Tornado della Raf bombardano i giacimenti petroliferi dell'Isis

Al via nella notte i primi bombardamenti dell'aviazione britannica. Colpite le postazioni del Califfato nel nord della Siria

La Gran Bretagna entra in azione. I cieli della Siria si aprono anche ai bombardieri della Raf dopo il sonante voto favorevole incassato dal governo di David Cameron. Lo stesso via libera che gli era stato negato nell'estate del 2013, quando l'obiettivo erano per le truppe di Bashar al Assad. E così, subito in nottata i Tornado britannici, decollati dalla base di Akrotiri a Cipro, hanno iniziato i raid contro i tagliagole dello Stato islamico. Che ora minacciano sui social network: "Non prendetevela con l'Islam quando vi colpiremo".

Da Bruxelles, a spingere l'Alleanza Atlantica ci ha pensato intanto il segretario di Stato americano, John Kerry, invitando i 26 alleati a "fare di più" ed evocando, sia pure in termini generici, un incremento dello "sforzo militare" collettivo nei confronti dei jihadisti. Non si tratterà certo di "una guerra lampo", come ha sottolineato Paolo Gentiloni. E non si dovrà ripetere l'errore dell'Iraq, quando gli stessi Stati Uniti favorirono il crollo di uno Stato senza avere una strategia credibile per il dopo. Ma la sfida, pur in uno scenario affollato nel quale s'incrociano le bombe e gli interessi di molti attori - dall'Occidente alla Russia, dalla Turchia all'Iran, dai Paesi del Golfo a Israele - è lanciata. A raccoglierla, questa volta per ultima, arriva ora anche Londra. La partita di Cameron si è chiusa ai Comuni al sopraggiungere della notte dopo lunghi mesi di esitazioni. E subito sono partiti i primi bombardamenti che hanno colpito le postazioni del Califfato nel nord della Siria. Il ministro della Difesa, Michael Fallon, ha fatto sapere che sono stati colpiti "i campi petroliferi e pozzi di Omar".

La Raf ha già schierati nella base di Akrotiri a Cipro 8 Caccia-bombardieri Tornado con cui da più di un anno martella Isis in Iraq ma che potrebbero essere usati anche in Siria. Ed era gia in programma il rafforzamento della flotta aerea ad Akrotiri con altri 2 Tornado e 6 caccia-bombardieri Eurofighter. Benchè più antiquati, il loro primo volo risale al 1974, i protagonisti dei raid saranno i Tornado, gli unici in grado di lanciare quella che è considerata l'arma migliore al momento sul mercato nella guerra contro Isis. Si tratta del missile di precisione Brimstone, in grado dicentrare da una distanza di 60 chilometri un bersaglio in movimento, come un'auto o una moto, che si sposti anche ad oltre 110 km/h. Il tutto con precisione millimetrica, grazie ad un doppio sistema di puntamento (radar e laser) che riduce al minimo il rischio di causare vittime innocenti perché la carica esplosiva del missile è sì potente ma ha un raggio d'azione estremamente limitato e non genera le classiche schegge a frammentazione delle armi dello stesso tipo (come lo statunitense AGM-65G Maverick sparato dagli aerei o il più piccolo Hellfire, impiegato da droni ed elicotteri) usate abitualmente dalle altre forze aeree. Solo i britannici ed i sauditi sono dotati del Brimstone. Cameron non nega la possibilità di una strategia "più ampia", anche se esclude ogni nuova avventura boots on the ground.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 03/12/2015 - 10:15

bene! cosi la turchia non potrà più giocare sporco :-) e gli americani dovranno star zitti :-)

Ritratto di Rames

Rames

Gio, 03/12/2015 - 10:25

Urgono tempeste di fuoco h24 per un periodo di 5 anni tutti gli stati devono cooperare simultaneamente in Libia,Siria e Irak.Deve essere l'unico obiettivo,l'unico pensiero,deve essere una sottrazione di ossigeno alle truppe del califfo.Altrimenti invece di 5 ne occorreranno 10, 15, 20 di anni.L'Europa,la Russia,gli Stati Uniti non posson permettersi errori, ne hanno fatti gia fatti molti.Bisogna in pratica distruggere ogni cosa.

Un idealista

Gio, 03/12/2015 - 10:46

Forza Cameron! Sei sulla strada giusta.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 03/12/2015 - 10:54

Noi non abbiamo l'antiquato missile brimstone ma abbiamo il modernissimo BRISCOLA

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Gio, 03/12/2015 - 11:26

Non so se dagli Stati Uniti sia arrivata la classica letterina "Dear Recep Tayyip, ....", ma il fatto è del tutto inessenziale. La Turchia, che sognava di riesumare l'antico califfato ottomano, è ormai avviata verso la destabilizzazione e, probabilmente, verso una frantumazione territoriale, principalmente ad opera dei Curdi.

