Usa, hacker rubano al Fisco i dati di 100mila contribuenti

Hackerato un sito web della Internal Revenue Service: trafugati dati sensibili, ma non il sistema che gestisce le tasse

È stato hackerato un sito web della Internal Revenue Service (Irs, l’agenzia del fisco Usa) da alcuni ignoti pirati informatici che sono riusciti a rubare tra febbraio e metà maggio i dati di oltre 100mila contribuenti.

Lo ha reso noto oggi la stessa Irs, precisando che il sito web preso di mira, chiamato "Get Transcript", è stato sospeso. Le informazioni trafugate comprendono dati personali "sensibili" come data di nascita, indirizzi, e numeri di Social Security (una specie di codice fiscale), particolarmente importanti per poter procedere ad eventuali furti di identità. La Irs ha anche precisato, in un comunicato, che comunque la vicenda "non riguarda il suo sistema di computer principale, che gestisce la presentazione dei moduli per le tasse e che rimane sicuro", e ha anche aggiunto che sta già informando tutti i contribuenti a cui sono stati trafugati i dati.