Tendopoli nel deserto per i figli di clandestini. Ecco il piano di Trump

Il presidente americano ha deciso di allestire al confine con il Messico una grande tendopoli per ospitare i figli dei clandestini. Centinaia di minori separati dalle rispettive famiglie dovranno fronteggiare per molto tempo il clima torrido del Texas

Il presidente americano Donald Trump ha autorizzato la realizzazione di una mega-tendopoli in una remota cittadina texana, al fine di risolvere il problema dei minori non accompagnati. In tale area verranno accolti i figli degli immigrati irregolari. Gli arresti di migliaia di messicani giunti di nascosto negli Stati Uniti hanno avuto, come principale conseguenza, centinaia di bambini separati dai rispettivi genitori.

A causa del sovraffollamento dei centri di accoglienza esistenti, il governo americano si è visto costretto ad adottare provvedimenti di emergenza, tra i quali l'allestimento della tendopoli. Il Dipartimento della Salute ha annunciato che i nuovi rifugi per giovani migranti sorgeranno nella contea di El Paso, in Texas. La località prescelta è Tornillo, una città poco distante dallo Stato messicano di Chihuahua e caratterizzata da un clima estremamente arido. Il portavoce del Dipartimento ha precisato che il nuovo campo-profughi non sarà costituito da tende ma da "strutture leggere". Queste ultime saranno comunque munite di aria condizionata e in esse saranno costantemente monitorate le condizioni psico-fisiche dei soggetti ospitati. A Tornillo potranno essere trasferiti 360 individui, ma, in caso di nuovi arrivi, il complesso verrebbe rapidamente ampliato. Il Dipartimento per la Sicurezza Interna garantirà una continua sorveglianza del sito.

La linea dura adottata da Trump sul fronte-immigrazione, oltre a produrre un intensificarsi degli arresti di clandestini e un moltiplicarsi di minori non accompagnati, ha, allo stesso tempo, scatenato le ire dell’opposizione.

I democratici hanno infatti accusato la Casa Bianca di avere messo in atto vere e proprie deportazioni di massa e hanno definito "abominevole" l'dea della tendopoli. Anche le Nazioni Unite hanno espresso il proprio disappunto riguardo alle scelte del presidente. Secondo l’Unicef, la separazione forzata dei bambini dalle loro famiglie configurerebbe una palese violazione della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo. Nonostante le polemiche e le critiche suscitate dalle sue decisioni drastiche, Donald Trump ha ribadito il suo impegno a difesa degli "americani onesti" e la sua intenzione di ridurre gli arrivi di migranti nel Paese.

Il tycoon ha affermato che il dramma che si sta consumando nelle comunità al confine con il Messico, dove migliaia di famiglie si stanno dividendo a furia di arresti e trasferimenti coatti, è dovuto all’irresponsabilità dei democratici. Essi, ostinandosi a rigettare la riforma delle norme sull’immigrazione, starebbero incoraggiando masse di disperati a entrare illegalmente negli Stati Uniti. Il presidente ha assicurato che la riforma in questione, sostenuta dalla maggioranza repubblicana al Congresso, costituirà un vero deterrente all’afflusso di irregolari e avvantaggerà coloro che assumeranno cittadini statunitensi e stranieri in regola.

Commenti

akamai66

Sab, 16/06/2018 - 17:06

Nazioni Unite, sfido chiunque a citare 1 solo caso, mi accontento di 1, in cui hanno risolto una situazione di crisi o un conflitto:dalla Corea 1953, al Sinai, passando per il Congo, poi in Asia,nei Balcani e via così: hanno combinato solo dei disastri, collezionato fiaschi ma va tutto bene, amati e riveriti dai sostenitori del pensiero unico. Andate avanti così con i vostri lauti stipendi pagati da cappellaccio!

Gianni11

Sab, 16/06/2018 - 17:14

Noi dobbiamo fare la stessa cosa con TUTTI i clandestini. Campi di reclusione dai quali l'unica via di uscita e' il rimpatrio. E mentre rinchiusi devono lavorare per il vitto. L'invasione finisce subito e ci imploreranno di rimpatriarli. Qualsiasi convenzione che ci impedirebbe di fare questo va' completamente ignorata.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 16/06/2018 - 17:22

Beati loro che hanno i Deserti e fanno quello che vogliono in casa loro per non farsi invadere, cosi come i guardacoste della Florida che NON escono dalle loro acque territoriali per salvare nessuno!!! E sapete perche possono fare tutto cio, perche NON hanno i KOMUNISTI IN CASA!!! AMEN.

tonipier

Sab, 16/06/2018 - 17:38

" CI SONO ALTRE SOLUZIONE? TROVATELE......

ILpiciul

Sab, 16/06/2018 - 18:39

L'onu l'ho sempre considerata dalla parte di Caino, le esternazioni recenti del campetto in carica hanno rafforzato le mie convinzioni.

steacanessa

Sab, 16/06/2018 - 21:03

I democratici sono specializzati nello sfruttare collaboratori clandestini retribuiti con una pipa di tabacco. Come i nostri sinistri.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Sab, 16/06/2018 - 21:09

Trump is good ! : he is okay . W Trump . Yeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

timoty martin

Sab, 16/06/2018 - 23:07

Ottima, anzi splendida idea. Peccato non avere un vastissimo deserto anche in Italia

seccatissimo

Dom, 17/06/2018 - 00:44

Trump, uno con le palle d'acciaio ! Avanti così che vai bene !

opinione-critica

Dom, 17/06/2018 - 23:01

Come dargli torto, mica può metterli in un albergo a 5 stelle come si fa in Italia, così possono scavare nella sabbia per trovare qualche pozzo....e si guadagnano da vivere lavorando e non sulle spalle del contribuente americano