A Tel Aviv non piace la tregua americana

Israele resta a Gaza per distruggere i tunnel e accetta solo una pausa di 12 ore

Gerusalemme - Dopo un incontro di Gabinetto che è proseguito fino a tarda notte, Israele ha deciso che la proposta di Kerry di cessate il fuoco non può essere accettata così com'è e che vuole proseguire nella discussione col Segretario di Stato americano. Anche Hamas ha preso, grosso modo, la medesima posizione. Alla fine Netanyahu ha accettato una pausa di 12 ore, dalle 7 di oggi. L'elemento che non convince Israele, sembra, è l'insieme delle condizioni dei sette giorni di interruzione delle ostilità richieste da Kerry in cui Israele esige di seguitare a distruggere le gallerie che consentono a Hamas di penetrare in Israele per portare attentati terroristi. Il Gabinetto, si direbbe, ritiene che non ci siano abbastanza garanzie di poter seguitare in quella che ritiene la sua missione essenziale: 30 gallerie su 40 basilari per la sicurezza sono state fatte saltare, e Israele intende condurre a termine l'operazione pur consentendo in linea di principio a una tregua umanitaria. Il Gabinetto non ha tuttavia comunicato la sua decisione ufficialmente, perché spera di concordare in queste ore con Kerry delle modifiche che gli consentano di accettare la proposta. Anche Hamas da parte sua ha seguitato a sparare missili proprio nelle ore del dibattito, e chiede condizioni di garanzia per mantenere il controllo e anche l'apertura della Striscia. Un no definitivo sarebbe un'ennesima sconfitta diplomatica per gli Stati Uniti, ma anche Kerry intende continuare la discussione e ha parlato, per il momento, di una tregua di 12 ore, immediata, che sembrerebbe essere invece stata accettata. Una situazione molto drammatica, e oggi, sabato, la discussione è destinata a proseguire. Sisi dal Cairo ha chiesto alle parti di ripensare le loro posizioni e a accettare le condizioni di Kerry, che ha insistito sul fatto che i colloqui sono « in progress » e devono ancora portare a conclusione che ritiene saranno presto positive e ha denunciato la tragedia dei lutti e della violenza, insistendo sulla prosecuzione dei termini della tregua.

Ieri sul gabinetto del Primo Ministro si è abbattuto un nuovo immenso nuovo problema: l'West Bank, dominio del Fatah di Abu Mazen, sta prendendo fuoco. Nel corso di scontri che hanno coinvolto decine di migliaia di palestinesi da giovedì sera al check point di Khalandia, molti col volto coperto, si sono contati una quantità di inusitati, inaspettati scontri a fuoco, che hanno fatto cinque morti fra i dimostranti, e decine di feriti fra i poliziotti. Anche la polizia di Abu Mazen si è scontrata coi dimostranti. Ieri, ultimo venerdì di Ramadan, a Gerusalemme stipata di forze di sicurezza, gli scontri sono stati contenuti, ma in numerose località dell'WEst Bank, da Beit Humar, vicino a Hevron, a Hawara, un check point a Nablus, molte marce, lanci di pietre, bottiglie molotov hanno incendiato la pizza fino a causare tre morti palestinesi nella giornata di ieri. Le notizie incendiarie da Gaza, i morti della scuola dell'Unrwa, creano un sentimento di rabbia e di rivincita. Non è secondario il fatto che Abu Mazen negli ultimi giorni abbia cambiato tono, dal sostenere la proposta di Sisi per un cessate il fuoco senza condizioni è passato (forse alla ricerca di un consenso che gli dia autorità nel futuro della Striscia) a presentarsi come il rappresentante dei sentimenti e degli interessi di Hamas. Abu Mazen martedì ha tenuto un discorso militante, in cui ha detto di essere stufo della comunità internazionale e delle sue vuote promesse, e che il popolo palestinese deve contare solo su stesso. Le manifestazioni armate di giovedì sono state rivendicate dalle Brigate di Al Aqsa, che al tempo di Arafat hanno gestito per Fatah l'Intifada dei terroristi suicidi. I capi storici di Fatah, dopo una riunione della segreteria, da Sa'eb Erakat a Yasser Abed Rabbo hanno espresso il loro supporto per le richieste di Hamas.

