Trovata in casa ricoperta di sangue: il maggiore indiziato è il gatto

È un gatto randagio il maggior sospettato del tentato omicidio di un'anziana trovata dalla figlia gravemente ferita, in casa, in Gappone

Un gatto randagio è il principale indiziato del tentato omicidio di una donna di Mifune, nel sud del Giappone. La signora Mayuko Matsumoto, di 82 anni, è stata trovata dalla figlia in casa per terra, riversa in una pozza di sangue. Aveva profonde ferite sanguinanti, di cui almeno 20 sul volto. La polizia ha immediatamente avviato un'indagine per individuare il responsabile del crimine, come riporta il giornale Rkk. "Quando l'ho trovata, il sangue le copriva completamente il volto - ha raccontato la figlia - Non so cosa sia successo". La donna, ricoverata per le gravi ferite, è ancora molto scossa e non riesce a spiegare cosa sia realmente successo.

Le autorità che indagano sul caso, non avendo trovato segni di effrazione, si stanno convincendo della possibilità che sia stato un gatto randagio ad aggredirla, anche perchè i graffi sul volto della donna sono compatibili con quelli provocati dagli artigli di un felino. "La polizia sta analizzando un campione di sangue prelevato sotto le unghie di un gatto", ha riferito una fonte ufficiale della polizia locale.

Commenti

erasmetto

Mar, 14/11/2017 - 20:37

Vergognatevi .... i gatti neri gia sono ingiustamente oggetto di superstizioni da trogloditi...non occorre che vi ci mettiate anche voi.