Jobbik vuole l'esercito ai confini: "Ecco come fermare i migranti"

A ilGiornale.it il leader del partito, Gábor Vona, chiede il pugno duro per risolvere l’emergenza immigrazione: "Questa Europa è malata!"

Proteste e scontri a Budapest, nelle stazioni da dove partono i treni diretti in Germania e Austria, centri per i rifugiati al collasso, 8.792 ingressi illegali registrati solo nelle ultime 72 ore: in Ungheria è sempre più emergenza immigrazione. E mentre dall’Ue piovono nuove critiche sul muro di Orbán, c’è chi propone di schierare l’esercito lungo i confini, per bloccare gli ingressi. Ѐ Gabor Vona, il trentasettenne leader di Jobbik, l’ultradestra ungherese, che spiega a IlGiornale.it il punto di vista del suo partito sull’emergenza immigrazione.

Non c’è muro che tenga: il flusso di migranti dai Balcani continua e sembra inarrestabile. Quali sono le vostre proposte a questo punto?

Per Jobbik c’è bisogno innanzitutto di sfatare due falsi miti. Il primo è che l’immigrazione sia solo una questione umanitaria. Non è così. Certamente, alcuni fra i migranti sono rifugiati. Ma molti fra coloro che arrivano sono “migranti economici”, che vengono portati qui da organizzazioni criminali internazionali, che gestiscono questo racket traendone grandi profitti. L’83% dei migranti che arrivano in Ungheria, inoltre, sono uomini e il tasso di donne e bambini fra loro non è quindi così alto come afferma la sinistra. La seconda illusione dalla quale dobbiamo svegliarci è che l’Unione Europea possa trovare una soluzione a questa emergenza. Non lo farà. Ammesso che riescano ad adottare qualche provvedimento, lo faranno troppo tardi e si tratterà di misure inefficaci. Ogni Paese europeo oggi è abbandonato a sé stesso. Per questo occorre usare il buon senso, altrimenti i problemi diventeranno enormi. Per questo vogliamo la chiusura dei confini e il blocco degli ingressi dei migranti.

Lei fa una distinzione tra migranti economici e rifugiati provenienti da aree di conflitto. Questi ultimi, invece, sareste pronti ad accoglierli?

Lo siamo, ma per un numero minimo. Credo che ai rifugiati siriani dovrebbe essere offerta accoglienza nei Paesi confinanti piuttosto che in Europa.

Riguardo la seconda “illusione”, cosa dovrebbe fare l’Unione Europea per aiutare l’Ungheria a fronteggiare questa emergenza?

Sfortunatamente l’Ue è molto malata. Mi citi un problema europeo che questa Unione impotente sia riuscita a risolvere negli ultimi anni? Grecia, Ucraina, crisi economica e recessione, terrorismo, immigrazione…

Jobbik ha votato a favore della costruzione del muro al confine con la Serbia, proposto dal partito di governo Fidesz. In realtà la barriera si è dimostrata molto labile e poco risolutiva…

Il governo in questi mesi ha dimostrato di non volere una soluzione ma solo qualcosa che appaia comunicativamente come una soluzione. Le misure del premier sono state solo mere operazioni di marketing, che però hanno fallito la prova della realtà. Ad esempio, i lavori di costruzione del muro sono iniziati molto in ritardo e senza disponibilità di personale adeguato. Il progetto aveva molti difetti, ed è fallito prima di essere realizzato. La verità è che il governo non vuole prendersi la responsabilità di respingere i migranti.

Cosa pensano gli ungheresi di questa situazione?

Hanno paura, perché percepiscono che nessuno è in grado di affrontare questa emergenza, né l’UE né lo Stato ungherese. Mi creda, gli ungheresi sono ospitali e compassionevoli, ma questo è troppo. Tutti hanno paura che da Paese di transito l’Ungheria si trasformi nella destinazione finale dei migranti, se la Germania e l’Austria decidessero di chiudere i confini.

Pensa davvero che l’Ungheria possa diventare un Paese di destinazione?

