La Troika si arrende: salva (per ora) Lisbona

Approvato con riserva il nuovo bilancio Ue: "Se ne riparla a maggio"

Alla fine la Troika non ha potuto far altro che accettare -seppur con riserve - il bilancio del Portogallo, che ieri ha approvato la legge di stabilità 2016 senza consultare l'Unione europea.

Oggi è arrivato il via libera della Commissione europea, che pure sottolinea come ci possano essere anche rischi di "non conformità" con le esigenze del Patto di stabilità e di crescita in termini di risanamento dei conti pubblici. Per il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici, e il vicepresidente della Commissione, Vladis Dombrovskis, non ci sono motivi "per chiedere un documento riveduto" a Lisbona, in quanto la deviazione dagli obiettivi di deficit è "accettabile". "Ma la strada è ancora lunga e abbiamo ancora molto lavoro da fare", ha avvisato Moscovici, "il rischio di non conformità esiste sempre".

Lo scontro, insomma, è solo rimandato: "In primavera rivaluteremo la situazione", ha detto Moscovici, "C'è il rischio di un grave scostamento dagli obiettivi di bilancio. Saremo vigili sui rischi, a maggio analizzeremo la situazione".

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 05/02/2016 - 19:27

Nel mirino della Germania ci siamo noi, non il Portogallo. Per ragioni legate all'aumento dei costi del lavoro tedeschi e relativa perdita di competitività delle proprie merci, la Germania ha bisogno di compensare l'aumento dei costi interni con una forte riduzione dei costi dei manufatti e componenti importati, e per noi non c'è scampo perché il nostro impoverimento è funzionale alla competitività tedesca.