Giappone e Usa allineati sulla Corea. Cina: "Serve distensione"

Dai due Paesi l'invito alla moderazione per il regime. Xi: "Abbassare la tensione"

"Continua ancora nei suoi pericolosi atti provocatori". Si legge questo in dichiarazioni rese dal primo ministro giapponese Shinzo Abe, che accusa la Corea del Nord e dopo un telefonata con il presidente americano Donald Trump assicura "una stretta cooperazione per indurre alla moderazione", in un momento in cui la tensione è altissima.

Parole che somigliano molto a quelle del portavoce del Pentagono, Gary Ross, che chiede a Pyongyang di "astenersi da azioni provocatorie e da una retorica destabilizzante", ma pure di "rispettare i suoi obblighi internazionali e tornare a partecipare a seri negoziati".

C'è un appoggio forte da parte del Giappone alla politica americana, quella che prevede "tutte le opzioni sul tavolo" e una cooperazione anche militare, con due cacciatorpedinieri di Tokyo andati a unirsi alla flotta guidata dalla portaerei Carl Vinson, diretta verso le acque coreane.

"Serve moderazione", sostiene intanto il presidente cinese Xi Jingping, convinto che sarà la scelta di tutte le parti e che "eviteranno azioni che aggravino le tensioni nella penisola. Se le parti si fanno carico delle responsabilità - ha detto - e si incontrano a metà strada, possono risolvere la questione nucleare della Corea del Nord e denuclearizzare la penisola coreana".

Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Lun, 24/04/2017 - 14:06

----povero giappone---che fine ingloriosa----oggi si inchina a chi ieri gli ha lanciato il confetto---swag ganja

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 24/04/2017 - 14:47

Usa e Giappone insieme,se vogliono,trasformano il porcellino in salsicce e nodini.....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 24/04/2017 - 15:27

Squallido il Giappone. Ieri samurai. Oggi servi di chi li ha distrutti con ferocia senza eguali. Che squallore.

gian paolo cardelli

Lun, 24/04/2017 - 16:37

elkid ed Ausonio, è infatti stranoto che il Giappone imperiale ante 1941 era un campione mondiale di democrazia, rispetto dei diritti umani, propensione al dialogo verso tutti i paesi limitrofi,vero? ma non c'è l'avete un minimo di onestà nel vergognarvi per arrivare ad elevare uno degli stati più imperialisti e sanguinari della storia umana a povera vittima dei soliti "yankee"?

alox

Lun, 24/04/2017 - 20:34

@gian paolo cardelli condivido, c'e' gente che rimpiange la sconfitta della Dittatura piu' spietata ed il "tramonto" del Comunismo (da considerare pari pari al terrorismo)...forme di governo ancora ben presenti: gli auguro di andarsene in questi paradisi invece di sputare nel piatto occidentale meta di tutti i popoli...ma non hanno le p.lle!