Sfortunatamente si, e per la nostra economia sarebbe un peso troppo grande da sopportare. Anche l’integrazione sarebbe problematica: è noto che gran parte della società ungherese ha avuto in passato molti problemi ad integrarsi con la forte minoranza Rom presente nel Paese. Immaginiamo che questo debba ripetersi oggi con migliaia di migranti che hanno un background culturale completamente differente.

Venerdì prossimo presenterete in parlamento una proposta di modifica della costituzione, per poter schierare l’esercito a difesa dei confini. Il dispiegamento dei 2.500 “border hunters” annunciato da Orbán non era sufficiente?

La polizia non riesce a gestire la situazione. Per questo crediamo che debba essere schierato l’esercito, equipaggiato con strumenti non letali, per respingere i migranti al confine ed arrestare i flussi. Per fare questo serve una modifica della costituzione, perché le disposizioni attuali non sono chiare in questo senso. Riguardo la forza speciale annunciata da Orbán, pensiamo che sia un altro trucco mediatico del governo. Fidesz sta provando a inventarsi qualcosa che sia paragonabile alle nostre proposte, perché già pensa alla prossima campagna elettorale, in cui ci sfideremo direttamente.

Quindi pensate che l’emergenza legata ai flussi migratori porterà in qualche modo una crescita di consensi attorno al vostro partito?

Jobbik vincerà le prossime elezioni a prescindere dall’emergenza immigrazione di questi giorni. Per questo motivo, se il governo su questo tema prenderà delle decisioni che riteniamo giuste, le appoggeremo, al contrario, voteremo contro. Perché per noi questa è una causa nazionale.

Commenti
Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mer, 02/09/2015 - 16:46

Miglior soluzione.

Ritratto di LucedellaSera

LucedellaSera

Mer, 02/09/2015 - 16:51

In realtà è tutta gente che vuole andare a Berlino per comprarsi delle camice nuove

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 02/09/2015 - 16:53

Malata? Malata terminale.

Fjr

Mer, 02/09/2015 - 17:02

Questo a voler confermare che non sono pronti a mettersi a 90 come noi, ma un po' di sano orgoglio italiano no ehhh

i-taglianibravagente

Mer, 02/09/2015 - 17:11

"..molti fra coloro che arrivano sono “migranti economici”, che vengono portati qui da ORGANIZZAZIONI CRIMINALI INTERNAZIONALI, che gestiscono questo racket traendone grandi profitti. L’83% dei migranti che arrivano in Ungheria, inoltre, sono UOMINI e il tasso di donne e bambini fra loro non è quindi così alto come afferma la SINISTRA." AMEN. La sinistra pare sia la "casa comune" dei bugiardi un po' ovunque. DISERBANTE , tanto diserbante.

aredo

Mer, 02/09/2015 - 17:14

E fanno bene! E diano ordine di uccidere a vista chiunque tenti di varcare il confine in maniera illegale! I confini vanno protetti ed i clandestini uccisi all'istante!

Fjr

Mer, 02/09/2015 - 17:18

Mi sembra chiaro che gli ungheresi su cosa accadrà' hanno le idee molto chiare al contrario del nostro esecutivo che sembra in perenne vacanza, basta pensare a Marino che detta ordini fra un'immersione e l'altra

bisesa dutt

Mer, 02/09/2015 - 17:20

a "il giornale" vengono rilasciate interviste da chi non conta nulla e non può fare nulla: jobbik di gabor vona appunto!

Joe Larius

Mer, 02/09/2015 - 17:24

Questa Europa ha tirato le quoia quand'era ancora in fasce ma a avuto modo di crearsi l'euro per farsene pannolini.

geronimo1

Mer, 02/09/2015 - 17:24

Bhe, c'e' ancora qualcuno che non si mette a 90°...!!!!!!!

nordest

Mer, 02/09/2015 - 17:26

Consiglio di alimentare con alta tensione v400 il risparmio è assicurato.

