Trump prepara l'incontro con Putin: in Russia dopo l'insediamento

Contatti tra il Cremlino e lo staff di Trump. La visita tesa a normalizzare i rapporti bilaterali, mai così tesi dalla fine della Guerra Fredda

È tutto pronto. L'incontro tra Donald Trump e Vladimir Putin farà di sicuro la storia. E, se i due troveranno i supposti punti di contatto, servirà a raffreddare i rapporti tra le superpotenze e sminare la nuova Guerra Fredda fatta da Barack Obama alla Russia. Secondo il quotidiano ufficiale russo Izvestia, che cita una "fonte di alto livello" nel partito repubblicano statunitense, il neo presidente americano dovrebbe recarsi in visita a Mosca subito dopo l'insediamento previsto il 20 gennaio 2017.

"Dopo alcuni incontri all'interno della sua squadra - ha detto la fonte al giornale - è stata presa la decisione di rinviare la visita che sarà preparata dopo l'insediamento di Trump". Il faccia a faccia con Putin segnerà un cambio di passo. Negli ultimi anni, infatti, Obama non ha fatto altro che alzare il livello di scontro con la Russia. Dal sostegno alla rivoluzione colorata in Ucraina al braccio di ferro sulla Siria e sul futuro di Bashar al Assad, dalla corsa agli armanenti nell'Europa dell'Est alle sanzioni economiche, in più di un'occasione le due super potenze sono entrate in rotta di collisione e sono state ai ferri corti. Trump intende inaugurare una stagione diversa che chiuda con la bellicosità di Obama nei confronti del Cremlino.

In campagna elettorale, il candidato repubblicano si era detto pronto, in caso di vittoria, a incontrare Putin anche prima dell'inizio del suo mandato. Secondo alcuni analisti, una visita di Trump prima dell'insediamento sarebbe stata letta come un tentativo di condurre negoziati internazionali "alle spalle dell'amministrazione Obama". La stessa fonte di Izvestia ha poi sottolineato che al momento "non vi sono contatti seri" tra il Cremlino e lo staff del presidente eletto. I due leader hanno avuto una conversazione telefonica in cui hanno parlato a favore della normalizzazione dei rapporti bilaterali, mai così tesi dalla fine della Guerra Fredda.

Commenti
Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 17/11/2016 - 11:01

Speriamo! e che i masculi afferrino i gioielli di famiglia!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 17/11/2016 - 11:12

Era abbastanza scontato che entrambi gli statisti delle due superpotenze militari dovessero incontrarsi per tentare di ovviare agli errori od orrori esteri di Obama e dell'Europa. Si spera che, durante quei colloqui, i due grandi decidano come spartirsi il Mondo: ovvero quali aree del Mondo ognuna delle due superpotenze riprenderà sotto il proprio 'affettuoso abbraccio e controllo'. Altresì ci si augura che sempre i due statisti decidano che cosa fare dell'Europa: se salvarla - evidentemente con atti imperiosi - dal processo di effeminatezza in cui sta lentamente sprofondando oppure lasciarla al suo inevitabile, drammatico destino.

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 17/11/2016 - 11:13

finalmente una mossa logica ed estremamente importante: questo è il segnale di un prossimo scacco al quinto reich : scacco atteso oramai da anni che gli inglesi con la loro uscita dall' europa, hanno preconizzato

Ritratto di lordvader

lordvader

Gio, 17/11/2016 - 11:20

Barack Hussein ci ha riportato la Guerra Fredda e si è beccato pure il Nobel per la Pace. In anticipo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 17/11/2016 - 11:20

bene! che sia da lezione alla sinistra guerrafondaia!!!!

VittorioMar

Gio, 17/11/2016 - 11:35

...sarebbe "AUSPICABILE" una NORMALIZZAZIONE dei RAPPORTI BILATERALI!!...il loro "NEMICO" è in casa loro non all'ESTERNO!!

g-perri

Gio, 17/11/2016 - 11:54

Questa è una buona notizia e sono convinto che l'incontro dimostrerà la grandezza di entrambi i Capi di Stato. Con buona pace (se ne sono capaci) dei detrattori di entrambi.

agosvac

Gio, 17/11/2016 - 12:55

Queste sono le notizie che vorrei leggere ogni giorno: una normalizzazione dei rapporti tra Usa e Federazione Russa. Cosa che obama ha fatto al contrario e che la clinton avrebbe addirittura esasperato. Non mi stancherò mai di sostenere che il nemico dell'Occidente, dell'Oriente ed in genere di tutti i paesi non islamici è solo ed unicamente il terrorismo islamico. Quando poi ad alimentare questo terrorismo sono paesi come l'Arabia Saudita ed i paesi del Golfo, allora anche questi ultimi diventano nemici, altro che alleati!!!

ILpiciul

Gio, 17/11/2016 - 12:57

Ricomincio a vedere la luce dopo anni di grigio e buio. Dio li benedica e li protegga dai nemici foresti ma sopratutto da quelli domestici.

glasnost

Gio, 17/11/2016 - 13:22

ma davvero avevano dato il nobel per la pace ad un guerrafondaio come obama? Non è una presa in giro?

sesterzio

Gio, 17/11/2016 - 13:38

Auspichiamo un incontro produttivo per un riavvicinamento fra le due superpotenze e con riflessi positivi sul mondo intero. I veri nemici della civiltà occidentale sono i terroristi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 17/11/2016 - 14:44

Riappacificato usa-russia, sarà più facile combattere il terrorismo, per la rabbia dei comunisti italiani, che vedevano (e tuttora vedono) in loro (terroristi) una sorta di nuova era bolscevica.

petra

Gio, 17/11/2016 - 14:53

A proposito di cuore, quando i russi tentano di creare un corridoio umanitario, i terroristi continuano comunque a combattere e ad usare i civili come scudi umani, con le atrocità che conosciamo. E allora, che si fa? Diccelo tu, che sei bravo.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Gio, 17/11/2016 - 16:11

se non fa guerre come si fa a dargli il nobel per la pace? Presidente Obamana tanto caro al Frottolino che ne dice? Vai Donald vai!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 17/11/2016 - 17:11

se sarà vero sarà un grande progresso per tutto il mondo intero.

Ritratto di MLF

MLF

Gio, 17/11/2016 - 17:20

Questo incontro segnera' non solo la tendenza dei prossimi anni ma proprio le sorti del pianeta.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 17/11/2016 - 17:40

Spero che Trump non venga sabotato dai criminali che da anni imperversano in quel paese. C'è da temere.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 17/11/2016 - 17:43

beh....dopo un premio nobel per la letteratura a Fo e Dylan... il Nobel per la pace al meticcio guerrafondaio mentitore e fratello musulmano... ci vuole un Nobel per la pace ad Al Baghdadi