Usa, falso allarme semina il panico nella base dell'Air Force One

Nella base militare dove è dislocato l'Air Force One scatta l'allarme per una sparatoria. E, a pochi giorni dalla strage di Orlando, torna la paura negli Stati Uniti. Ma si trattava di una esercitazione

A poche settimane dall'assalto alla discoteca gay di Orlando, gli Stati Uniti piombano nuovamente nel panico. L'allarme scatta quando arriva la notizia di un blitz di una coppia che si sarebbe messa a sparare all'impazzata nella base militare aerea di Andrews dove è dislocato l'Air Force One, l'aereo usato dal presidente degli Stati Uniti per i viaggi ufficiali. Fortunatamente si trattava solo di una esercitazione militare.

È bastato davvero poco perché il panico si diffondesse in tutto il Paese. Una reazione frenetica che la dice lunga sui timori degli Stati Uniti di un possibile nuovo attentato. All'interno della base aerea di Andrews, che si trova alle porte di Washington, era prevista per oggi un'esercitazione contro un possibile assalto. Eppure, poco dopo le nove, fonti militari fanno trapelare che è in corso "una vera e propria sparatoria". L'assalto, dicono, sarebbe avvenuto nelle strutture mediche Malcolm Grow della base aerea. Si parla di un attacco congiunto, un uomo o una donna che, dopo aver sparato, si troverebbero ancora nella base che è stata immediatamente chiusa. Tanto che il personale della base aere di Andrews si sarebbe messo al riparo seguendo le istruzioni date loro dalle autorità. In realtà si è trattato solo di un grosso equivoco generato proprio dall'esercitazione programmata per questa mattina. Niente lockdown, insomma, ma solo nervi tesi di un Paese che teme di essere nuovamente colpito da un attentato.

La base aerea di Andrews, situata nella contea di Prince George nello Stato del Maryland a 32 chilometri dalla Casa Bianca, è il luogo in cui arriva e da cui parte l'Air Force One, l'aereo presidenziale che utilizza lo stesso Barack Obama, e viene usata anche da altri ati rappresentanti del governo come il segretario di Stato americano John Kerry e il segretario alla Difesa Ashton Carter. Obama ha usato la base ieri sera per rientrare dal Canada, dove ha partecipato al Vertice dei leader dell'America del Nord con il premier canadese Justin Trudeau e il presidente del Messico Enrique Peña Nieto.

Commenti
Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 30/06/2016 - 16:01

dai... per favore. Ma chiedetevi chi ha la clearance per accedere ad un'installazione simile. Due tizi qualsiasi? Dai... !

acam

Gio, 30/06/2016 - 16:11

a da passà a nnuttata

Massimo Bocci

Gio, 30/06/2016 - 16:15

Quando finira la sagra CRIMINALE di questo burattino di colore, in mano alle lobby meticce del crimine organizzato,pagato e etero diretto per distruggere democrazie,popoli in liberi stati autoctoni, che presto finirà il suo mandato di INDEGNO,TRADITORE,RINNEGATO portandoci alla terza guerra mondiale il suo unico scopo in un ottenuto di TERRORISTA!!!

Trifus

Gio, 30/06/2016 - 16:29

Poco danno, l'importante è che non sparino contro l'Air One di Renzi.

Ritratto di MLF

MLF

Gio, 30/06/2016 - 16:29

So much for dismantling walls and openin' up to everybody, caro cioccolatino.

aredo

Gio, 30/06/2016 - 17:45

Ma quale falso allarme! I mafiosi filo-islamici di sinistra nascondono la verità e pensano che siano tutti ritardati come quelli che li votano da credere a queste ridicole balle!

manente

Gio, 30/06/2016 - 17:47

Sarebbe ora di finirla con queste "sceneggiate" ad uso dei gonzi che ancora ci credono, tanto ormai lo sanno tutti che Bush ed i sauditi le "Torri Gemelle" se le sono buttate giù da soli.

Anonimo (non verificato)