El_kun

Mer, 02/09/2015 - 17:26

E questa sarebbe la pericolosa neonazista e razzista destra di Jobbik? il suo e' puro buon senso...

matteo844

Mer, 02/09/2015 - 17:48

Se qui non fanno un blocco navale e rimpatriano tutti dal primo fino all'ultimo questi immigrati porteranno tutto il casino cui sono abituati a fare giu nei loro territori (guerre civili). E' ora da mettere da parte il buonismo. Poi una cosa come mai la cancelliera che fino a ieri voleva Shengen oggi che i migranti sono arrivati al Brennero ordina all'Italia di sospenderlo. Una soluzione drastica a mio parere la devono trovare perche questi sono un fiume in piena che non si ferma.

gisto

Mer, 02/09/2015 - 17:51

Anche con l'esercito non si fa nulla,occorre con forza lasciare il messaggio che non riceveranno nessuna assistenza e che se trovati verranno espulsi immediatamente,invece quello che hanno capito (e non sono stupidi) è che avranno tutte le agevolazioni.

AVOLTECURIOSO

Mer, 02/09/2015 - 18:01

" L’83% dei migranti che arrivano in Ungheria, inoltre, sono uomini e il tasso di donne e bambini fra loro non è quindi così alto come afferma la sinistra. La seconda illusione dalla quale dobbiamo svegliarci è che l’Unione Europea possa trovare una soluzione a questa emergenza. Non lo farà. Ammesso che riescano ad adottare qualche provvedimento, lo faranno troppo tardi e si tratterà di misure inefficaci. Ogni Paese europeo oggi è abbandonato a sé stesso. Per questo occorre usare il buon senso, altrimenti i problemi diventeranno enormi. Per questo vogliamo la chiusura dei confini e il blocco degli ingressi dei migranti ". Questo si chiama parlare con le idee chiare. A breve temo che la situazione degenererà ovunque in gesti di esasperazione (ampiamente preannunciati) verso i migranti. Brava UE..indovina di chi è il merito?

Santippe

Mer, 02/09/2015 - 18:02

E' un fenomeno strabiliante : tutti i cretini d'Europa si trovano in posti di comando.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 02/09/2015 - 18:03

molto ragionevole...prego passare l' articolo a Renzi!!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 02/09/2015 - 18:06

giusto@ ...e noi continuiamo a sostenere questo governo e ascoltare le parole di questo Papa?

GM58

Mer, 02/09/2015 - 18:06

I BUFFONI DI ROMA E BRUXELLES LA FINISCANO DI PARLARE EL FACCIANO SOLO FATTI CONCRETI I POLITICI SONO PEGGIO DELLE ZECCHE E NOI IDIOTI CONTINUIAMO AD ANDARE A VOTARE CHE SCHIFO

aredo

Mer, 02/09/2015 - 18:08

@gisto: con l'esercito non si fa nulla? Se dai all'esercito ordine di sterminarli tutti senza alcuna pietà come è giusto che sia ed aerei e navi militari bombardassero le navi dei terroristi clandestini scafisti... E se poi gli islamici che si sono già per anni grazie alla sinistra infiltrati nei nostri paesi occupandoli di fatto dovessero mettersi a fare attentati, distruggere le città e simili venisse ordinato all'esercito di sterminare pure loro come sarebbe necessario fare in caso di violenze... Allora e solo allora la smetterebbero di invaderci! E se le orde barbare di islamici si mettono a muoversi dai loro paesi contro il mondo occidentale.. le armi non nucleari che distruggono tutti gli organismi viventi gli eserciti americano, israeliano e non solo le hanno. A quel punto andrebbero usate senza indugi.

venco

Mer, 02/09/2015 - 18:25

Si possono anche accogliere, ma poi si devono tenere e mantenere chiusi in appositi campi, e non devono circolare nel territorio, dopotutto vengono per vivere, per mangiare, anche i profughi delle guerre, che poi a fine guerra rientrano a casa loro, mica devono restare qua.

mariolino50

Mer, 02/09/2015 - 18:44

gisto Dipende dalle regole di ingaggio date all'esercito, se vengono trattati come invasori, anche se formalmente armati solo del numero, credo che capirebbero.