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 03/12/2015 - 11:31

AUGURI RAGAZZI PARTITE COLPITE E TORNATE VIVI E SANI, PIU' DI QUESTO NON POSSO AUGURARVI. QUESTI AUGURI NON LI POSSO MANDARE AI PILOTI ITALIANI CHE SONO AL SICURO NELLE LORO COMODE POLTRONE E GIOCANO A BIGLIARDO NELLE LORO BASI ACCOGLIENTI, MA IL CORAGGIO DOVE SI TROVA? QUESTO GOVERNO LI TRATTA DA VILI CODARDI E PAUROSI

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Gio, 03/12/2015 - 11:32

Faccio una considerazione che mi sembra elementare:Gli Americani bombardano da mesi, I Russi anche, la Francia da circa un mese, ora gli Inglesi e il sedicente Stato Islamico continua a sfruttare i pozzi petroliferi sottratti ai Siriani e agli Iracheni e allora mi chiedo: Ma queste bombe "intelligentissime" dove o su che cosa le sganciano? Mi viene da pensare che è tutta una farsa!. Cordialmente

tuttoilmondo

Gio, 03/12/2015 - 12:02

S'infilano tutti. Poi, a "guerra" vinta, tutti intorno ad un tavolo a contare i voti pro o contro Assad. Russia e Iran contro America, Francia, Inghilterra, Turchia, Italia?. La vedo brutta per Assad. Se invece dovesse decidere il popolo siriano... non so. Che gran casino sta diventando il mondo. Ma... forse non lo è sempre stato?!

agosvac

Gio, 03/12/2015 - 12:05

E' quanto meno significativo che i tornado inglesi bombardino i siti petroliferi dell'isis allineandosi a quanto già fatto da Putin e contro quello che invece hanno finora fatto gli Usa!!! Evidentemente gli inglesi credono di più a quanto detto da Putin contro erdogan che alle giustificazioni della Turchia e degli stessi Usa. Del resto togliere all'isis la sua principale fonte di soldini è più che logico. E' al di fuori della logica quello che fanno gli Usa.

Ritratto di sepen

sepen

Gio, 03/12/2015 - 12:08

I Tornado? Davvero Cameron è così mal messo da usare quei catorci? La dice lunga su come siamo combinati in Europa: i Tornado già ai tempi di Saddam (25 anni fa!!!!) erano risultati delle baracche assurde, figurati adesso... Certo, l'ISIS non è il non plus ultra della tecnologia, ma qualche missiletto ce l'avranno pure loro. Morale: ancora una volta ci tocca sperare in Putin (altro segnale di quanto siamo scesi in basso).

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 03/12/2015 - 13:25

SEPEN IL TORNADO NASCE DA UNO STUDIO DI META' DEGLI ANNI '60, PRECISAMENTE IL 1965 (VOLENDO CHIARIRCI LE IDEE QUANDO CANTANO I BEATLES), IL NOME DEL PROGETTO ERA MRCA, OVVERO AEREO MULTIRUOLO. VI HANNO PARTECIPATO DIVERSI PAESI EUROPEI, AD ESCLUSIONE DELLA FRANCIA. QUETO AEREO ERA OTTIMO, PROGETTATO PER 2 UOMINI DI EQUIPAGGIO IL PILOTO E IL NAVIGATORE BOMBARDIERE. NON HA CARATTERISSTICHE DI INTERCETTORE,QUELLO ERA DESTINATO ALLA BARA VOLANTE O FABBRICA DELLE VEDOVE F-104S. E' PROGETTO ANNI 60, CHE VOLENDO AGGIORNARE CON AVIONICA ELETTRONICA E ARMI HA SEMPRE LA CELLULA VECCHIA. POI SE METTIAMO ERRORI DEL PILOTA, ESEMPIO 4 COMPONENTI DI 2 AEREI MORTI PER INCAPACITA' DI CHI GUIDAVA IL CACCIA, L'ITALIA HA MENO AEREI PRONTI H24. ORA SI SPERA CON I NUOVI AEREI (COME SI DICE CHE DIO LA MANDI BUONA). POVERA ITALIA

amecred

Gio, 03/12/2015 - 13:27

Che vigliacchi! ISIS ruba il petrolio ai siriani e lo vende alle raffinerie turche. e gli inglesi che fanno? bombardano i pozzi petroliferi della Siria! Che bombardino le raffinerie turche invece!

