Uk, Jeremy Hunt debutta in Cina ma sbaglia la nazionalità della moglie

Il nuovo segretario britannico per gli affari esteri Jeremy Hunt sbaglia la nazionalità della moglie (cinese) durante la sua visita ufficiale in Cina.

Il segretario britannico per gli affari esteri Jeremy Hunt ha commesso quella che il Mirror inglese ha definito “la gaffe del secolo”. Presentatosi oggi al suo primo incontro ufficiale con Pechino, il successore del dimissionario segretario esteri Boris Johnson, ha commesso un terribile errore diplomatico sbagliando la nazionalitá della propria moglie. “Mia moglie é giapponese”, ha detto Jeremy Hunt davanti alla delegazione cinese radunata a Beijing. Una gaffe di per sé imperdonabile, aggravata dal fatto che la nazionalitá di Lucia Guo - moglie dell’attuale segretario britannico per gli affari esteri - é invece proprio cinese.

Il segretario per gli affari esteri britannico ha provato a risollevare la situazione subito dopo essersi reso conto dell’errore imperdonabile: “mia moglie é cinese e i miei figlio sono cinesi per metá. E poi abbiamo i nonni cinesi che vivono a Xian e forti legami famigliari in Cina”, ha detto Jeremy Hunt cercando di far decollare il suo debutto ufficiale il Cina. La gaffe che ha inaugurato la prima visita del segretario esteri britannico in Cina sembra essere nata sotto il segno nefasto del suo precedessore. Noto per aver detto che l’ex presidente Obama fosse per metá del Kenya, l’ex segretario Boris Johnson aveva anche paragonato l’Ue alla Germania nazista.

Jeremy Hunt ha fatto visita alla Cina con l’obiettivo di rafforzare gli accordi commerciali tra Londra e Pechino, prima che la Gran Bretagna esca definitivamente dall’Unione Europea il prossimo anno. Gli altri temi caldi dell’odierna visita del Regno Unito in Cina sono stati il cambiamento climatico, lo sviluppo, la sicurezza e l’applicazioni delle sanzioni Onu alla Corea del Nord. Insomma, questioni di assoluta rilevanza internazionale il cui esito potrebbe essere compromesso da questa infelice uscita della Gran Bretagna.