Il trionfo di Johnson: ​così ha sfidato l'Europa

La vittoria del fronte del Brexit è merito di un uomo solo: Boris Johnson. Il sindaco di Londra, averrsario di Cameron per la leadership dei Tory

La vittoria del fronte del Brexit è merito di un uomo solo: Boris Johnson. Il sindaco di Londra, averrsario di Cameron per la leadership dei Tory, ha di fatto guidato la campagna della destra inglese per dire addio all'Unione Europea. Johnson leader del movimento Brexit è il favorito dai bookmakers inglesi come prossimo primo ministro. Il passo indietro di Camero di fatto apre la successione all'interno del partito e anche a Downing Street. Johnson secondo le ultime rilevazioni dei sondaggi è il politico più popolare del Regno e potrebbe ora diventare il nuovo leader del partito conservatore e primo ministro. Capelli spettinati e un fare rude ma concreto gli hanno spianato prima la strada verso la City Hall di Londra e ora verso la poltrona di Primo Ministro.
Johnson non è nato in Gran Bretagna, ma a New York.

È un uomo cosmopolita che incarna perfettamente il mood della nuova Grna Bretagna. Il suo bisonno era un ministro dell'Impero Ottomano, nel suo albero genealogico ci sono pure antentai francesi, turchi e tedeschi: un insieme di culture che rendono Johnson un personaggio unico nel panorama politico europeo e britannico. Nel 2008 è stato eletto sindaco di Londra. Poi dopo il successo dei Giochi di Londra, nel 2012 viene rieletto per il secondo mandato. Chi lo consoce bene dentro il partito ha sempre sostenuto la tesi che Johnson abbia da tempo un piano per prendersi la leadership dei conservatori e la poltrona di premier. Nel 2015 è stato eletto in Parlamento. Adesso ha abbracciato la campagna del Brexit: il passaporto per la sua scalata dentro il partito e al numero 10 di Downing Street. Johnson, il vincitore indiscusso del referendum sulla Brexit, ha reso omaggio al premier dimissionario David Camerone ha concordato con lui sul fatto che non c’è bisogno di affrettarsi a invocare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona, per avviare il negoziato di separazione di Londra dall’Ue. "L’Ue è stata una buona idea, ma non è più giusta per il nostro Paese. Il popolo ha parlato per la democrazia, in Gran Bretagna e in Europa", ha aggiunto, parlando dal quartier generale di Leave, nel suo primo intervento dopo la clamorosa vittoria. "La Gran Bretagna - ha proseguito- continuerà ad essere una grande potenza europea, che condividerà (con l’Occidente) sicurezza, intelligence e tutto quel che serve per rendere sicuro il nostro Paese. Dobbiamo ringraziare il popolo britannico, perchè hanno risposto a questa difficile domanda: l’elettorato ha cercato nel proprio cuore e risposto nel modo più onesto possibile, con un’affluenza mai vista. E ha deciso che è ora di votare per riprendeci il controllo. L’Ue è diventata troppo lontana, non abbastanza responsabile".

Commenti

Libero1

Ven, 24/06/2016 - 12:45

Boris Johnson sara' il prossimo primo ministro inglese. Una brutta gatta da pelare per la cricca eu.

nerinaneri

Ven, 24/06/2016 - 13:06

...intanto, i suoi confinanti non lo seguono...occhio che pure gli inglesi possono emigrare...

agosvac

Ven, 24/06/2016 - 13:14

"questa" Ue fa bellamente schifo! Il Regno Unito è stato il primo non a capirlo ma ad agire. Questa "uscita" non è la negazione del concetto di Ue ma la negazione di questa Ue a guida di cruccolandia, l'unica ad essersi arricchita con queste regole fasulle. A mio parere il Regno Unito ci guadagnerà, a perderci sarà cruccolandia che si è vista rompere il suo giocattolino. Se, come si crede ed anche si spera, ci saranno altre nazioni a volersene uscire da "questa" ciofeca, allora o l'Ue cesserà di esistere oppure dovrà ricominciare daccapo: niente più prevaricazioni sugli Stati più deboli come ha sempre fatto cruccolandia, solidarietà innanzi tutto, parità di gestione, condivisione di debiti e proventi, maggiore democrazia, elezione "diretta" dei vertici dell'Ue.

pietrom

Ven, 24/06/2016 - 13:50

Caro Torre, le faccio presente che tutto e' partito dall'UKIP, da Nigel Farage, che si sbatte da piu' di dieci anni per giungere a questo punto. Boris Johnson si e' accodato da poco.

ghorio

Ven, 24/06/2016 - 13:54

Il signor Johnson avrà poco da gongolare davvero!

petra

Ven, 24/06/2016 - 14:53

Ma basta a dire sono per l'UE ma non questa UE. Le cose non cambieranno, siatene certi, anzi peggioreranno. Ora piu' che mai. Lo sfruttamento dei piu' deboli è assicurato e aumenterà, perchè la Germania non molla e i suoi interessi vengono über alles.

