Trovato morto in Venezuela funzionario del consolato italiano

Secondo la stampa si tratta di omicidio. Il console: "Non sembra esserci stata rapina"

Il corpo di Mauro Monciatti, 65enne funzionario del consolato italiano in Venezuela, è stato trovato senza vita nella sua casa di Caracas. Una morte sulle cui cause non ci sono ancora dettagli più specifici, ma per cui la polizia locale già indaga per omicidio.

Il decesso del funzionario è stato confermato dal ministero degli Esteri italiano. A dare l'allarme sono stati i vicini, che ha avrebbero visto una pozza di sangue davanti all'ingresso dell'appartamento nel quartiere di Altamira dove viveva il responsabile dell'Ufficio contabile del consolato.

Secondo la stampa locale sul corpo di Monciatti è visibile "un trauma cranico" dovuto a un corpo contundente. Non ci sarebbero invece ferite da arma da taglio, un'ipotesi che si era diffuso appena dopo la notizia del suo decesso.

Mauro Lorenzini, console italiano, ha specificato che Monciatti era arrivato in Venezuela tre mesi fa e ha chiesto che la polizia faccia luce sulle cause della sua morte. "Non sembra esserci stata una rapina", ha detto. Tutte le piste al momento sono aperte.

Commenti

MARCO 34

Mar, 07/06/2016 - 13:59

Ora vediamo se si ripeterà il caso Regeni o se un funzionario di ambasciata valga meno di un "ricercatore"