Commenti
Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 26/07/2014 - 09:00

Rilevo solo che tutto questo putiferio si è scatenato dopo che si erano riuniti col Papa a pregare per la Pace, quella con la P maiuscola! Si tratta di tre religioni monoteiste, ma evidentemente ognuna ha il suo unico Dio...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 26/07/2014 - 09:01

Rilevo solo che tutto questo putiferio si è scatenato dopo che si erano riuniti col Papa a pregare per la Pace, quella con la P maiuscola! Si tratta di tre religioni monoteiste, ma evidentemente ognuna ha il suo unico Dio...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 26/07/2014 - 09:19

Io credo che Israele debba finire il lavoro una volta per tutte.Le grandi trovate dell'abbronzato hanno combinato solo guai in tutto il mondo,e gli USA non sono mai scesi tanto in basso.

ocaaaa

Sab, 26/07/2014 - 09:27

Nei giorni scorsi questa ballista sionista scriveva che nei tunnel di Hamas ci passano i camion per il trasporto di armi, uomini, alementi...Oggi basta andare su Repubblica on-linea e vedere che in quei tunnel non ci passa piu' di una persona alla volta. Ma, si sapeva che la Nirenstain racconta balle anche quando dorme.

MALEFICO59

Sab, 26/07/2014 - 09:41

Scusa Oca ma a che servono i tunnel se non hanno nulla da nascondere??????? possono tranquillamente passare dai valichi o sappiamo tutti che dai tunnel passano terroristi e armi per ammazzare i sionisti, come li chiami tu. Era tanto per precisare e le ricordo che hamas è un organizzazione terroristica e se lei l'appoggia è un suo complice, quindi tragga le conclusioni... semplice mi sembra e molto meno complicato di come si mette..............

AndreaT50

Sab, 26/07/2014 - 09:48

Israele ha pienamente ragione e gli USA si diano una svegliata.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 26/07/2014 - 09:49

gent. Signora "calcolo renale" (questo significa la traduzione dal tedesco del Suo nome!- quando la smetterà di difendere l' indifendibile tattica israeliana di rifiutare ogni proposta di tregua - così come di pace- che ONU o i "fratelloni" americani propongono? Ma si rende conto che è ridicolo giustificare il massacro di oltre 800 palestinesi con l' esigenza di bonificare e neutralizzare i tunnel attraverso cui si riforniscono e armano i terroristi? Ma non Le viene in mente che se Israele volesse davvero eliminare soltanto i tunnel e le rampe di lancio dei razzi potrebbe farlo in maniera molto, ma molto meno cruenta di come sta facendo coi bombardamenti e la distruzione delle case della popolazione indifesa, dove, come Lei asserisce, si anniderebbero i terroristi. Penso che a questo punto la vera ragione che potrebbe far cessare le ostilità è l' alto numero di caduti tra gli stessi israeliani! Ma se questa è la logica vincente non ritiene che ciò potrebbe dare un ulteriore impulso alla volontà di annientamento reciproco dei contendenti? Di certo non Le sfugge la circostanza che se va avanti così gli israeliani- che ora contano un morto proprio per venti palestinesi- alla fine dovranno soccombere, chè gli arabi nenmici intorno allo stato ebraico sono centinaia di migliaia !! La matematica quindi - visto che la volontà di pace non conta- dovrebbe imporre maggior senno! agli israeliani in primo luogo!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 26/07/2014 - 09:55

l'unica tregua che piace alla sionista è una atomica su Gaza. Dopo tutto sarebbe capacissima di dire che era giustificata e che la gente è morta come "scudo umano" per colpa di Hamas

