Usa, neri in rivolta: Baltimora in fiamme come Ferguson

Baltimora come Ferguson dopo i funerali del 25enne Freddie Gray morto in cella. Scontri e feriti: dichiarato lo stato di emergenza

Baltimora come Ferguson. La città del Maryland è stata messa a ferro e fuoco. Anche qui, come per ben due volte nel giro di pochi mesi nella cittadina del Missouri, è esplosa la rabbia della comunità afroamericana contro la polizia. Quella che avrebbe portato all'uccisione dell'ennesimo ragazzo di colore, Freddie Gray, morto dopo l’arresto, con la spina dorsale spezzata.

Ieri avrebbe dovuto essere il giorno della cerimonia funebre. Ma presto le preghiere di migliaia di persone si sono trasformate in protesta. E la protesta di una parte in rivolta. E la rivolta in violenze e razzie. Auto civili e mezzi della polizia sono stati dati alle fiamme, il fuoco è stato appiccato ai negozi, le vetrine sono state spaccate, un enorme incendio è stato appiccato a un edificio in costruzione, più di un centro commerciale preso è stato preso d’assalto e, poi, saccheggiato. E un fittissimo lancio di pietre e bottiglie contro la polizia ha portato al ferimento di almeno una ventina di agenti. Uno di questi sarebbe in gravi condizioni. Insomma, scene di guerriglia urbana, con decine di arresti, e alcune zone della città al di fuori di ogni controllo.

Improvvisamente si materializza lo spettro dei moti del ’68 quando, in seguito all’assassinio a Memphis di Martin Luther King, a Baltimora si registrarono le proteste più violente, e la città per ben otto giorni fu trasformata in un vero e proprio campo di battaglia. Il presidente Barack Obama ha seguito l'evolversi dei fatti dalla Casa Bianca. Ha ricevuto nello Studio Ovale il neo ministro della Giustizia Loretta Lynch, la prima afroamericana a ricoprire questa carica. E ha chiamato il sindaco di Baltimora Stephanie Rawlings-Blake, anch’essa afroamericana. È stata lei, al calar della sera, ad annunciare il coprifuoco dalle 10 di sera alle 5 del mattino, per una settimana intera. "Riporteremo l’ordine - ha detto - ci sono criminali in azione che vogliono distruggere la nostra città". Il governatore del Maryland, Larry Hogan, ha decretato lo stato di emergenza e annunciato l’arrivo di 5mila uomini della Guardia nazionale. Una situazione quasi da legge marziale.

Per la prima volta, in serata, a commentare i fatti è stato anche Barack Obama, che ha detto che l'atteggiamento della polizia, soprattutto nei confronti degli afroamericani poveri, "sollevano domande", aggiungendo che "non tutta la poliza fa la cosa giusta", ma pure che "non possiamo pretendere che sia nuovo" quanto sta succedendo.

Commenti

Tuthankamon

Mar, 28/04/2015 - 08:49

Effetto Obama. Come volevasi dimostrare, poco cambia. Queste situazioni sono manovrate per distrarre il popolo come sempre e ovunque ...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 28/04/2015 - 08:56

Con l'arrivo del Negro filoislamico alla Casa Bianca, in America riesplodono la guerra civile e quella di religione.

NON RASSEGNATO

Mar, 28/04/2015 - 09:46

Un'ottima occasione per saccheggiare qualche negozio

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/04/2015 - 09:51

Il sindaco è un'afroamericana. Sarebbe, peraltro, interessante conoscere una versione esauriente dei fatti e dell'antefatto, atteso che la stessa ha riconosciuto che i disordini sono provocati da bande di delinquenti e, come tali, da perseguire a norma di legge. Non c'è fumo senza fuoco. Siamo così sicuri che le vittime di questa ed altre "aggressioni" della polizia siano state malmenate durante l'arresto, come al solito movimentato, unicamente a causa del loro colore della pelle?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/04/2015 - 10:12

La polizia americana ha "regole d'ingaggio" ben diverse da quelle che disciplinano il comportamento di quella europea e italiana. Costretta, quest'ultima, a subire aggressioni e pestaggi con lo spauracchio d'essere, a sua volta, incriminata da qualche zelante magistrato. La tolleranza, nei confonti della resistenza a pubblico ufficiale, è, negli USA, pari a zero.

maricap

Mar, 28/04/2015 - 10:20

Ecco cosa succede, quando la polizia non può sparare. La delinquenza si scatena, e i cittadini onesti subiscono miliardi di danni, che nessuno gli ripagherà. Una legge dovrebbe permettere, in casi del genere, ai cittadini di difendere i loro averi, nel solo modo possibile. Prevenire la loro distruzione, o il saccheggio, Sparando.

plaunad

Mar, 28/04/2015 - 10:25

Adesso qualche fanatico antirazzista DEVE spiegarmi cosa c' entrino le proteste con le distruzioni e soprattutto i saccheggi di prodotti di lusso. IPOCRITI!

