La condanna di Trump: "I suprematisti sono criminali"

Il presidente americano condanna i fatti di Charlottesville: "Una manifestazione di violenza e odio"

In molti l'avevano chiesta e, ora, è arrivata la dura condanna del presidente americano Donald Trump agli scontri di Charlottesville, dove si sono registrati diversi scontri tra i suprematisti bianchi e i gruppi antirazzisti e dove un'auto, lanciata contro la folla, ha ucciso una persona.

Le parole di Trump sono chiare: "Condanniamo nel modo più forte possibile questa manifestazione di violenza, estremismo e odio che non trova posto in America". Il presidente americano non usa mezzi termini: "Il razzismo è il male e quelli che causano violenza in nome del razzismo sono dei criminali, inclusi Ku Klux Klan, neonazisti, suprematisti bianchi, e altri gruppi pieni di odio che non rispondo ad alcuna logica né hanno a cuore gli ideali come noi tutti in America, nazione fondata sulla verità, e sull'uguaglianza davanti a Dio, alla legge e alla nostra Costituzione".

"In momenti come questi - ha aggiunto il presidente Trump - l'America ha sempre dimostrato di essere forte, rispondendo all'odio con l'amore, alla divisione con l'unità, alla violenza con una determinazione che non vacilla". "Ho promesso come presidente di mantenere l'ordine e la disciplina nel nostro paese - ha aggiunto - ed è esattamente quello che stanno facendo tutti i membri delle nostre forze dell'ordine. Noi metteremo a disposizione tutte le risorse possibili per evitare che si diffonda nuovamente la violenza negli Stati Uniti. Difenderemo e proteggeremo i diritti sacrosanti di tutti gli americani - ha assicurato ancora il presidente Usa - e lavoreremo tutti insieme affinchè ogni cittadino in questo paese sia libero di seguire i propri sogni, ciò che gli dice il cuore e le proprie aspirazioni".

Il comandante in capo ora chiede pene esemplari: "Chiunque abbia agito in maniera criminale in questa violenza razzista sarà portati davanti alla giustizia. Questo ve lo prometto".

Ieri era intervenuta la figlia del presidente americano, Ivanka, dicendo: "Non ci dovrebbe essere posto nella società per razzismo, suprematismo bianco e neo-nazisti. Dobbiamo unirci insieme come americani ed essere un Paese UNITO".

Commenti

nunavut

Lun, 14/08/2017 - 19:07

Ecco loro sono sempre innocenti prima ti stuzzicano impedendoti una dimostrazione (guardate bene le video e vedrete che pure loro avevano dei bastoni).Possibile che solo loro abbiano il diritto di scendere in piazza? e fare casino come i black block e i centri sociali in Italia?.Certo, non mi piacciono i supremazisti di nessun genere,neppure quelli che quando discuti e non sei del loro parere esclamamno "innocentemente" TU NON CAPISCI NIENTE per me é una forma di supremazia ipocrita.

nunavut

Lun, 14/08/2017 - 19:10

Ho dimenticato di scrivere é una esperienza personale con la fam. acquisita(purtroppo) con il matrimonio eti guardano dall'alto in basso poi se ti possono fregare (loro sono per proletariato) ti fregano con il sorriso ipocritamente innocente dei malandrini di professione.

Cheyenne

Lun, 14/08/2017 - 19:31

ONORARE UN GRANDE AMERICANO R.E.LEE NON MI PARE UN REATO

Totonno58

Lun, 14/08/2017 - 20:18

Direi che è stata Ivanka a trascinarlo fuori da una brutta situazione....

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 14/08/2017 - 20:27

Parigi val bene una messa. Trump ha dovuto parlare così per calmare i fessi Dems (ed anche alcuni fessi Reps) e le sinistre cialtrone. Rimane un dato di fatto che i c.d. contro protestatari sono venuti a Charlottesvile per provocare i pacifici nazionalisti che non avreebbero torto un capello ad una mosca. I sinistri come al solito sono i responsabili dei tumulti avvenuti e della morte della ragazza.

Una-mattina-mi-...

Lun, 14/08/2017 - 20:46

NON SO PERCHE' MA NESSUNO RICORDA CHE STORICAMENTE I SUPREMATISTI BIANCHI E QUELLI NERI VANTANO ANTICHE ALLEANZE. GIA' George Lincoln Rockwell NEGLI ANNI '60 DEL PASSATO SECOLO STRINSE ACCORDI coi suprematisti islamici della Nation of Islam, Ovvero con personaggi quali Malcom X e Elijah Muhammad, CHENTE CHE SOSTENEVA CHE "La razza umana nera è la superiore". Ancora oggi Nation of Islam e nazisti d’America hanno rapporti amichevoli. Le due organizzazioni sono ufficialmente alleate, tanto che il Partito Neonazista d’America è perfino aperto a “simpatizzanti non ariani”.

6077

Lun, 14/08/2017 - 21:09

ma non erano tre i morti? cmq trump è stato eletto anche con i voti dei "razzisti neonazisti suprematisti bianchi". detto questo, la violenza anti-razzista, auto-razzista e razzista-al-contrario invece va bene? i suprematisti non-bianchi e diversamente bianchi anche? ma che bella idea, cercare di cancellare la storia togliendo monumenti, sembra quasi che la boldrini abbia un clone in america. pensiamoci bene, perchè l'america è sempre un passo avanti a noi...

hornblower

Lun, 14/08/2017 - 21:46

Attenzione che chi picchia eticamente e politicamente sempre dalla stessa parte, poi non si dovrebbe lamentare se le società scivolano verso la reazione.

alox

Mer, 16/08/2017 - 10:59

Aspetta aspetta che fa' le giravolte come le ballerine...presidente confuso, ambiguo e falso. Su ogni argomento piccolo o grande importante o insignificante crea solo imbarazzo! La destra deve scaricarlo, prendere le distanze prima di finire nella fogna...poveri Kelly, Sessions, McMaster, Mattis etc