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 26/07/2014 - 09:57

abraxasso, tre religioni....le più intolleranti di sempre. Una piaga.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 26/07/2014 - 10:06

ocaaaa, i nostri alpini hanno portato cannoni sulle spalle a 3000 metri di quota su sentieri e ferrate dove passavano UNO ALLA VOLTA.

mutuo

Sab, 26/07/2014 - 10:18

X ocaaaa:- Se i tunnel li hai visti su repubblica, non ci sono più dubbi. Fiamma è una ballista, Repubblica è la bocca della verità. Quanto siano grandi i tunnel conta assai poco. Quello che conta è il loro utilizzo. Scusa Ocaaa forse appartieni allo stesso esclusivo Club di Ausonio: Associazione Reduci alto fornisti? L'dio che esprimi verso gli ebrei non è di un comunista, questi sono contro gli ebrei perchè stanno dalla parte dei palestinesi, ma di un Fascistone o meglio di un Nazi- fascista "odio puro".

mutuo

Sab, 26/07/2014 - 10:27

X Zanandrea- Stia tranquillo Israele sa difendersi, riprova sia che è sopravissuto a tutti gli attacchi subiti, "Subitiiii". Tempo fà ci ha provato uno stato l'Egitto, ora dopo l'esperienza disastrosa, tratta e collabora con gli Israeliani. I Palestinesi non sono vittime di Israele, ma della loro religione e cultura , ma sopratutto degli interessi delle nazioni Arabe confinanti, nonchè dei fanatici Iraniani .Sono semplicemente sfruttati per obiettivi che non sono o non dovrebbero essere i loro.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 26/07/2014 - 10:31

giuseppe zanandrea, ma non l'hai ancora capito che tutti gli israeliani sono votati al martirio per volere di Javeh scritto nella Thorrah? Spero che l'ultimo israeliano rimasto, prima di andare a scopare in paradiso dia mano a tutto l'arsenale nucleare e mandi dalle uri ( che faranno gli straordinari ) quella civiltà assurda chiamata islam.

ocaaaa

Sab, 26/07/2014 - 10:47

#MALEFICO59, infatti non conta nulla se il tunnel e' largo, stretto...ma scavare e operare in quei tunnel i palestinesi di Gaza sono stati costretti per difendersi(trasporto armi)e per mangiare(trasporto alimenti)visto che l'esercito israeliano li accerchiava da anni facendo entrare solo quel poco che la comunita' internazionale riusciva a far passare chiedendo mille permessi ai nazisti di oggi. Per ora questi feroci maiali hanno ucciso "solo" 200 bambini bombardandoli con gli F16.

MALEFICO59

Sab, 26/07/2014 - 10:51

Scusate ancora non ho capito una cosa hamas è o non è non organizzazione terroristica? Se si come si può pensare di leggittimare un organizzazione terroristica trattando tregue e roba varia. Se sono stati sempre gli americani che hanno sempre strombazzato che non trattano con i terroristi.... e i palestinesi che li coprono sono o no complici???? Vorrei delle delucidazioni specie di quelli che si strappano le vesti per hamas... Tanto per cercare di capirci qualche cosa... ricordo anche che sia onu che l'europa hanno dichiarato hamas organizzazione terroristica...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 26/07/2014 - 10:54

mutuo - Repubblica è tutt'altro che la bocca della verità ma è un giornale posseduto da un sionista (e di che calibro) su cui scrivono quasi solo ebrei.

k012

Sab, 26/07/2014 - 11:11

Come i nazi, un popolo cerca di far valere il proprio diritto di espandersi e chiunque si oppone vale la legge del taglione: per ogni caduto nelle nostre fila 10 ...correggo 20 morti nelle fila nemiche perché mettono apposta i bambini in prima fila ed inviare le foto dei figli smembrati alle varie testate internazionali. Ci troviamo di fronte a due strategie militari tra le più raffinate mai osservate sul pianeta. Dobbiamo solo scegliere con chi stare.

k012

Sab, 26/07/2014 - 11:14

malefico definisca terrorista perché ultimamente sembra che anche Putin lo sia. O terrorista è colui che semina terrore come quello che vede sui volti dei palestinesi bombardati?

gian paolo cardelli

Sab, 26/07/2014 - 11:23

Giuseppe zanandrea, visto che secondo lei esisterebbero altri modi per distruggere quei tunnel, vorrebbe descriverceli? In attesa di sua risposta integro la sacrosanta replica di Galaverna, aggiungendo che anche nei tunnel Vietcong ci si passava uno alla volta, E SPESSO CARPONI....

