Trump insiste: fu Susan Rice a farmi intercettare per conto di Obama

Su Twitter il presidente Usa Donald Trump insiste: sono stato intercettato da Obama. A dare l'ordine fu Susan Rice, all'epoca consigliera per la Sicurezza

Ancora una volta l'affondo arriva via Twitter. Il presidente americano, Donald Trump, torna a ripetere che Obama lo aveva fatto spiare. Stavolta, però, offre qualche dettaglio in più. Lo fa rilanciando un post di Drudge Report che aveva pubblicato un articolo del sito investigativo The Daily Caller.

La tesi è la seguente. Sarebbe stata l'ex consigliera alla Sicurezza nazionale, Susan Rice, a ordinare alle agenzie di intelligence americane di stilare un rapporto dettagliato sulle telefonate di Trump (e ovviamente anche del suo staff) durante la campagna elettorale. Gli 007 hanno accumulato fogli di calcolo dettagliati sulle telefonate intercettate, ma dalle conversazioni non sarebbero emerse notizie di reato. La Rice avrebbe ordinato le intercettazioni un anno prima delle elezioni presidenziali 2016.

Commenti

DemyM

Mar, 04/04/2017 - 16:23

La grande "democrazia" di Osama Bin Obama e dell'araba Clinton. Se Trump insiste e dimostra, con i fatti, quanto twitta, allora saranno tempi bui per l'abbronzato al naturale.

swiller

Mer, 05/04/2017 - 07:05

Ritorna il nome del re dei criminali obama.