Turisti italiani nudi al supermercato Polemica in Spagna

Barcellona in rivolta contro i viaggiatori cafoni: "È colpa del turismo low cost"

Troppi schiamazzi, troppe bottiglie rotte, serate alcoliche, sesso in pubblico e ora pure gli spogliarelli per la strada. Barcellona dichiara guerra ai turisti cafoni. La vacanza altrui non può tarsformarsi in un incubo per i "padroni di casa". A Barceloneta - quartiere storico e caratteristico al centro della città vecchia del capoluogo catalano - gli abitanti sono esasperati e chiedono interventi drastici del Comune. E, a scatenare questa protesta, il folle siparietto di un gruppo di nostri connazionali. "Quello che accade a Barceloneta rischia di espandersi a tutta la città", avverte un abitante del quartiere testimone di uno spogliarello che ora impazza sul web: tre turisti entrano in un minimarket, si spogliano e poi, completamente nudi, escono per strada ridendo. Il cassiere sostiene che erano italiani, "ma il punto - afferma un’altra residente - è che ormai il turismo low cost ci porta la feccia del turismo".

Nel mirino dei dimostranti anche le agenzie turistiche. Una, che alle due di notte aveva aperto per l’arrivo di alcuni clienti, è stata occupata. Su internet è facile prenotare per qualche decina di euro sistemazioni fatiscenti quasi sempre in nero. Solo 72 appartamenti avrebbero la licenza per essere affittati ai turisti, ma un sito web ne propone addirittura 470. La protesta - "impreziosita" dal lancio di una bacinella d’acqua da parte di un turista sui manifestanti - ha però prodotto due effetti: il Comune ha disposto il raddoppio della vigilanza nel quartiere; la consigliera della città vecchia, Mercè Homs, ha avvertito che il Consiglio Comunale avrà "tolleranza zero" contro tutti coloro che si rendono responsabili di comportamenti anti-sociali, compreso chi affitta illegalmente le case.

Commenti
Ritratto di mirosky

mirosky

Ven, 22/08/2014 - 13:17

che burini

canaletto

Ven, 22/08/2014 - 14:33

fanno bene in Spagna. quando siamo in pubblico si va vestiti decentemente. anche in Italia bisogna essere severi ed avere piu rispetto, come questi ragazzetti e vecchietti incluso le ragazze e donne, in giro con i mini jeans soprattutto se sono brutte. anche in chiesa vanno vestiti alla stessa maniera senza piu rispetto. è vergognoso

petra

Ven, 22/08/2014 - 15:07

Capito? Imparino gli amministratori di Venezia, dove ci sono turisti che urinano nei cestini, in pieno giorno, spavaldamente, sotto gli occhi di tutti.

plaunad

Ven, 22/08/2014 - 16:10

C'é ancora qualcuno che osi inneggiare al "turismo di massa"?

swartzw

Ven, 22/08/2014 - 18:03

E che orgoglio sapere che sono italiani....

ted

Ven, 22/08/2014 - 18:11

Se si tratta di quelli in foto beh sono chiaramente nord-africani ! E che sanno parlare italiano purtroppo ne abbiamo a iosa .Detto questo di deficienti nostrani non ne mancano .

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Ven, 22/08/2014 - 19:19

Di turisti cafoni e beceri è piena anche l'Italia. Se ne imputa la responsabilità al turismo di massa ma un briciolo di educazione dovrebbero insegnarla a tutti. Mangiano per strada, dormono per strada, buttano la spazzatura dove capita e fanno i loro bisogni nelle aiuole quando va bene. Non visitano i monumenti e/o i musei ma si aggirano per le vie dello shopping senza comprare niente, solo facendo foto qua e là con l'immancabile telefonino. Mah, forse in certi casi sarebbe davvero meglio restarsene a casa.

amledi

Ven, 22/08/2014 - 20:43

L'ennesima brutta figura dell'Italia. Che deficenti quei due!!!!!!!!!

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 23/08/2014 - 08:37

Saranno studenti erasmus che cercano un po' di svago dopo le lunghe ore passate sui libri...