L'arma della satira per battere l'Isis

Una mosta a Teheran espone disegni da tutto il mondo per "svelare la vera natura" del gruppo. "Gli artisti hanno il dovere di sensibilizzare l'opinione pubblica"

Una risata non potrà certo sconfiggere il sedicente Stato islamico, ma schernire la minaccia rappresentata dagli uomini di al-Baghdadi male non può fare.

Lo avevano capito, già molti mesi fa, gli ideatori della serie televisive "Lo Stato delle leggende", che mischiando sarcasmo e teorie del complotto descriveva l'Isis come il mostruoso figlio di Israele e del demonio, in un matrimonio benedetto da un cowboy la cui identità non era poi difficile da dedurre.

"Alla gente stiamo mostrando la vera immagine di Daesh (acronimo arabo dell'Is)", raccontava allora Khalil Ibrahim, uno degli attori della serie. E a ridere del gruppo estremista ci si erano messi in molti, anche in Italia. La pagina "L'Isis minaccia" per esempio, che sdrammatizzava i rischi proponendo intimidazioni come "Vi interrogheremo sui congiuntivi".

Ora a provare a sconfiggere la paura ci si sono messi, gli iraniani, che hanno lanciato una competizione per trovare la migliore vignetta in grado di descrivere, sbeffeggiandolo, il sedicente Stato degli estremisti. Perché "gli artisti - lo ha detto Mohammad Habibi, responsabile del concorso - hanno il dovere di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema".

I disegni raccolti saranno esposti a Tehran. Sono 280 lavori, provenienti da 40 Paesi diversi. C'è il jihadista che si fa un selfie prima di farsi esplodere, quello che si fa il bagno in un lago di sangue. Ma anche chi descrive gli uomini del "Califfato" come soldatini a molla messi in campo dalla longa manus statunitense. Non stupisce, se si tiene conto che lo stesso bando invitava a "rivelare il volto dei supporter dell'Isis (Occidentali, ebrei, arabi)".

"L'Isis prova a farsi passare per islamico - ha detto a Press Tv un disegnatore che ha partecipato al concorso, Shoajaei Tabatabaii -, ma non ha la minima idea di cosa sia l'islam".

Commenti

bruno.amoroso

Mer, 27/05/2015 - 15:18

e vallo a spiegare ai bananas che ancora non hanno capito nulla

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 27/05/2015 - 17:26

b runo.amoroso: non perdere tempo con i bananas. Limitati a sfotterli. Tanto non meritano altro.