Per Time è Trump la persona dell'anno: "Presidente degli Stati Divisi d'America"

Trump è stato nominato "persona dell'anno" del 2016 dal Time Magazine: "È il presidente degli Stati divisi d'America". E lui: "Un grande onore"

"Presidente degli Stati Divisi d'America". Con questa motivazione, che farà discutere gli americani, Donald Trump è stato nominato "persona dell'anno" del 2016 dal Time Magazine. Il nome del vincitore sarà annunciato soltanto mercoledì prossimo. Come ogni anno, il settimanale americano ha scelto la personalità che nei dodici mesi appena trascorsi ha più influenzato il corso degli eventi, nel bene e nel male. "Quindi cos'è quest'anno, migliore o peggiore? - si legge - la sfida per Trump è quanto profondamente il Paese è in disaccordo sulla risposta".

"È un grande onore - ha commentato Trump al programma Today della Nbc - significa molto". Il tycoon è stato scelto come persona dell'anno perché, secondo la direttrice del Time Nancy Gibbs, ha "sfidato tante aspettative, ha rotto tante regole e ha sconfitto due partiti politici", sia nelle primarie del partito repubblicano sia nelle elezioni presidenziali dell'8 novembre in cui ha sconfitto la democratica Hillary Clinton. "Nel mondo politico americano - ha continuato la gibbs - non si è mai vista una persona che sia emersa in modo così poco convenzionale".

Quest'anno tra le altre personalità che erano in corsa, oltre al futuro presidente degli Stati Uniti, anche la sua rivale e sfidante per la conquista della Casa Bianca, il numero uno del Cremlino Vladimir Putin, l'onnipresente ceo di Facebook Mark Zuckerberg, il presidente turco Recep Tayyip Erdopgan e il premier indiano Narendra Modi. Ma anche Nigel Farage, che da leader dell'Ukip, il partito euroscettico britannico, ha guidato la vittoriosa battaglia del fronte "Leave" per la Brexit, e Beyonce, la pop star attiva anche sul fronte politico con le battaglie contro discriminazione razziale, violenze della polizia e femminismo. Ultimi candidati della lista sono gli scienziati Crispr dell'editing genetico e infine i "Flint Whistleblowers", un gruppo di privati cittadini che ha denunciato l'inquinamento dell'acqua nella loro cittadina, Flint, in Michigan, facendone un caso nazionale.

Tra coloro che, nel passato, hanno conquistato la copertina più attesa dell'anno ci sono papa Francesco (nel 2013), la cancelliera tedesca Angela Merkel (2015), il presidente americano Barack Obama (per due volte, nel 2008 e nel 2012). La scelta più curiosa nel 2016, quando Time decise di dedicare la copertina dell'anno a chiunque l'avesse tra le mani. Con una iniziativa senza precedenti nella storia dell'editoria, la copertina della rivista era una superficie riflettente, cosicché chiunque la guardasse poteva vedere la propria faccia sotto la testata e dietro la dicitura "persona dell'anno". Nessuno, secondo Time, aveva avuto influenza nel 2006 quanto l'utente ordinario di internet grazie a siti come YouTube, Wikipedia. MySpace, Flickr e la rivoluzione sul web.

Commenti

ESILIATO

Mer, 07/12/2016 - 15:21

Mossa faziosa come al solito della stampa sinistrosa che non riesce ad accettare il volere popolare. Il Times era una pubblicazione di rispetto....oggi ub ricetacolo di spazzatura riempito con pezzi di agenzia.

Libero1

Mer, 07/12/2016 - 15:33

Trump persona amata da gran parte deli americani, odiato dalla stampa e TV americana.Quello ch'e' certo che Trump sara' una brutta gatta da pelare non solo per stampa e Tv americana che non riesce a ingoiare il rospo per la sconfitta dell'oca guerrafondaia clinton, ma anche per i lecca..lo europei che avranno a che fare con un presidente co le .....

linoalo1

Mer, 07/12/2016 - 16:39

Americani,piantatela una buona volta!!Lo avete votato ed adesso ve lo tenete!!!Con Obama,non avete protestato!!Perché??Forse credete che Trump saarà peggio di Obama o della Clinton???Mi pare molto difficile!!!!Comunque sia,lasciatelo lavorare!!!Solo dopo si vedrà chi aveva ragione!!!!