Massimo Bocci

Ven, 24/06/2016 - 15:52

Mister Johnson, io spero per i veri Inglesi.e per noi gli IRREVERSIBILI SERVI Euro, che lei diventi il prossimo premier dei suoi fortunati connazionali, certo una magra consolazione per un popolo di IRREVERSIBILI, ASSERVITI SCHIAVI EURO, ma per lo meno anche noi i TAPINI SERVI EURO, quando Lei sarà seduto al tavolo per trattare da vero Inglese per i veri Inglesi, con la nomenclatura Meticcia (PAGATA UE) potremo avere la certezza che almeno uno dei due trattanti non è un LADRO, (pagato METICCIO) fino a ora erano stati sempre in due ad UNISONO PRONTI E PAGATIper farci il..MAZZO (alle natiche)!!! E questo, ci creda nell'aria IRRESPIRABILE e FETIDA...Euro, non è poco mi creda ci da un minimo di sollievo, per una volta dovremo controllare (le nostre natiche) da un SOLO LADRO....L'UE!!!

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 24/06/2016 - 16:22

L'articolista Torre, per una svista, per superficialita` o per pura ignoranza, non dice che in Ottobre Boris Johnson dichiaro` alla BBC: "Stiamo meglio dentro l'UE". Poi all'inizio di quest'anno, quando si schiero` per Brexit, disse che la sua strategia era di votare Brexit per poter negoziare condizioni piu` favorevoli (ignoranza crassa, perche' una volta attivato l'articolo 50 non c'e` ritorno). Ora il suo piano per il dopo-Brexit e` "Hope and Believe" (tipo aspetta e spera), anche se in politica di solito funzionano meglio i piani economici e socilai. Non ha mai voluto dire quali siano. Ora, mi rendo conto che, per il popolino del Giornale e di FI, uno che dice una cosa e poi il suo contrario, e che non ha piani reali ma persegue solo obiettivi personali, e' il massimo della vita. Ma questo e` colui che Torre e voi tutti esaltate.

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 24/06/2016 - 16:27

Il Regno Unito e` come un bambino che vuole essere il capo della squadra di calcio al campetto, e siccome non ci riesce, se ne va col pallone. (e quanto a infantilismo i lettori del GIORNALE non sono da meno).

Una-mattina-mi-...

Ven, 24/06/2016 - 16:54

UN EROE

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Ven, 24/06/2016 - 17:25

SNIPER, SEI UN PATETICO SERVO, DRIZZA LA SCHIENA E INIZIA A FARE L'UOMO.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Ven, 24/06/2016 - 17:35

Sniper- esattamente quello che faceva il cittone di Rignano da piccino al campetto, informati bene, oro il cittone comanda l'Itagglia.

Happy1937

Ven, 24/06/2016 - 17:44

David e Boris : due disgrazie per l'Inghilterra. Non per nulla all'Università erano entrambi membri del Club dei grandi bevitori.

glasnost

Ven, 24/06/2016 - 17:49

Un vero GRANDE della politica ! Uno che ha avuto il CORAGGIO di esporsi e lottare contro lo strapotere delle lobbies finanziarie che guidano la politica e l'economia dei paesi europei. Basta guardare che alla luce del Brexit i più incattiviti sono proprio i poteri finanziari che vedono scomparire il proprio giocattolo.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Ven, 24/06/2016 - 17:55

SNIPER, I TUOI PADRONI HANNO PERSO, TRA NON MOLTO TI TOCCHERA' CERCARTI UN LAVORO VERO.

Polgab

Ven, 24/06/2016 - 18:05

mentre da noi il catocomunista Matarella celebra la giornata del migrante ( che vengono tutti in Italia) in Inghilterra vanno fuori dall'Europa per non farsi invadere.

Poles

Ven, 24/06/2016 - 19:30

Go boris!!!

roberto zanella

Ven, 24/06/2016 - 23:12

Avevo letto un paio di mesi fa il suo libretto in vendita con IlGiornale e ho capito parecchio i motivi della Brexit. Comunque io quello che mi immagino è dopo lo sgancio un riallacciare lo spirito del Commonwealth questa sarebbe la volontà politica di Johnson e se trova negli USA alla Presidenza Trump , allora....

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Sab, 25/06/2016 - 08:10

vivo a londra. nella sua prima uscita boris sta facendo marcia indietro e cerca di minimizzare. nessuno schiacciasassi.