Terrorismo, un arresto in Ucraina: "Pronti attentati a Europei"

Un cittadino francese è stato arrestato in Ucraina con l'accusa di pianificare attentati in serie agli Europei di Euro 2016

Un cittadino francese è stato arrestato alla fine di maggio al confine tra Polonia e Ucraina, perché sospettato di voler pianificare una serie di attacchi in Francia in occasione degli Europei di calcio. Lo rende noto il capo dei servizi di sicurezza ucraini, Vasily Gritsak, spiegando che l'uomo, la cui identità non è stata rivelata, aveva preso contatti con gruppi armati illegali del Paese, con l'obiettivo di acquistare armi ed esplosivi. Euro 2016 torna nel mirino del terrorismo.

Gli europei sono sono un appuntamento che preoccupa e non poco i servizi di intelligence di mezza Europa. Allarme soprattutto in Germania che già aveva vissuto un incubo con gli allarmi di Hannover dello scorso autunno in cui venne rinviata una partita della nazionale per rischio attentati. Nelle settimane degli Europei in Francia, la polizia federale tedesca rafforzerà i controlli ai confini occidentali del Paese con Francia, Belgio, Lussemburgo e Olanda. Il rischio terrorismo non c’entra. L’obiettivo, secondo quanto riferito da un portavoce della polizia, è ufficialmente quello di bloccare già al confine tifosi potenzialmente violenti che potrebbero creare disordini in occasione delle partite. I viaggiatori dovranno far conto con controlli sul traffico su autostrade e strade federali e devono essere in possesso di documenti validi. Il personale di polizia verrà potenziato con forze supplementari, ha concluso il portavoce.