Il Texas sta con Trump, nuova stretta contro l'immigrazione clandestina

Il Texas ha approvato una legge che consente alla polizia di controllare lo status di chiunque e punisce le forze dell'ordine e gli enti che rifiutano di applicare le leggi sull'immigrazione

Lo Stato del Texas ha approvato una legge che rafforza le norme contro l'immigrazione clandestina volute dal presidente Donald Trump.

La legge, firmata oggi dal governatore repubblicano Greg Abbott, consente alle forze dell'ordine di chiedere informazioni e dettagli circa lo status da immigrati a chiunque e impone anche alle autorità locali di cooperare con quelle federali nell’applicare le leggi sull’immigrazione, punendo chiunque si rifiuti di cooperare o fornire le informazioni richieste.

La norma, che entrerà in vigore dal prossimo settembre, è mirata a colpire in particolare le cosiddette "città santuario", cioè quelle città che si rifiutano di applicare le norme in tema di immigrazione. Lo stesso presidente degli Stati Uniti lo scorso gennaio firmò un ordine esecutivo che minacciava di negare i fondi federali alle "città santuario" che non collaboravano con le autorità federali nell’applicare le leggi sull’immigrazione. Il provvedimento, tuttavia, è stato bloccato il mese scorso da un giudice federale di San Francisco.

Nei giorni scorsi, il Congresso del Texas a maggioranza repubblicana ha passato una legge simile che mira a bandire le "citta santuario" punendo le forze dell'ordine che rifiutano di applicare le leggi sull'immigrazione o di detenere gli immigrati con pesanti sanzioni fino all'imputazione penale e multe salatissime per gli enti locali civili.

Inoltre lo status di immigrazione delle persone potrà essere verificato in qualsiasi momento e non solo quando vengono arrestate. La maggioranza ha rifiutato di aggiungere un emendamento che prevedeva un'eccezione per i bambini che vanno a scuola negli Stati Uniti e le donne ospiti nei rifugi anti-violenza.

La legge è stata firmata oggi dal Governatore durante una diretta su Facebook: "Facciamo chiarezza su una cosa. Noi siamo a favore dell'immigrazione legale: ha aiutato a costruire l'America e il Texas, è stata parte del nostro Stato fin dall'inizio - ha spiegato Abbott - Ma l'immigrazione legale è diversa dal dare rifugio a persone che hanno commesso crimini pericolosi. Le "città santuario" non verranno tollerate in Texas. Non saremo complici nel mettere in pericolo i nostri cittadini".

"La nostra prima priorità è tenere i nostri cittadini al sicuro: esattamente quello che fa la legge che sto per firmare. I cittadini si aspettano che le forze dell'ordine facciano rispettare le leggi e che chi viola le leggi affronti le conseguenze legali", ha aggiunto il repubblicano prima di apporre la sua firma sulla legge. "Ora il Texas ha bandito le "città santuario" dal Lone Star State - ha annunciato il Greg Abbott, poi ha concluso: "La ragione per cui molte persone vengono negli Stati Uniti è perché siamo una nazione di legge e noi stiamo facendo la nostra parte perché rimanga tale".

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 08/05/2017 - 11:51

C'è sempre qualcuno davanti a noi.....

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 08/05/2017 - 11:55

Patti chiari, amicizia lunga. Tutti devono essere favorevoli all'immigrazione, invece il favoreggiamento dei criminali stranieri deve essere punito con la reclusione dei fiancheggiatori, non solo con sanzioni amministrative.

greg

Lun, 08/05/2017 - 12:10

Sono d'accordo con questo Governatore

Tarantasio

Lun, 08/05/2017 - 12:36

TRUMP detesta dal profondo del cuore questa EUROPA devitalizzata, senza figli, svenduta a prezzo di saldo, quasi gratis, ora SOROSLANDIA-AFROMUSLIMVATIK... le sue città ridotte a campi di concentramento e rieducazione, coabitazione forzata per vecchi refrattari che non si vogliono piegare, ridotti alla fame... BRAVI TEXANI!

veritiero333

Lun, 08/05/2017 - 12:41

QUAL'E' IL PROBLEMA?? PORTATELI IN ITALIA,COSI' FACCIAMO CONTENTI RENZI E COMPAGNIA BRISCOLA...IL PD SARA' CONTENTO SOLO QUANDO AVRA' raso al suolo questa fantastica nazione,tanto i primi CRIMINALI SONO LORO STESSI!!!! Persone solo in apparenza,con Animo e cuore + che DIABOLICOOOOOOOOOO....

Una-mattina-mi-...

Lun, 08/05/2017 - 12:42

PRENDERE ESEMPIO DA CHI FA E NON DA CHI NON FA, OGNI TANTO, POTREBBE SERVIRE

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 08/05/2017 - 12:49

Ma che "Città santuario"... si tratta di compound, tipo quello di Bill Laden.

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 08/05/2017 - 13:35

quando una persona decide di recarsi in un altro Stato per cominciare una nuova vita, di lavoro e onestà con tutti i documenti in regola , questo è una fonte di ricchezza ed esperienza per chi lo riceve,nel reciproco rispetto della persona, indipendentemente da colore della pelle e dalla sua provenienza , rispettarerper essere rispettato

Malacappa

Lun, 08/05/2017 - 13:46

Texas stato serio noi zimbelli del mondo.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 08/05/2017 - 13:50

GO TEXAS GOOOO!!! THE SOUTH RISE AGAIN!!!!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 08/05/2017 - 15:23

certo che i "democratici" degli USA possono davvero gemellarsi con i nostri, quanto a tutela dell'illegalità. e perchè non rifiutarsi anche di far pagare le tasse locali alle imprese? forse perchè non è "de sinistra"?