umberto nordio

Gio, 03/12/2015 - 13:31

Ma sono proprio sicuri gli inglesi che gli "amici" americani siano d'accordo? Finora hanno solo giocato sporco,con il loro sodale turco che tiene i piedi in tre scarpe e si fa i suoi sporchi affari(di famiglia). Non resta che insistere fino a chiudere tutti i rubinetti e fonti di finanziamento ufficiali e soprattutto sottobanco.

swiller

Gio, 03/12/2015 - 13:45

Ecco si ripresentano i criminali colonialisti inglesi il loro scopo e quello dei criminali USA è solo di sfruttare e guadagnare guerrafondai da strapazzo.

andri75

Gio, 03/12/2015 - 13:52

@Sepen : ha ragione non siamo messi bene e i Tornado sono roba degli anni 90 ma sperare in Putin e' un errore perche' il suo interesse e' lungi dallo sradicare l'Isis e le forze che ha in campo sono ancora peggio : su-24 e su-29 degli anni settanta, quegli stessi che gli F-15 Israeliani abbattevano como mosche. Gli aerei di nuova generazione (compresi i Tornado e gli F-16 modernizzati) non hanno bisogno neppure del dogfight: come ingenuamente dichiarato dal pilota Russo non si sono neppure accorti di essere stati puntati e si sono accorti del missile pochi istanti prima dell'impatto. Anche la Russia ne ha una settantina a disposizione ma ci sono grandi dubbi (l'India ha annullato un ordine per tutti gli aerei Russi, ne avevano richiesti 500) sulle potenzialita' e sull'affidabilita' visto che i propulsori e i sistemi idraulici sono Ucraini e quindi non possono avere manutenzione e pezzi di ricambio, cosa indispensabile ogni tot ore di volo, infatti li tengono a terra.

cameo44

Gio, 03/12/2015 - 15:11

La storia non insegna niente a nessuno tutti questi capi di Stato hanno interessi a smaltire le loro bombe non hanno capito che con i bombarda menti no si risolvono i problemi IRAQ e Libia insengnano la verità è che si vogliono solo difendere i propri interessi delle popolazioni non interessa niente a nessuno visto che questi bombardamenti uccidono an che civili non esistono bombe inteligenti o guerre giuste occorre cer care i motivi per cui proliferano i terroristi e chi li finanzia

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 03/12/2015 - 17:07

I Tornado italiani hanno sganciato, la Divina Commedia,iPromessi Sposi,Nel Nome della Rosa ecc...ecc...piiù qualche poesia del Leopardi...

ernestorebolledo

Gio, 03/12/2015 - 18:32

è la Turchia e l'Arabia Saudita che dovrebbe essere bombardato

tuttoilmondo

Gio, 03/12/2015 - 20:06

andri75 Gio, 03/12/2015 - 13:52 Todos General de l'Aviazin! gli aerei abbattuti dagli israeliani erano i mig 21 e 23, ma il mitico mig 25, che per anni ha tolto il sonno agli americani, gli f 15 e fratelli maggiori li sbeffeggiava. Inoltre il migliore aereo americano, "l'invisibile" f 22 raptor è stato visto e preso da un mig 29. Pemza te che stratega che sei. Poi... scordavo... 4 tomahawk sputati da un sommergibile USA sono stati presi a calci in cubo dai missili antimissile russi. E... per finire... un solo mig 29 ha messo in fuga sei f 16 turchi. Il mig 29 ha una virata che manda a vuoto qualunque missile. Il radar di coda prende i comandi e quando il missile è alla distanza giusta fa un curva talmente stretta che il missile non può fare. L'invisibilità su cui ha puntato l'america è perdente. Todos General de l'Aviazion

nunavut

Gio, 03/12/2015 - 20:41

Ho sempre avuto una simpatia per gli USA,per la libertà che hanno (anche se delle volte ci sono stati dei casi nebulosi) perché se lo paragoniamo a certi stati di idee komuniste(gli esempi sono numerosi)non so dove sia la libertà del popolo.In questo frangente li trovo più che ambigui anzi oserei dire spregevoli.Obama mi delude al massimo,Bush non era un genio ma lui ... però spero che non sia Trump che vinca per il partito rep.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 04/12/2015 - 00:56

Finalmente hanno capito qual'è l'obiettivo primario per mettere col sedere per terra gli assassini dell'ISIS. Distruggendo i giacimenti di petrolio si taglia ogni fonte di autofinanziamento e si obbliga chi li sostiene a palesarsi. SI VEDRÀ CHI LI FINANZIA.