Usa, 16 Stati contro Trump per l'emergenza nazionale

L'iniziativa è stata portata avanti dalla California che si è messa alla guida di 16 Stati che hanno fatto causa a Trump per l'emergenza nazionale dichiarata per il muro

Il presidente Donald Trump è stato denunciato da diversi Stati, guidati dalla California, che sostengono che il tycoon abbia violato la Costituzione in maniera pretestuosa annunciando l'emergenza nazionale.

Sono in tutto 16 gli Stati che hanno deciso di portare Trump e la sua attuale amministrazione in tribunale, tutto a causa dell'emergenza nazionale che lo stesso ha dichiarato qualche giorno fa. Infatti, secondo i governatori dei 16 l'amministrazione avrebbe utilizzato l'escamotage dell'emergenza per poter bypassare il Congresso sulla decisione sul muro. La crisi, secondo la deposizione, sarebbe stata un pretesto escogitato dal presidente che avrebbe anche abusato del proprio potere avendo violato in modo evidente la separazione dei poteri. La causa ora è stata depositata in un Tribunale della California. La stessa causa sarebbe stata intentata perché bypassando il Congresso, unico organo che si deve occupare della gestione dei fondi pubblici, si violano le clausole che sanciscono il funzionamento dell'organo stesso. Lo stesso presidente, scrivono i concorrenti, avrebbe ammesso anche che lo stato di crisi non era una situazione necessaria da dichiarare. Avrebbe quindi violato gravemente il codice sia etico che legale.

Commenti

dagoleo

Mar, 19/02/2019 - 12:39

Tutte balle.

cgf

Mar, 19/02/2019 - 17:02

come faranno gl'amministratori Californiani a tenere a bada i cittadini, anche loro stessi, se il traffico della droga del Mexico dovrebbe crollare? A parte le penuria di roba, la regola del mercato è sempre quella, poca offerta con molta domanda = prezzo alto. Il muro è veramente un'emergenza per la droga.