Usa contro lo Stato ebraico: "Gerusalemme non è Israele"

La Corte Suprema Usa boccia, perché incostituzionale, la legge che prevede che gli americani nati a Gerusalemme possano far figurare Israele come luogo di nascita sul loro passaporto

Gli americani nati a Gerusalemme non potranno far figurare Israele come luogo di nascita sul loro passaporto. È questa la decisione della Corte Suprema americana che ha bocciato, in quanto incostituzionale, una legge già approvata dal Congresso.

Secondo i supremi giudici, riferiscono i media americani, spetta infatti soltanto al presidente degli Stati Uniti riconoscere Stati stranieri. Sia il presidente George W.Bush, che il suo successore Barack Obama, ritengono che la legge del 2002 sostenga l'interpretazione che Gerusalemme appartenga a Israele, mentre la politica degli Stati Uniti è che tale questione vada regolata dalle parti interessate in Medio Oriente.

Per questo motivo il Dipartimento di Stato si è sempre rifiutato di apporre la dicitura nato in Israele per i circa 50mila cittadini americani nati a Gerusalemme.

Commenti

paolonardi

Mar, 09/06/2015 - 21:02

Non abbiamo l'esclusiva dei magistrati poco intelligenti! Che strano credeve che i nostri fossero in primi in graduatoria invece, a quanto pare, qualcun'altro ci ha battuti con la complicita' del peggior presidente USA ( fonte New York Post 03/07/2014)

VittorioMar

Mar, 09/06/2015 - 21:46

....questo è fuori di testa,gli Israeliani non sono gli europei!!

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 09/06/2015 - 21:51

Roba da manicomio. La propria cittadinanza la decide lo Stato di appartenenza e nessun altro, senza considerare che Gerusalemme è da sempre israeliana e si trova all'interno dello Stato d'Israele.

Anonimo (non verificato)

moichiodi

Mar, 09/06/2015 - 22:13

Strani titoli al giornale. Usa contro Israele, renzi finanziaria gli immigrati e simili baggianate. E molti commentano. Mah! Più che informare istigazione a commenti. Inutili. Per fare cassa pubblicitaria col numero dei contatti

moichiodi

Mar, 09/06/2015 - 22:19

Quando Saddam invase il Kuwait, fu attaccato e nessuno irakeno poté dichiararsi nato in una città del kuwait. Gerusalemme è occupata da Israele. Se domani Israele invade l'Italia, e un israeliano nasce a Roma, potrà dire di essere romano?

Ritratto di ilmax

ilmax

Mar, 09/06/2015 - 22:27

non vede l'ora di lanciare qualche bombetta

moichiodi

Mar, 09/06/2015 - 22:32

Il giornale invece di informare i propri lettori per far conoscere i fatti, li deforma, per mantenere nella ignoranza.

moichiodi

Mar, 09/06/2015 - 22:35

Il titolo dice Obama, e poi si scopre che è la Corte suprema. Decisione, direi normale. In un territorio occupato, l'occupante non è riconosciuto dal diritto internazionale. Come fa a prendere cittadinanza su un suolo occupato?

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 10/06/2015 - 02:04

moichiodi, Gerusaleme apparteneva già a Israele, ne fu occupata la parte alta durante la prima guerra, essendo impossibile agli israeliani difendere quella zona. Zona che per diversi anni fu occupata e invasa da abitanti arabi che dopo la seconda guerra, in cui Israele prevalse, non furono cacciati per non creare un immagine sbagliata degli israeliani. Quei "palestinesi" sono invasori, in quel luogo nemmeno ci dovrebbero stare. Tuttavia per non creare ulteriori contrasti Israele ha lasciato perdere ma Gerusalemme è israeliana da sempre. Gli israeliani non hanno occupato niente, c'erano già. Sono i palestinesi che non ci dovevano essere perchè gli è stato assegnato due terzi del Mandato Britannico: la Giordania.

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 10/06/2015 - 02:14

Il Mandato Britannico, dopo la sconfitta dell'Impero Ottomano, assegnava a Israele tale territorio, comprendente anche l'attuale Giordania. A causa dell'invasione di un fratello del re saudita, gli inglesi lasciarono quella zona in mano a costoro con il patto che tutti i cosiddetti "palestinesi", mai esistiti, si sarebbero dovuti trasferire in quella zona, depredata di fatto a Israele. Non solo non lo fecero ma avanzarono ulteriori pretese che costrinse l'ex ONU d'allora di dividere ulteriormente il territorio, altra violazione del Mandato Britannico a danno degli israeliani che tuttavia accettarono. I cosiddetti "palestinesi" invece volevano tutto, senza averne diritto nemmeno in quello che già gli era stato concesso. I vari tentativi d'invadere è come è iniziata la storia attuale. Gli islamici non hanno alcun diritto, sono in violazione di tutte le regole internazionali.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 10/06/2015 - 05:11

non confondiamo il Governo USA coi cittadini americani. non confondiamo Il Sionismo con Israele e gli ebrei.

CHAIIM

Mer, 10/06/2015 - 06:18

la corte suprema americana non ha altri problemi, un americano nato a gaza e' di che cittadinanza e' ? o forse perche' e' palestinese tutto e' concesso ? abbiamo la euroarabia e anche americarabia !!!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 10/06/2015 - 13:49

Non sapete proprio leggere. Tutti come Salvini? Guardate che qui non è in discussione la cittadinanza. Che é, senza se e senza ma, americana. Ma solo l'indicazione dello Stato di nascita. E poichè Gerusalemme non è eiconosciuta come città facente parte di Israele mi sembra ovvio che la Corte Suprema americana impedisca alle altre autorità di scrivere "nato in Israele" sul passaporto americano di chi è nato a Gerusalemme. Infatti Gerusalemme NON E ISRAELE.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 11/06/2015 - 01:42

beh. è innegabile che gli ebrei abbiano un' influenza fortissima sulle scelte politiche negli USA sia in materia econo mica che militare. Qualcuno dice che siano gli ebrei i veri padroni della Superpotenza. E' un fatto che sono le banche ebraiche a detenere le riserve auree americane e che la FED sia governata da un pool di loro banche.

1967

Gio, 11/06/2015 - 02:15

Sono d'accordo con il congresso Americano. Gerusalemme fa parte dell'impero Romano.

moichiodi

Gio, 11/06/2015 - 16:58

Xstock47. Lo stato di di Israele è nato nal 1948. Durante la prima guerra mondiale non esisteva. A meno che non andiamo alle sacre scritture. Da cui la guerra senza fine...

moichiodi

Gio, 11/06/2015 - 17:06

Xstock47. La Palestina era la più laica del Medioriente. Ora che Israele ha creato hamas ha una scusa per buttare a mare gli "integralisti" palestinesi. A proposito mi sa dire perché gli islamici tradizionali sono integralisti mentre gli ebrei sono ultraortodossi?