Usa, nel giorno di Selma poliziotto uccide 19enne di colore disarmato

Nel giorno dell'anniversario della marcia di Selma, un poliziotto spara e uccide un 19enne. Gente in strada per protestare ancora contro la polizia

In Wisconsin un poliziotto intervenuto per sedare una lite, dopo una violenta colluttazione con un ragazzo di colore di 19 anni, gli ha sparato, uccidendolo. Il giovane, identificato come Anthony "Tony" Robinson era disarmato. A rendere nota la notizia è stata la polizia locale, spiegando che il ragazzo era sospettato per una recente aggressione.

Dopo il tragico episodio decine di persone sono scese in piazza nella città di Madison per manifestare contro la polizia. Una vicenda che rischia inasprire una situazione già difficile, riaccendendo le tensioni razziali nel Paese. Il sindaco di Madison, Paul Soglin, ha parlato di "indescrivibile tragedia" e ha promesso un'inchiesta approfondita come previsto dalle nuove leggi.

E, per una terribile coincidenza, la notizia della morte del giovane arriva proprio nel giorno in cui l'amministrazione Obama lancia una nuova offensiva per denunciare la questione razziale in America. "Quello che è successo a Selma è la quintessenza dell'esperienza americana”, con queste parole il presidente degli Stati Uniti ha ricordato la cittadina dell'Alabama da dove cinquanta anni fa partirono le marce di protesta che hanno segnato la storia del movimento per i diritti civili degli afroamericani negli Stati Uniti.

Proprio Obama guiderà la marcia di oggi. Una sfilata per omaggiare quella del 7 marzo del 1965, passata alla storia come la Bloody Sunday americana dopo che i 600 attivisti che stavano marciando furono attaccati dalla polizia durante l'attraversamento dell'Edmund Pettus Bridge. "Ferguson non è un caso isolato", e ancora "Selma non riguarda il passato. Selma è ora", così il presidente commenta il riaccendersi di tensioni razziali negli Usa. "Non penso che quello che è accaduto a Ferguson sia tipico di ciò che accade nel Paese - ha spiegato Obama in un'intervista rilasciata alla vigilia delle commemorazioni - ma non è un caso isolato. Penso che ci siano circostanze nelle quali la fiducia tra le comunità e le forze dell'ordine si è deteriorata. E credo che singoli individui o interi dipartimenti di polizia nel Paese potrebbero non aver ricevuto la giusta formazione. E potrebbero non esercitare quella che dovrebbe essere la loro responsabilità primaria: assicurare che stanno proteggendo e servendo tutti i cittadini, non solo alcuni".

Mai parole furono più attuali.

Commenti

steacanessa

Sab, 07/03/2015 - 11:39

Non sarebbe il caso, anziché sfilare, di insegnare ai diversamente bianchi che non si deve aggredire nessuno, tantomeno un poliziotto?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 07/03/2015 - 11:42

Peccato che il negro a cui hanno sparato non era lui........

grandeoceano

Sab, 07/03/2015 - 11:51

Mai una America così Fascista e Razzista da quando c'è un Presidente nero. Qualcosa vorrà pur dire...

vale.1958

Sab, 07/03/2015 - 12:19

Se statisticamente il 70% dei crimini in america viene compiuto da gente di colore ,statisticamente ci sta che siano i piu' uccisi dai poliziotti!!Non capisco questo perbenismo antirazziale!!!

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Sab, 07/03/2015 - 12:23

le razze bastarde sono assassine come quella dei gringos

levy

Sab, 07/03/2015 - 13:17

La polizia americana è fuori di senno, provare a fare un giro su youtube: "police brutality"

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 07/03/2015 - 13:19

E cosa dovrebbero dire gli autoctoni, coloro che videro approdare le caravelle di Colombo 500 e + anni fa non immaginando che fu la loro fine in grazia di quella supponente civiltà che li sterminò e fu il prodromo di altre nefandezze per il genere umano: schiavitù coatta simil migranti del "Mare Nostrum" dall'Africa al Nuovo Mondo che "invecchiò" mano a mano che le genti Europee lo saccheggiavano.

Ritratto di padania

padania

Sab, 07/03/2015 - 13:27

Centinaia di migliaia di militari americani reduci dell'Irak e Afghanistan hanno problemi psichici vanno curati o rinchiusi a Guantanamo non messi sulle strade con la divisa da poliziotti.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 07/03/2015 - 14:04

Com'è che se i poliziotti picchiano un bianco è una normale operazione di polizia, ma se picchiano un nero è razzismo?

alox

Sab, 07/03/2015 - 14:13

In Italia non c'e' crimine, i ladri sono ormai i padroni di casa e se per caso la voglia di difendere la TUA proprieta' ti fa' reagire ti sbattono in galera! Avanti popolo bandiera rossa: anche il giornale si riscopre socialista!

alox

Sab, 07/03/2015 - 14:16

In RUssia invece dei manganelli hanno le rose e non sparano ma regalano cioccolatini (ricordati pero'di non nonominare il nome di Puttin invano!)