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 26/07/2014 - 11:28

MALEFICO59, è semplice capirlo. I Kulaki sono stati ammazzati per un paio di scarpe in più. Trasponi questo alla situazione in quel fazzoletto di terra e capirai il perchè Israele deve essere distrutto. Le menti e gli schemi mentali mica cambiano anche se si sono rivelati fallimentari.

DonatoDS

Sab, 26/07/2014 - 11:28

Vedi "ocaaaa", basterebbe che tu fossi più attento e meno fegatoso. dunque ora ti spiego ciò che dovresti sapere da solo perchè di dominio pubblico: I tunnel che tu hai visto sono quelli fra la striscia di Gaza e il territorio israeliano. Il loro scopo è l'infiltrazione terroristica a sorpresa con scopi come attacco di un kibbuk nelle immediate vicinanze e magari un rapimento. Tali scopi non necessitano di grandi spazi ma il passaggio di armati magari anche piegati in avanti. Detti tunnel anche se coperti sono sempre in territorio israeliano e non possono essere opere di grande "ingegneria" ma solo per far passare uomini armati in fila indiana. Il secondo tipo di tunnel è all'interno di Gaza e serve a scopi logistici e da magazzini bellici quindi devono essere spaziosi avere molte uscite e entrate poste in generale all'interno di abitazioni private. sono centri di comando e di stoccaggio di armi e munizioni, servono da uffici e da rifugio per coloro che hamas ritiene debbano essere protetti. Il terzo tipo di tunnel è posto fra l'Egitto e Gaza. Questi superano quello che veniva chiamato il "corridoio di filadelfia" una striscia di terra di separazione fra Gaza e l'Egitto. Da questi tunnel passa il contrabbando di uomini e cose collegando il Sinai egiziano e Gaza e detto contrabbando, fatto in passato sotto gli occhi dei dirigenti egiziano, comprende assolutamente di tutto, ci lavorano miigliaia di persone e sono una vera e propria industria con passaggio di camion e automobili (si automobili anche nuove ma immatricolare a gaza), missili droni aerei serbatoi di benzina alimenti da mercato nero e qualsiasi altro elemento ti possa passare per la testa. Da questo traffico hamas percepisce tasse e pedaggi e i gestori insieme ai manutentori sono veri e propri impiegati. Vista la collocazione, lontana da Israele, le dimensioni sono anche giustificabile dalla maggiore tranquillità con la quale i lavori vengono fatti, senza contare che il tunnel guadagna in modo direttamente proporzionale alla sua dimensione e alla relativa facilità con la quale le cose ci passano dentro. Adesso mi aspetto che tu chieda pubblicamente scusa dicendi: "cribbio non lo sapevo". Non leggendoti, saprò di che pasta sei fatto e peggio di che pasta sono fatti i concetti che albergano nella tua testa. Grazie per l'attenzione.

base211

Sab, 26/07/2014 - 11:31

Certo che far scrivere articoli su questa questione a questa persona, per usare un eufemismo non è la scielta editoriale migliore.

