Touil si oppone all'estradizione: "Sono innocente, c'è un errore"

Alla prima udienza del giovane nel carcere di San Vittore, il marocchino ha detto di essere arrivato in Italia "solo per ricongiungersi con la sua famiglia"

Majid Touil, il 22enne marocchino accusato dalla Tunisia di aver avuto un ruolo nell’attentato al museo Bardo di Tunisi il 18 marzo scorso, si oppone all’estradizione. È quanto emerge al termine della prima udienza del giovane nel carcere di San Vittore. La versione racconta da Abdel Majid Touil al giudice della Quinta Corte d'appello di Milano, Pietro Caccialanza, nel corso della prima udienza del procedimento di estradizione, "è coerente, non si è mai mosso dall'Italia, come avevano detto i genitori". L'ha spiegato il suo difensore, l'avvocato Silvia Fiorentino, al termine dell'udienza.

Touil è arrivato in Italia "solo per ricongiungersi con la sua famiglia". Il 22enne marocchino "non c'entra nulla - ha aggiunto -, e non si spiega questo errore".

Si tratta comunque, davanti ai giudici della V Corte d’appello di Milano, del primo gradino di un iter complesso che porterà allo "svelamento" completo delle prove solo dopo che la Tunisia chiederà all’Italia di estradare il ragazzo e i giudici entreranno nel merito delle accuse per la decisione finale. I tempi sono lunghi, ci potrebbe volere anche un mese. Quella dell’estradizione per Touil, rinchiuso in isolamento da martedì, appare comunque per ora un’ipotesi molto remota. Questo per due ragioni: la Tunisia è una nazione dove vige la pena di morte e l’Italia dovrebbe avere la certezza che non venga applicata al giovane in caso di estradizione; la giurisdizione della magistratura italiana (Procura di Roma) "vincerebbe" su quella nordafricana nel caso ci fossero prove a carico di Touil per la presenza di 4 connazionali tra le vittime.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Ven, 22/05/2015 - 14:33

eheheh in italia si sta bene vero???male che vada andrai a stare in un albergo a 3 stelle. magari non avrai le brioche fresche la mattina ma per questo puoi fare sempre richiesta al tuo amico alf-ANO

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 22/05/2015 - 14:42

Finiremo, così, per andare in rotta di collisione con Tunisi. Il consueto pasticcio all'italiana. Che si sarebbe potuto agevolmente scongiurare rendendo, a suo tempo, esecutiva l'espulsione.

ex d.c.

Ven, 22/05/2015 - 14:46

Alfano, dopo aessersi vantato di avere catturato un terrorista ora che sono sorti dei dubbi dichiara e confessa che lìarresto è stato fatto su precisa indicazione di un altro stato.Chi tradisce Non si smentisce mai

eolo121

Ven, 22/05/2015 - 14:49

tutti qua vogliono venire albergo italia gratis...

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 22/05/2015 - 14:51

Ma che strano, questi islamici che odiano l'Italia, che vorrebbero ammazzare tutti gli infedeli ed in parte hanno già cominciato a farlo, che si ritengono una razza superiore .... poi, anzichè affidarsi ai propri fratelli, di razza e di religione, si attaccano alla civiltà occidentale, in particolare la nostra per appellarsi ai diritti, ma non ai doveri, che noi riserviamo agli esseri umani. C'è qualcosa che non torna.

Ritratto di bruno_dore

bruno_dore

Ven, 22/05/2015 - 14:53

se era in possesso di regolare passaporto ed i familiari erano stabilmente e regolarmente in Italia che bisogno c'era di fare il viaggio sul barcone?

steacanessa

Ven, 22/05/2015 - 14:59

Riprovo. Ma quale stato è quello che espelle un clandestino (sarebbe il caso che dicessero per quale motivo) e poi lo manda a scuola mentre questi vive con la madre ed i fratelli? Solo in Italia ciò può succedere. A proposito di passaporto, come mai il caro ragazzo, anziché utilizzarlo, si è preso un barcone? Ministri e magistrati andate a nascondervi!

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Ven, 22/05/2015 - 15:13

@ bruno_dore APPUNTO!!!!!!

vince50

Ven, 22/05/2015 - 15:19

Molto semplice se avessimo autorità in casa nostra,non è Italiano quindi ospite.E come ogni ospite che si rispetti(se merita rispetto)si appresti verso l'uscio di casa senza indugio.