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 07/03/2015 - 14:18

Ma perchè Obama ancora non decide di farsi anche Lui una salutare passeggiata notturna?

killkoms

Sab, 07/03/2015 - 14:23

@giano,un nero negli Usa ha sempre una marcia in più perchè può contare sul fattore razzismo!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 07/03/2015 - 14:42

#levy "La polizia americana è fuori di senno". Non sarà, per caso, che è la polizia italiana ad essere castrata?

killkoms

Sab, 07/03/2015 - 15:22

@memhis,la polizia Usa ha le stesse prerogative,(per assicurare il servizio che svolge) che la nostra costituzione ha dato alla nostra magistratura!

Seawolf1

Sab, 07/03/2015 - 15:31

Oddio, no.. E' ritornato... Ci mancavano i suoi illuminati commenti...

Ritratto di chris7

chris7

Sab, 07/03/2015 - 16:19

Quel matto di obama sta riducendo l'America come l'Italia piena di ciarpame radical-chic

CONDOR53

Sab, 07/03/2015 - 16:45

come vi sbagliate in america la polizia mette in pratica la par condicia. infatti la notte spara ai bianchi il giorno spara ai neri perche?????? e una questione di (colore). ho meglio di visibilita '. fidatevi parola d'onore detta da chi di queste cose se ne intende. saluti e baci dal mio compari turiddo baciamo le mani a vossia

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Sab, 07/03/2015 - 16:56

Avessimo anche noi, in Italia, Forze dell'Ordine che, all'occorrenza, sparano e uccidono! Sicuramente vivremmo meglio tutti. E l'Italia sarebbe ben altro Paese. Ovviamente qui non c'entra niente il razzismo. Ma ai nostri mass media (che scimmiottano quelli americani) piace dare alla notizia sfumature e contorni di brutale razzismo. Se il poliziotto fosse stato negro e la vittima un bianco, non si sarebbe, certo, parlato di razzismo.

palllino.

Sab, 07/03/2015 - 16:57

Credo che possa succedere solo in Italia che un poliziottto aggredito che reagisce per legittima difesa venga condannato....in qualsiasi paese la "legge" viene tutelata...al di la della legalita' in molti posti,purtroppo,ma in qualsiasi paese.eccetto l' Italia. Di questo dobbbiamo ringraziare in particolar modo la stampa...

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 07/03/2015 - 17:02

Che caz si vuole dire con ERA DISARMATO? È stato descritto come ragazzo di 19 anni segnalato alla polizia perché intralciava il traffico. Mi risulta che un nero a quell'età è solitamente solido come una roccia, con una notevole massa muscolare e quindi capace di uccidere a forza di cazzotti. Pertanto, pur non essendo armato in modo convenzionale era comunque in grado di uccidere. E dato che negli USA i poliziotti non sono nell'impossibilità di reagire a causa di leggi restrittive e di magistrati eccessivamente schierati a tutelare i diritti dei delinquenti, come da noi, succede ciò che è conseguenza diretta di atti illeciti. Di cosa dobbiamo lamentarci?

alox

Sab, 07/03/2015 - 18:02

Fa' ridere ma non e' una barzelletta! http://www.ilgiornale.it/news/cronache/fermati-controllo-i-rom-picchiano-i-carabineri-e-se-ne-1102711.http

Razdecaz

Sab, 07/03/2015 - 22:20

Non si nasce razzista si diventa. Tanto tempo fa i neri in Africa, erano trattati come animali, e dispiaceva tanto a tutti. Oggi invece loro, vogliono essere superiori ad altre razze, se non li lasci fare quello che vogliono, oppure li rimproveri per una cosa giusta, diventi in automatico un bastardo razzista. Nella città dove abito, i neri e gli zingari fanno i porci comodi loro, e nessuno li rimprovera più, per non essere chiamato razzista.

Daitarn

Dom, 08/03/2015 - 00:07

Tranquilli ,qui c'e' la boldrini e tutta la Nomenklatura Komunista di Stato,non succedera' mai,anzi,gli ammazzati saranno i cxxxxxxi italiani,dall'ISIS padrone tra poco del paese e gli altri immigrati,VIVA VIVA VIVA L'italietta rossa

Ralfrozen

Dom, 08/03/2015 - 01:36

Magari avessimo qualche poliziotto così. Ne basterebbero uno ogni 100 abitanti per rimettere un po di ordine.

Ralfrozen

Dom, 08/03/2015 - 01:42

Il poliziotto doveva farsi spaccare la testa e poco prima di essere esanime sparare un colpo in aria, sperando che il bossolo cadendo non provocasse danni ad un delinquente.

NON RASSEGNATO

Dom, 08/03/2015 - 07:04

In America, e non solo, non si fa resistenza alla polizia e non si tollera delinquenza.Se lo fai, armato o disarmato, ti sparano e tutti lo sanno.Magari fosse così anche qui