Il Tesoro Usa: "Crisi italiana esaminata al G7, ma per ora non c'è impatto sistemico"

Un funzionario del governo di Washington assicura che "per ora non c'è impatto sistemico" ma annuncia che sabato al G7 si parlerà del nostro Paese

Nessuna emergenza, almeno per il momento ma comunque massima attenzione: sembra questa la linea dettata dal Tesoro Usa, che segue da vicino e con estrema attenzione lo sviluppo della crisi politica italiana che attanaglia il nostro Paese ormai da quasi tre mesi.

Da Washington affermano che i rivolgimenti politici nel Belpaese saranno all'ordine del giorno per il G7 finanziario che sabato prossimo a Whistler, in Canada, vedrà riunirsi intorno al tavolo i ministri dell'Economia e i direttori centrali dei sette "Grandi" e delle più importanti istituzioni finanziarie del pianeta.

In vista di questo importante appuntamento, un funzionario anziano del Tesoro americano ha fatto trapelare che pur essendo il caso italiano all'attenzione del vertice della finanza mondiale, al momento gli Usa "non vedono alcun impatto sistemico" legato all'instabilità e alla volatilità in Italia e sui mercati internazionali che possa preoccupare gli Stati Uniti.

Dal governo di Washington si sottolinea che "sarebbe meglio" se l'Italia "risolvesse le cose all'interno dell'area euro senza grandi cambiamenti, e sicuramente c'è l'occasione per farlo". Le oscillazioni dei mercati europei sono seguite meticolosamente dagli operatori di Wall Street e così ogni evoluzione nella crisi istituzionale per la formazione di un governo a Roma.

Commenti

Marzio00

Mer, 30/05/2018 - 12:13

Ma nessuno ha notato che in occasione della bocciatura del Governo politico Lega-5 Stelle in Spagna venerdì si vota la sfiducia al Governo con nuova crisi nella penisola iberica? C'è stata una riduzione d'acquisto da parte della BCE dei titoli di stato italiani in questi giorni e nessuno lo ha visto? Spagna e Italia si tirano dietro Portogallo e Grecia.... Le dichiarazioni del rappresentate Tedesco e della stampa teutonica di questi giorni sanno tanto di ultimatum....... E noi non siamo minimamente preparati e non abbiamo figure legittimate se la Germania cogliesse l'occasione per far saltare il banco dell'euro!

MOSTARDELLIS

Mer, 30/05/2018 - 12:24

Alla fine, stranamente, gli americani sono stati gli unici a non impicciarsi della crisi italiana. Speriamo che continuino così, per dare il buon esempio a quei beceri europei che non fanno altro che rompere le scatole.

NotaBene

Mer, 30/05/2018 - 13:22

"Sarebbe meglio" se l'Italia "risolvesse le cose all'interno dell'area euro". Ma con GRANDI cambiamenti. Nessuna illusione, cari Italiani: siamo già falliti. O diamo le ns ricchezze (pensioni, industrie, porti e aeroporti inclusi) ai tedeschi che non amano la ns concorrenza. Poi pero' non potremo più risorgere. O, con la flat tax, per la quale è necessaria la doppia moneta, i ns salari/pensioni saranno ridotti, ma potremo risorgere. In OGNI CASO, ci attendono 10 anni di punizioni per non avere combattuto degnamente fin dagli anni 80 il cattosocialcomunismo, vero populismo responsabile dei ns guai. A voi la scelta.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/05/2018 - 13:30

The Donald agisce sempre da buon padre di famiglia, al contrario del becero Obama, che provocava il "linciaggio" contro l'eletto Premier Berlusconi, onde colpire l'Italia cristiana, mediante l'istigazione del "debitore" Cameron, del bullo Sarcò, ma quel che è peggio del democrat Napolitano, che per celare il sacco commesso dalla sua "Ditta" di Bankitalia, doveva impedire a Berlus di nominare un governatore onesto al posto del Visco. "Pilatescamente" la "Merkel ridens" si asteneva da azioni belliche, per poi avventarsi finanziariamente sull'Italia ferita dall'internazionale Democrat. Grazie Trump.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/05/2018 - 13:30

The Donald agisce sempre da buon padre di famiglia, al contrario del becero Obama, che provocava il "linciaggio" contro l'eletto Premier Berlusconi, onde colpire l'Italia cristiana, mediante l'istigazione del "debitore" Cameron, del bullo Sarcò, ma quel che è peggio del democrat Napolitano, che per celare il sacco commesso dalla sua "Ditta" di Bankitalia, doveva impedire a Berlus di nominare un governatore onesto al posto del Visco. "Pilatescamente" la "Merkel ridens" si asteneva da azioni belliche, per poi avventarsi finanziariamente sull'Italia ferita dall'internazionale Democrat. Grazie President Trump.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/05/2018 - 13:31

The Donald agisce sempre da buon padre di famiglia, al contrario del becero Obama, che provocava il "linciaggio" contro l'eletto Premier Berlusconi, onde colpire l'Italia cristiana, mediante l'istigazione del "debitore" Cameron, del bullo Sarcò, ma quel che è peggio del democrat Napolitano, che per celare il sacco commesso dalla sua "Ditta" di Bankitalia, doveva impedire a Berlus di nominare un governatore onesto al posto del Visco. "Pilatescamente" la "Merkel ridens" si asteneva da azioni belliche, per poi avventarsi finanziariamente sull'Italia ferita dall'internazionale Democrat. Grazie Presidente Trump.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 30/05/2018 - 13:35

Soros vede rischio nuova crisi epocale propone ricetta per evitarla. Come rimedio ad una situazione sempre più fragile Soros è tornato a proporre un nuovo “piano Marshall” per l’Africa, che dovrebbe essere finanziato dall’Unione europea per allentare le pressioni migratorie, come pure una radicale trasformazione della Ue stessa. Basteranno questi rimedi e soprattutto riusciranno i governi europei a fare fronte comune e vararli in tempi rapidi?