GB01

Ven, 22/05/2015 - 15:20

Figurarsi se lo stato italiano si fa sfuggire una simile risorsa.

accanove

Ven, 22/05/2015 - 15:20

scontata la risposta non capisco cosa glielo chiedano a fare, L'ITALIA NON FA ESTRADIZIONE PER REATI E PAESI PER CUI SIA PREVISTA LA PENA DI MORTE.....

Rossana Rossi

Ven, 22/05/2015 - 15:27

tranquilli......clandestino con decreto di espulsione tra i banchi di scuola(pagata da noi....) gli verranno fatte tante scuse, sarà intervistato in tv, avrà casa,lavoro,cittadinanza ecc.ecc......questa è l'italietta di questo pseudo-governo pd usurpatore, incapace,deleterio........e clandestino........

Boxster65

Ven, 22/05/2015 - 15:29

Sono sempre stato in Italia.... dove non avrebbe dovuto essere visto che sarebbe stato espulso in quanto indesiderato.... Lasciatelo alle autorità Tunisine che almeno abbiamo la certezza che gli fanno la festa! Qui continuerebbe a delinquere indisturbato.

Ritratto di kikina69

kikina69

Ven, 22/05/2015 - 15:33

"e l’Italia dovrebbe avere la certezza che non venga applicata al giovane in caso di estradizione" VERGOGNA! l'Italia deve preoccuparsi dei suoi 4 morti innanzitutto e dei famigliari delle vittime ok, la legge dirà che non si può estradare se c'è la pena capitale, ma io invece penso e dico "echissenefrega"

elio2

Ven, 22/05/2015 - 15:48

Siamo governati da una banda di pagliacci, adesso è il clandestino accusato di terrorismo, che decide se farsi estradare o meno. Roba da matti, un vero e proprio paese delle banane, per fortuna che per gli idioti compagni era Berlusconi quello che non ci rappresentava e ci prendeva in giro il mondo intero.

Ritratto di sepen

sepen

Ven, 22/05/2015 - 15:57

Uhhh.... ma qui si prospetta un altro caso Ochalan!!! Un altro bel martire dell'imperialismo da sbandierare come eroe nelle manifestazioni no global. Ed ovviamente il rovescio della medaglia sarà l'ennesima figura di m... col mondo intero, in particolare con la Tunisia che è per ora l'unico paese arabo democratico nettamente laico. Perfetto!!!!

momomomo

Ven, 22/05/2015 - 16:24

Ma da quando uno può dire "no all'estradizione", uno che, per di più, è pure il destinatario di un foglio di via di cui si è effettivamente infischiato e non da ieri, ma già dal lontano 17 febbraio scorso....???

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 22/05/2015 - 16:32

kikina se i sospetti dovessero essere conferamati PROPRIO PER OCCUPARSI DEI 4 MORTI ITALIANI e dei loro familiari la Magistratura italiana non potrebbe estradarlo ma processarlo in Italia!

Ettore41

Ven, 22/05/2015 - 16:34

Rimarra' in Italia purtroppo con vitto ed alloggio a carico dello Stato. Ma se si e' voluto ricongiungere alla famiglia la soluzione e' semplice: Rimpatriate la famiglia, se ne andra' da solo.

acam

Ven, 22/05/2015 - 17:01

i mussulmani in italia sono troppi

magnum357

Ven, 22/05/2015 - 17:05

E naturalmente gli credono i nostri "efficienti" inquirenti !!! Peccato però che i Tunisini abbiano fatto indagini molto più approfondite dei nostri fessacchiotti e alf-anocentrici pdioti inquirenti !!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 22/05/2015 - 17:11

Questa storia che è l'imputato a decidere se venire estradato oppure no proprio non la conoscevo. Mi sembra che siamo un Paese dove i pagliacci sono quelli più seri. Meno male che mio figlio si è salvato; vive serenamente in Australia da una decina d'anni, e se io non gli assicurassi che quello che legge sui giornali in relazione all'Italia è tutto vero non ci crederebbe.

onurb

Ven, 22/05/2015 - 17:12

Quando si trattò di far rientrare i due marò in India, dopo il permesso natalizio, nessuna procura si attivò per impedire che essi fossero estradati in un paese, l'India, dove vige la pena di morte. Nessuna procura si preoccupò di chiarire se ai due marò avrebbe potuto essere applicata la pena di morte. In poche parole le procure se ne strafregarono della sorte di due connazionali. Ne deduco, anche se questa è solo una prova in più a favore della mia convinzione, che gli stranieri, soprattutto extracomunitari di pelle scura, sono molto più tutelati di coloro che attraverso le tasse che versano alle casse dello stato garantiscono ai magistrati i loro lauti e immeritati stipendi.

