il Marocco ha addirittura istituito il divieto di vendere chador..... Noi invece stiamo a dicutere di "burkini" e altre facezie tanto ridicole quanto dannose.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 10/01/2017 - 12:11

"bimbe musulmane obbligate a nuotare coi maschi" E' una solenne "ingiustizia" consiglierei ai loro genitori di ritornare al lo paesello natio, patria delle libertà, tra cui dividere maschi da femmine se non sono familiari stretti!ACCHHH SOOOO!!!

agosvac

Mar, 10/01/2017 - 12:18

Il problema è sempre lo stesso: questi vengono in Europa a dettar legge non ad integrarsi con gli europei. La cosa strana è che ancora non siano stati espulsi per non avere accettato l'integrazione!!!

Una-mattina-mi-...

Mar, 10/01/2017 - 12:29

Giustissimo, si prenda esempio

steacanessa

Mar, 10/01/2017 - 12:49

Ma che titolo abbelinato! Forzate? I genitori sono andati in Svizzera per campare. Sapevano che le leggi occidentali sono diverse dalla loro barbarie, ma ci sono andati lo stesso. Forse perché convinti di poterle modificare ovunque. Per fortuna la Svizzera esiste.

little hawks

Mar, 10/01/2017 - 12:50

O si integrano accettando i principi delle nostre costituzioni o se ne devono andare via.

Ritratto di Civis

Civis

Mar, 10/01/2017 - 12:52

Il multiculturalismo è una dizione molto ambigua che nasconde quasi sempre circoli monoculturali chiusi. Hanno ragione gli svizzeri ancora una volta: chi viene in un Paese, si adegua alla civiltà di quel Paese. Punto. Quale è la civiltà italiana?

bobo55

Mar, 10/01/2017 - 13:18

Vedremo a febbraio 2017 con il referendum contro le facilitazioni per avere il passaporto svizzero anche per le terze generazioni...sarà un fulmine a ciel sereno...

lavieenrose

Mar, 10/01/2017 - 13:29

purtroppo queste notizie in Italia verranno svilite Peccato!!!! La dignità di un popolo non ha prezzo.

paolonardi

Mar, 10/01/2017 - 14:04

Finalmente una decisione razionale della Corte Europea dei Diritti dell'uomo. Questi immigrati vengono qui con la riserva mentale di non integrarsi assolutamente ai costumi dei paesi in cui risiedono. Nessuno a chiesto loro di venire; se non gradiscono quello che trovano tornino a casa loro, e' meglio per tutti; loro vivano nel medio evo piu' retrivo, noi nel progresso.

jenab

Mar, 10/01/2017 - 14:08

questo perchè in svizzera sono delle persone serie, non dei falsi buonisti!!! sarebbe ora di dire basta a queste idelogie inutili che qualcono spaccia per religione

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 10/01/2017 - 14:20

La storia che tutti sono costretti ad andare a scuola deve finire.

Pinozzo

Mar, 10/01/2017 - 14:20

bravi svizzeri

Blueray

Mar, 10/01/2017 - 14:57

O mangiar questa minestra o saltar dalla finestra. Giusto, bravi gli Svizzeri!

manfredog

Mar, 10/01/2017 - 15:13

La cosa può essere discutibile, per carità, ma se la figlia non ne soffre, a meno che non sia stata indotta a soffrirne (ma qui, poi, andiamo oltre), la cosa è da valutare positivamente, anche in nome dell'integrazione ma, soprattutto, non solo. mg.

cianciano

Mar, 10/01/2017 - 15:28

Una sentenza più logica e giusta di così !!! Chi non si vuol integrare è padronissimo ma fuori di qua, se ne torni da dove è venuto senza se e senza ma.

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 10/01/2017 - 15:50

Quando si parla di integrazione si fa un discorso a senso unico: l'immigrato DEVE adottare la COSTITUZIONE, le leggi, gli usi e costumi della nazione che li ospita. STOP non c'é nulla da aggiungere, questo é nazionalismo: la NAZIONE prima di tutto.

rasna

Mar, 10/01/2017 - 15:59

Finalmente ! Che sia di insegnamento in qualità di precedente per il nostro sistema giudiziario. Speriamo almeno....

lappola

Mar, 10/01/2017 - 16:03

Possono sempre comprare una piscina per conto loro per far nuotare le bambine; oppure possono sempre fare i bagagli e andarsene a casa loro dove sono liberi di fare come vogliono.

Scirocco

Mar, 10/01/2017 - 16:56

Tutti gli stati occidentali, tranne chiaramente l'Italia che ha perso totalmente la sua identità culturale, stanno prendendo provvedimenti restrittivi verso i musulmani in quanto sono ingombranti,fastidiosi e destabilizzanti. E' chiaro che negli stati come la Svizzera avranno vita dura e quindi alla lunga se ne andranno. Speriamo che qualche governante italiano prenda esempio e faccia lo stesso in Italia invece di permettere come in certi comuni la chiusura della piscina PUBBLICA ad una certa ora per far fare il ben poco igenico bagno alle islamiche vestite. Se vogliono fare il bagno vestite tornano da dove sono venute e se, disgraziatamente sono nate qui, se ne vanno lo stesso.

lambi65

Mar, 10/01/2017 - 16:59

Per noi bambine, per loro da sposare ecco perchè non vogliono promisquità!

27Adriano

Mar, 10/01/2017 - 17:01

Bravi Popolo svizzero. Siete bravi perchè siete seri, siete seri perchè non avete pagliacci comunisti come in Italia.

Opaline67

Mar, 10/01/2017 - 17:45

OTTIMA NOTIZIA- FINALMENTE QUALCUNO CHE NON SI FA METTERE I PIEDI IN TESTA DALL'ISLAM E IMPONE REGOLE DI CIVILTA'.

Keplero17

Mar, 10/01/2017 - 18:15

Se non gli va bene che vadano via dalla Svizzera.

Opaline67

Mar, 10/01/2017 - 19:30

FINALMENTE UN PAESE CON LE PALLE PER OBBLIGARE TUTTI A RISPETTARE USI E COSTUMI LOCALI !

Ritratto di Evam

Evam

Mar, 10/01/2017 - 20:09

Non si capisce perché si pretende che si integrino, se si integrano è perché mentono!

jeanlage

Mar, 10/01/2017 - 22:29

Non si preoccupino le bimbe. I maschi occidentali, non sono come quelli arabo-maomettani. Non stuprano le ragazzine appena possono. Alcuni, addirittura, le rispettano.

Arch_Stanton

Mar, 10/01/2017 - 23:21

Serve la libertà educativa, abolire il monopolio statale nel campo dell'istruzione, e scegliere la scuola adatta da finanziare e frequentare. Lo Stato usa la scuola per indottrinare ed educare in maniera uguale e comunista, no al monopolio statale.

umberto nordio

Mer, 11/01/2017 - 08:12

Fanno benissimo gli svizzeri a far prevalere i loro princpi sui pregiudizi islamici.Se non gli va bene ,gli ospiti, possono sempre tornarsene nei loro "civilissimi" paesi. Non comprendo il vostro tono di biasimo.

routier

Mer, 11/01/2017 - 08:56

Se non gli vanno bene le abitudini ed i costumi occidentali, se ne tornino da dove sono venuti. Nessuno li rimpiangerà. Anzi!

evuggio

Mer, 11/01/2017 - 17:23

Finalmente sancito un principio elementare: se vuoi stare in casa ti adatti alle mie regole altrimenti LA PORTA E' APERTA!