Trump vieta i cellulari: allarme fuga di notizie dalla Casa Bianca

Secondo la Cnn, la Casa Bianca avrebbe vietato l'uso dei telefoni anche negli armadietti all'esterno della Situation Room

La Casa Bianca cambia le regole sull'uso dei telefoni cellulari. Dopo lo scandalo dell'ex collaboratrice di Donald Trump, Omarosa Manigault Newman, che aveva registrato di nascosto il capo di gabinetto John Kelly nella Situation Room mentre la licenziava, l'amministrazione ha deciso di cambiare.

Secondo le indiscrezioni della Cnn, sembra che i membri dello staff non siano più autorizzati a lasciare i cellulari negli armadietti all'esterno della Situation Room, nemmeno quelli forniti dalla stessa amministrazione. La Casa Bianca teme che possano essere utilizzati per registrare le conversazioni, nella maggior parte dei casi top secret. Del resto, la fuga di notizie non è un problema secondario. La Situation Room non è solo una sala conferenze, ma è anche il centro di gestione di intelligence della West Wing della Casa Bianca.

Secondo i media americani si tratta di paranoia. Ma è anche vero che negli ultimi tempi la fuga di notizie è diventata un problema molto serio per Trump e i suoi consiglieri. L'ultimo colpo è arrivato, come ricorda Repubblica, dall'uscita del libro "Fear: Trump in the White House" scritto dal collaboratore del Washington Post, Bob Woodward. Un libro che contiene una serie di rivelazioni sulla presidenza Usa, e che dà un'immagine pessima di The Donald, definito come "un idiota" o, in altri casi, uno "squilibrato".

Commenti
Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 11/09/2018 - 10:25

Penso che il presidente americano Trump abbia esperienza e che ha capito la necessità della riservatezza d'ufficio, d'altronde in italia credo che siamo indietro anni luce e soprattutto grazie all'aiuto del sindacato che è il mezzo veicolare per rendere le persone stupide ed inefficaci che solamente pagano le tasse per tutti.