Il tennista Kyrgios indossa una maglia con un insulto per Trump

Il tennista australiano Nick Kyrgios si è presentato davanti alla stampa con una maglietta che raffigura un Donald Trump stilizzato con le corna

Il tennista australiano Nick Kyrgios si è presentato a Sydney, davanti alla stampa, con una maglietta che raffigura un Donald Trump stilizzato con le corna, sotto un insulto.

Kyrgios, che aveva appena battuto Rafa Nadal in una partita di esibizione svoltasi nella Capitale australiana, si è presentato in conferenza stampa indossando una maglietta con il volto del nuovo presidente degli Stati Uniti che viene raffigurato con un paio di corna rosse e sotto all’immagine, c'era la scritta con l'insulto: «Fuck Donald Trump».

Kyrgios non è nuovo a certe bravate. Ad ottobre 2016 il tennista 21enne di Canberra era stato sospeso dall’Atp per otto settimane per aver fatto una sceneggiata in campo a Shangai dopo la sconfitta contro Zverev. La pena era stata poi ridotta a tre settimane dato che il tennista aveva accettato di fare dei colloqui con uno psicologo. Nell'agosto 2015, invece, l'australiano aveva insultato il collega svizzero Stan Wawrinka dicendogli: "La tua ragazza è andata a letto con un altro". La federazione internazionale l'aveva punito con una multa salata che il tennista aveva pagato porgendo anche le sue scuse per quanto accaduto.

Commenti

evuggio

Mar, 10/01/2017 - 21:25

mi immagino Trump a prendere nota, sulla sua agenda digitale, di tutti i nomi di imbecilli, imbecillini e imbecilloni che oggi si vantano di snobbarlo. Signori giornalisti, ricordatevi fra sei/sette mesi di farceli vedere tutti nelle loro nuove posizioni (misurando i gradi di angolazione)

Juniovalerio

Mar, 10/01/2017 - 22:24

se fossi Trump io non lo farei più entrare negli USA

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 10/01/2017 - 22:29

Adesso va di moda attaccare hi ha vinto, per i falsamente democratici. Al contrario avrebbero inveito, dato dai razzisti, dei nazisti, dei dittatori, a coloro che avessero fatto gli stessi gesti loro. Pure farglielo notare, per loro è da condannare. Sono proprio invasati. Con questi comportamenti, non è possibile che questi personaggi e i politici che li rappresentano possano governare una nazione. Lo diciamo anche noi, come fanno loro, ma almeno a ragion veduta, non a prescindere, a loro tanto caro.

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Mar, 10/01/2017 - 23:06

Bisogna radiare questo tennista per due anni. É inconcepibile!

Kamen

Mer, 11/01/2017 - 02:12

Penso che dovrebbe tornare dallo psicologo.

hectorre

Mer, 11/01/2017 - 08:02

ma una denuncia per oltraggio no?????....o questa regola vale solo se si toccano i sinistron.i!!!!!.....un'altro fenomeno da mettere sul pulmino accanto al trio del volo, a de niro(ancora in america, non doveva esiliare???) e a tanti ricchi e famosi progressisti di sta cippa che non rispettano un presidente regolarmente eletto dal popolo americano!!!....ennesima prova che chi ha ideologie sinistre soffre di una tara mentale incurabile.

Trinky

Mer, 11/01/2017 - 08:13

Quando uno in uno sport è un'emerita sega e vuole essere al centro dell'attenzione, salvo poi piangere se, al primo torneo fatto negli USA, verrà debitamente insultato dagli elettori di Trump......!!! Del resto pare che, visto i precedenti, non sappia fare altro nella vita.....

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 11/01/2017 - 12:36

nick,vorresti andare negli usa nei prossimi 4 anni??? AHI,AHII:AHHIIII

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Gio, 12/01/2017 - 13:41

x bandog nel rispetto di leggi, usanze, costumi e tradizioni locali perché no? Il tema è proprio questo: rispetto! Domando a chi può rispondere con simpatia: perché mai dai paesi felici per definizione non si può uscire (presidente quasi emerito Obama, parlo di Cuba) e nei paesi più retrogradi e reazionarî... chi più ne ha più ne metta ... non si può entrare? Eppur ci deve essere una spiegazione logica a questo assurdo comportamentale dei più dotti, dei più colti, dei governati nella libertà vera, etc. ... Libertà o cara