Cinele

Mer, 07/12/2016 - 16:55

Io sono un po' impressionata: leggo di persone, di celebrità, di giornali che scrivono le migliori cose di Trump e altri le peggiori. Ma non sono in entrambi i casi prematuri, non sarebbe non dico più saggio ma semplicemente "normale" lasciarlo insediare il 20 gennaio e dopo un tempo ragionevole ( un anno?) giudicarlo. Quelle di oggi sono solo speranze, opinioni, intenzioni ...aspettiamo i fatti.

Mannik

Mer, 07/12/2016 - 17:11

Esiliato, è il TIME MAGAZIN non il Times... e poi se definisce di sinistra il Time proprio non ha alba e non lo conosce per niente.

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 07/12/2016 - 17:52

Stati "divisi". La stampa americana sinistrorsa non riesce ad accettare la sconfitta.

Iacobellig

Mer, 07/12/2016 - 18:06

PERSONA IN GAMBA E CAPACE. GLI AMERICANI POTRANNO VEDERE.

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Mer, 07/12/2016 - 18:26

...Ma possibile che in TUTTO IL MONDO ?sti comunisti siano TUTTI uguali!? Quando perdono una qualsiasi poltrona chi li ha fatti sloggiare DEMOCRATICAMENTE e ripeto DEMOCRATICAMENTE (parola a loro COMPLETAMENTE SCONOSCIUTA),allora gli altri sono razzisti,fascisti,zozzoni,mafiosi,ecc.ecc. Ma non capiscono che cosi facendo dividono il popolo che poi si incxxxxxza e allora si che c'eè la divisione e regalano la vittoria a qualcuno con i baffetini? Certo,loro sperano che invece arrivi qualcuno con il sigaro e il cappellino da militare(cubano o coreano va bene lo stesso)perchè la loro tattica e sempre la stessa,uguale a quella degli zingari,se gli dai 1euro+1euro+1euro seibello e bravo,appena smetti sei bastardo,cattivo,razzista,ecc. ..Porca pupazza!!!

Linucs

Mer, 07/12/2016 - 21:45

Stati "divisi" da attivisti e checche, che ormai inventano qualsiasi balla per darsi importanza.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 07/12/2016 - 23:16

----è vero---lasciamolo fare----le premesse per fare peggio di molti che lo hanno preceduto ci sono tutte----attendiamo e vediamo----se va proprio male gli americani lo terranno solo per 4 anni----hasta

Ritratto di aresfin

aresfin

Gio, 08/12/2016 - 00:18

@Cinele: egregia signora o signorina, vorrei innanzi tutto chiarire che dal suo nickname non si capisce affatto se trattasi di maschietto o femminuccia, comunque io non ho offeso nessuno, ho semplicemente, come sempre faccio, cercato di sdrammatizzare e mettere sul ridicolo tutti sti discorsoni di politica, anzi di fanta politica. Se lei prende sul serio la politica di oggi, allora mi ri-permetto di consigliarle la birretta all'osteria. Credo infatti che non ci sia proprio nulla da capire, se non che ci stanno prendendo per i fondelli dalla mattina alla sera. Capito questo semplice concetto.....

Popi46

Gio, 08/12/2016 - 06:54

@Libero1- sono d'accordo (per quel che vale), al diavolo il pensiero unico politicamente corretto!

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 08/12/2016 - 08:48

continua la subdola offesnsiva mediatica!

alox

Gio, 08/12/2016 - 12:02

Se si puo' chiamare "merito" aver vinto contro tutti, Trump ha avuto certamente questo merito.... Aver dato voce alla meta' degli americani (donne e immigrati compresi!!!), usando un linguaggio volgare, offensivo verso il rivale e/o chiunque non la pensa come te...e' davvero preoccupante della societa' USA.