Ritratto di bruno_dore

bruno_dore

Ven, 22/05/2015 - 17:18

@Omar El Mukhtar - perché non dimostrarsi progressisti ed evitare l'accusa di "islamofobia" facendo giustamente processare il tunisino da un tribunale tunisino (non potendo nel caso specifico far intervenire un tribunale islamico: "sura V. 45: Per loro prescrivemmo vita per vita, occhio per occhio, naso per naso, orec- chio per orecchio, dente per dente e il contrappasso per le ferite.")

onurb

Ven, 22/05/2015 - 17:19

Non ho capito quanti ingressi da clandestino in Italia ha fatto questo giovanotto: se uno solo o almeno due. La cosa mi incuriosisce perché, se avesse fatto più di un ingresso, ciò significherebbe che tutto quanto si racconta sui controlli dei clandestini al momento dello sbarco è favola inventata per rabbonire gli italioti. In altre parole, una presa per il c..o dei sudditi.

Ritratto di danutaki

danutaki

Ven, 22/05/2015 - 17:37

@ Omar El Mukhtar....vita per vita.....!! O non va piú bene ??

Ritratto di danutaki

danutaki

Ven, 22/05/2015 - 17:44

@ Omar El Mukhtar.... "La pena di morte non può essere cancellata nè dalla Sharia (la legge islamica) né da altre legislazioni. È una punizione ordinata da Allah l' Onnipotente, che sa bene cosa sia meglio per i suoi servi" parere di Sheikh Ahmad Al Sharabasi, celebre professore di teologia islamica all' università egiziana di Al Azhar.... Vuole contraddirlo ??

Massimo Bocci

Ven, 22/05/2015 - 17:58

Ha ragione, lui clandestino VERO!!!! Comprovato e cerificato!!! Con avviata attività e posto SUPER sicuro (ISIS???) perché dovrebbe tornare nel natio Marocco e lasciare il suo sol dell'avvenire, RAZZISTI.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 22/05/2015 - 18:34

Mi chiedo,ma in una scuola finanziata con i contributi statali ci si puo iscrivere con il FOGLIO DI ESPULSIONE???? Chi è il o la responsabile di questa scuola?? A PELARE PATATE IN UNA CASERMA DEVE ESSERE MANDATO/A. Hasta mañana dal Leghista Monzese

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 22/05/2015 - 18:34

Bardo, Tunisi inchioda Touil: "Ha fornito armi per la strage" - 21 ore 46 min fa. I nostri marò li abbiamo consegnati subito agli indiani ordinando alla nostra nave di rientrare in porto,l'ordine è sicuramente partito da un cagasotto di altissimo grado italico,che non figurerà mai, ora da un pari cagasotto arriverà la decisione di non consegnare , concedere l'estradizione del marocchino ai Tunisini

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 22/05/2015 - 18:35

Bardo, Tunisi inchioda Touil: "Ha fornito armi per la strage" - 21 ore 46 min fa I nostri marò li abbiamo consegnati subito agli indiani ordinando alla nostra nave di rientrare in porto,l'ordine è sicuramente partito da un cagasotto di altissimo grado italico,che non figurerà mai, ora da un pari cagasotto arriverà la decisione di non consegnare , concedere l'estradizione del marocchino ai Tunisini

marcs

Ven, 22/05/2015 - 18:42

In Italia ci sono due giornali che fanno della disinformazione l'arma per colpire le menti deboli, ma per fortuna i lettori delle testate di cui parlo sono pochi, rispetto alla maggioranza dei nostri connazionali che pensano autonomamente: chiaramente i quotidiani cui faccio riferimento sono "Il giornale" e "Libero".

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 22/05/2015 - 19:00

Basta minchiate, i maró furono rimandati in india nonostante ci sia la pena capitale la

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 22/05/2015 - 19:04

Dore, Danutaki, ecc. Ma voi dove vivete? A me risulta che in Italia valgono le leggi italiane. E mi risulta anche che la Magistratura tali leggi deve applicare. O credete che possano fare di testa loro solo per accontentarvi? Perché NON lasciarlo giudicare dalla Magistratura tunisina? Semplicemente perché le leggi italiane in questo caso non permettono l'estradizione. Estradizione che, tra l'altro, la Magistratura tunisina nemmeno ha chiesto ancora!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 22/05/2015 - 19:05

oldpeterjazz: Non è l'indagato (non ancora imputato) a scegliere. Ma all'indagato si chiede se sarebbe d'accordo (per facilitare il compito della Magistratura). Ma poi alla fine è la Magistratura a decidere. Sulla base delle leggi.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 22/05/2015 - 19:06

...Facciamo una volta i seri; Concediamo l'estradizione e che sia la famiglia a raggiungerlo al suo Paese; Non facciamo in modo che gli stranieri che si macchiano di delitti per i quali è prevista la pena di morte trovano in Italia come la loro isola felice!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 22/05/2015 - 19:07

danutaki la legge del taglione si applica nei confronti dei colpevoli. Lo avete già condannato sto ragazzo marocchino?