MALEFICO59

Sab, 26/07/2014 - 11:32

Ocaaaa, sicuramente per asserire questo lei è abituale frequentantore del posto, ma non dica corbellerie che i prodotti alimentari e tutto quello che puo essere regolare passa regolarmente dai valichi, differentemente le armi come lei anche asserisce, e mi faccia capire se i palestinesi sono un popolo sull'orlo della fame, come fanno ad avere tutti quei missili e adesso addirittura anche i droni. le cito un proverbio che fa proprio al caso suo. NON C'E' PIU' SORDO DI CHI NON VUOLE SENTIRE E PIU' CIECO DI CHI NON VUOLE VEDERE... tragga le sue conclusioni...e un pò di obbiettività e coerenza ogni tanto nella vita non fà mai male. della serie se non mi spari non ti sparo... se mi spari prima che mi ammazzi ti distruggo anche coloro i quali ti appoggiano....

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 26/07/2014 - 11:41

@ ocaaaa Nomen omen! Parlaci dei sinceri democratici che crocifiggono chi non la pensa come loro, ricordati come erano indignate le varie oche pacifiste per il carcere di Abu Graib, pensa allla minchiata del Nobel a quell'ocone di Obama, pensa all'oppoggio delle oche alle primavere arabe,pensa come aveva ragione Oriana Fallaci, che oca non era.

Anonimo (non verificato)

Blizzard

Sab, 26/07/2014 - 12:24

bastaaaaaaaa io della guerra tra Palestinesi e Israeliani non ne posso piu'! non faranno mai la pace e allora si scannino ma vi prego basta occupare 3/4 di giornali e telegiornali!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 26/07/2014 - 12:27

k012, o terrorista è colui che si fa saltare negli autobus e nei centri commerciali pieni di gente innocente? O terrorista è colui che entra in una casa israeliana e sgozza anche i bambini di pochi mesi? O terrorista è colui che entra in una scuola di bambini e li ammazza come a Beslan?. Ma va in mona tu e i tuoi amici di Hamas.

andrea24

Sab, 26/07/2014 - 12:34

Elemedia spa = De Benedetti.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 26/07/2014 - 13:20

base211, ha ragione. Io li farei scrivere direttamente da Kamenei

k012

Sab, 26/07/2014 - 14:22

Caro Galaverna posso andare in mona ma ho solo cercato di ampliare o meglio definire il concetto di terrorismo. In merito ai miei "amici" di Hamas sono convinto che siano più per la causa israeliana che quella palestinese. Se è abbastanza intelligente tragga lei le conclusioni.

luigi.muzzi

Sab, 26/07/2014 - 14:32

@abraxasso: si legga la bibbia per avere esempi di saccheggi, stupri, assassini, esecuzioni, vendette e pulizie etniche.

stern

Sab, 26/07/2014 - 14:51

A chi di dovere: perché avete modificato il titolo?

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 26/07/2014 - 15:02

ma insomma...io mi domando e dico...ma possibile che il Mossad israeliano- il più agguerrito servizio di intalligence del pianeta- con tutti mezzi tecnologici e gli infiltrati di cui dispone- non riesca a individuare questi stramaledetti tunnel? Perché se non ci riesce lui, il MOSSAD, la prossima volta alla prima occasione Israele farà bombardare e radere al suolo tutta la zona da cui si "infiltrano" quelli di Hamas e magari, già che ci sono, i suoi mezzi militari fanno piazza pulita di tutti i palestinesi di Palestina!.....sempreché nel frattempo non intervenga qualche "variabile" che allo stato attuale non viene presa in considerazione....che ne so, una escalation militare con la Siria o con l' Iran o con lo stesso Egitto ora apparentemente pacifico...non si dimentichi che gli stati arabi che hanno il "dente avvelenato" contro Israele sono praticamente tutti quelli esistenti, anche se qualche regnante o governo arabo fa intese e soldi con gli USA.

gian paolo cardelli

Sab, 26/07/2014 - 16:37

Zanandrea, il suo ultimo intervento poteva benissimo ridursi a tre sole parole che lei ha usato: "che ne so". E' straevidente che parla solo per sentito dire, vista l'uscita idiota sul Mossad semionnipotente...

buri

Dom, 27/07/2014 - 12:28

si può capire che non piace, loro accettano di fermarsi ma Hamas risponde con lancio di razzi