Turchia, cinque italiani sfuggiti alla strage del Reina

Una comitiva di italiani era nel locale preso d'assalto nella notte di Capodanno: "Sparavano da due punti, uno era vestito da Babbo Natale"

C'erano anche cinque italiani a festeggiare il Capodanno nel Reina di Istabul, preso d'assalto ieri notte da un uomo armato di kalashnikov.

La comitiva (tre modenesi e due amici di Brescia e Palermo) si è salvata gettandosi a terra non appena sono stati esplosi i primi colpi, come riferisce Tele Modena. I cinque lavorano e vivono nella città turca.

La gente festeggiava e mangiava, riferiscono all’emittente, e quando sono stati esplosi i primi colpi è scattato il panico. Secondo la ricostruzione degli italiani, sarebbero stati due i punti di fuoco: la pista al centro del locale e il piano superiore. Anche loro sostengono di aver visto un uomo vestito da Babbo Natale e armato di mitra "sparava sulla gente, a bruciapelo e senza pietà".

Per le autorità, invece, l'attacco sarebbe stato compiuto da una sola persona che non era travestita.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/01/2017 - 09:51

Il bersaglio era chiaro, locale pieno di turisti occidentali, non era stato preso a caso, ma ben studiata la cosa. Certa è la connivenza di qualche apparato o associaziane.