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 02/09/2015 - 19:04

@ bisesa dutt....certamente in Ungheria quel signore conterá molto piú di lei, ma anche in Italia data la sua pochezza mononeuronica !!

ziobeppe1951

Mer, 02/09/2015 - 19:09

@bisesa dutt....di gente inutile che non conta nulla ce n'è tanta a sto' mondo

Royfree

Mer, 02/09/2015 - 19:25

"Questa Europa è malata" Mai una frase ha avuto più senso di questa. Simo un continente in decadenza e se non fermiamo questa gente che seppur onesta sarà la loro vita per la nostra. E' vinceranno.

LAMBRO

Mer, 02/09/2015 - 19:34

DI CHE EUROPA PARLIAMO? QUELLA CHE CALA LE BRAGHE O DI QUELLA CHE SI DIFENDE? A BRUXELLES UNA PANCIUTA CAMORRA DI RUFFIANI GIOCA A FARSI LE PIPE MENTALI ... L'EUROPA E' INVASA..INVASA.. CAPITO MENTECATTI!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 02/09/2015 - 19:47

La vedo dura. Le intenzioni sono buone ma quali saranno i soldati che si assumeranno la responsabilità di sparare magari su donne e bambini? In tempo di guerra accecati dall'odio non ci si pensava un attimo ma malgrado tutte le brutture di questo mondo,grazie a Dio, la vera guerra ancora non c'è.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 02/09/2015 - 20:15

Ehmm... iniziare premere il grilletto no eh? Magari pallottole di gomma... o a sale...

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 02/09/2015 - 20:31

Qui non hanno ancora capito che bisogna sparare senza pietà, l'unica maniera per far cessare tutto quanto rapidamente. I pannicelli caldi non servono a niente, finiscono per portare altri guai.

Gianni11

Mer, 02/09/2015 - 20:33

Il "muro" va benissimo, anche se e' solo filo spinato. Meglio che niente. Noi abbiamo mare. Da noi bisogna riportarli in Libia o da dovunque partono i barconi. Non e' difficile. Basta ignorare Brussel e difendere l'Italia e gli italiani. Se non lo facciamo perdiamo l'Italia perche ci sono millioni e millioni in arrivo.

giovanni951

Mer, 02/09/2015 - 20:50

c'é un solo modo per fermarli....

filder

Mer, 02/09/2015 - 22:18

Gli Ungheresi fanno bene salvaguardare i Loro confini che dovrebbero essere per ogni nazione limiti invalicabili altrimenti non si dovrebbero chiamare confini riguardo all'Europa io non le do molto fiducia specie quando vedo sanzionare l'Italia per aver espulso 3 clandestini Tunisini che avevano distrutto appiccando fuoco di un centro di accoglienza provocando danni enormi di tutte le dimensioni n.b. La Tunisia non è dichiarata zona di guerra.

opinione-critica

Mer, 02/09/2015 - 22:43

Chi entra senza chiedere permesso va fermato con la forza. Se scappano da guerre si facciano qualche iniezione di coraggio e tornino a difendere il loro paese.

tuttoilmondo

Ven, 18/12/2015 - 21:19

Non scappano dalla guerra: portano la guerra; Non scappano dalla fame: portano la fame. In Tunisia, qualche anno or sono, una guida turistica del luogo ci disse che i giovani tunisini non volevano più lavorare nel loro paese perché sognavano l'Europa e specialmente l'Italia, dove si vive bene anche senza lavorare. I tunisini sono una goccia in un mare di immigrati tutti con la stessa idea. Quando si renderanno conto che in Italia non c'è pane, non c'è lavoro, non c'è speranza, non c'è niente che succederà? Quanto pazienteranno? In patria non potranno più tornare, avendo venduto l'orto e l'asinello per pagarsi il viaggio. Allora ci saranno disordini immani. Forse siamo al punto di non ritorno. Sappiamo (?) chi ringraziare.

rokbat

Gio, 07/04/2016 - 00:10

E le Jobbik "pesa" 24% nell'opinione pubblica ! Alla faccia degli immigrazionisti. Con il 41% del governo centrodestra, fa 65% ! Ciappa !