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 22/05/2015 - 19:33

Dice no all'estradizione il marocchino che scorrazza in terre non sue facendola da padrone? Non ha il diritto di veto questo pettina cammelli, quindi può solo stare zitto. Io dico che una fracca di legnate sarebbe molto istruttiva, purtroppo non si può.

Pelican 49

Ven, 22/05/2015 - 20:14

Ma i tunisini questo soggetto lo hanno tirato fuori dal cilindro? Certo il sinistrume dei giudici italiani lo libererà al più presto!

gluca72

Ven, 22/05/2015 - 21:13

Peccato che neanche in Italia dovevi starci

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 22/05/2015 - 21:14

Visto che questo signore aveva già ricevuto un provvedimento di espulsione, peraltro mai ottemperato dallo stesso, l'Italia dovrebbe accompagnarlo coattivamente in Marocco; saranno poi le autorità marocchine, se lo decideranno, a consegnarlo alle autorità tunisine. L'Italia non deve farsi garante ad oltranza di tutta la feccia che la sta invadendo!

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Ven, 22/05/2015 - 21:31

ma dai ma davvero?? ma figurati!!!! e' una risorsa.... non importa se i servizi segreti tunisini hanno confermato che si tratta della persona giusta... diamoli anche la famiglia!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 23/05/2015 - 00:07

Se la storia di questo marocchino Touil è ancora tutta da chiarire rimane la figuraccia dell'utile idiota Alfano. Come un banditore di pentole si è affrettato a strombazzare il suo arresto. LA DIMOSTRAZIONE LAMPANTE CHE L'INCAPACE ZERBINO DEL PD HA UNA CODA DI PAGLIA COSÌ LUNGA CHE ATTRAVERSA TUTTO IL MEDITERRANEO.

Marcolux

Sab, 23/05/2015 - 02:34

L'Italia comunista difenderà anche con le armi il suo giovane eroe marocchino. Mica come i marò! Dobbiamo tenerlo e aiutarlo. Diamogli una nuova identità, un passaporto italiano e magari un vitalizio. Lui vuole stare da noi, non vuole mica andare in un Paese islamico, dove potrebbero incarcerarlo e ammazzarlo per i delitti commessi! Italia alla fine del suo ciclo di storia e di cultura.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 23/05/2015 - 08:36

Non mi fido della testimonianza di chi, in una scuola pubblica, iscrive uno sotto provvedimento d'espulsione. Sarebbe come credere, che qualche mussulmano che scrive su questo blog,possa essere anche solo vagamente obiettivo,non esiste.

aitanhouse

Sab, 23/05/2015 - 10:40

ma quante cose strane! proprio un caso all'italiana! un marocchino è in possesso di un normale passaporto e vuole raggiungere i familiari in italia ed allora cosa fa? prenota un bel posto in areo o nave per l'italia....assolutamente no,va dai barcaioli e compra un posto sui barconi per i clandestini, paga molto più di un bel posto in areo e rischia pure di morire in un naufragio. Nel paese delle meraviglie viene espulso... verso milano, si iscrive ad una scuola che dovrebbe essere riservata a regolari e...perde il passaporto. Noi ,poveri mortali non ci capiamo un cxxxx ed allora non ci resta che chiedere lumi al superministro degli interni.....auguri!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 23/05/2015 - 21:43

Cari ministri, fate la voce grossa in Europa come sapete fare cosi bene in Italia,per non farvi soffiare delle risorse da altri stati.L'italico comincia a preoccuparsi sentendo parlare di quote, una quota la vuole la tal nazione,un'altra la pretende quell'altra se continuano così ci lasciano senza il becco di una risorsa

maricap

Ven, 29/05/2015 - 02:30

Ma certo ha ragione lui " C'è un errore" Ma che lo vada a dire ai Tunisini, invece di negare il suo consenso all'estradizione, Male non fare , paura non avere.