Maver

Mar, 28/04/2015 - 10:38

Gli USA come esempio di società multiculturale e multietnica. Come sarà possibile d'ora innanzi dimostrare che il giudizio sulla persona è sempre relativo al suo comportamento sociale escludendo qualsiasi pregiudizio razziale? E' ovvio che non se ne uscirà sino al sorgere di una nuova società frutto del meticciato. E si prefigura il sorgere di una nuova e radiosa crociata dei pezzenti: avanti tutta, "la globalizzazione (novello dio) lo vuole".

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 28/04/2015 - 10:40

Quando i neri e gli ispanici avranno coscienza del proprio potere e sopravvanzeranno come numero di abitanti gli yankees, per gli USA si aprirä la stagione delle guerre civili.

tuttoilmondo

Mar, 28/04/2015 - 11:07

L'INTEGRAZIONE NON ESISTE - BUONISTI CRIMINALI VOGLIONO PORTARE DISORDINI PERMANENTI IN ITALIA - ALLORA, BOLDRI'? TE PIACE COSI'? - TANTO POI TE NE VAI - LA PROLE GIA' E' ITA - TUTTO E' PRONTO - TUTTI I BUONISTI POCO SCEMI HANNO CASA E FAMIGLIA ALL'ESTERO - VAI IN FRANCIA O IN GERMANIA O NEL REGNO UNITO A DIRE LE COSE CHE DICI QUI - POI VEDIAMO SE RIDI -

linoalo1

Mar, 28/04/2015 - 11:07

Come si fa a credere che i Poliziotti Americani vadano a lavorare solo con l'intento di Bastonare od uccidere i Neri?Io non ci credo!Come non credo anche che gli Automobilisti Italiani,e sottolineo ITALIANI,escano di Casa con lo scopo principale di travolgere i Pedoni,tando da venir,impropriamente,chiamati:Pirati Della Strada!Ambedue,sono solo le fantasie di chi riceve il danno!La causa di tutto,purtroppo,è la Sovrappopolazione!Siamo in troppi e non ci sopportiamo più!Quindi,anche se inconsciamente,cerchiamo di contribuire a fermare questa crescita incontrollata!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 28/04/2015 - 11:21

Qui si vedono i veri violenti.

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 28/04/2015 - 12:31

In Italia non andremo molto lontano da Baltimora e Detroit tutte e due città sono distrutte dei negretti che li sono nati. Immaginiamoci di quelli che vengono in Europa se non faranno le stesse cose. Il Sindaco di Baltimora parlando alla TV questa mattina disse : Non sò più cosa fare con questa gente che non vuole lavorare, solo distruggere. Auguri ITALIA

Requiem sharmutta

Mar, 28/04/2015 - 13:49

Questo scenario di violenza e ribellione sarà abituale anche nelle nostre città tra poco tempo, quando gli immigrati illegali faranno una rivolta perché vorranno un appartamento, un lavoro, stipendio, etc.... tutto a nostre spese e tutte cose che a casa loro non hanno mai avuto. Con una piccola differenza: la Polizia e Guardia Nazionale USA sono addestrate e "hanno le palle", mentre le ns Forze dell'Ordine hanno l'ordine di non sparare e di farsi picchiare dai dimostranti sennò .... passano dalla parte del torto e vengono incriminati. Insomma il nostro è il solito Paese di codardi. Capito signora Presidentessa del Parlamento?

maricap

Mar, 28/04/2015 - 14:01

Impariamo la lezione, e cominciamo ad armarci.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mar, 28/04/2015 - 15:54

Il morto è stato 22 volte in carcere per spaccio di droga e altre amenità, e adesso è diventato un eroe. Ricordate quell'eterno drogaditto che ha avuto la sorella a lavorare in RAI3TV? Mettete i sacchi di sabbia alla finestra e fate un corso accellerato di uso di armi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 28/04/2015 - 16:36

Negli USA non esistono casi Aldovrandi o Cucchi con relativi ricchi indennizzi. Chi rompe...paga. E i cocci sono suoi.

mila

Mar, 28/04/2015 - 17:03

@ Memphis -Intanto pero' a me non dispiace del tutto che un po' di "destabilizzazione" ci sia anche in America, e non solo negli altri posti.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 28/04/2015 - 18:22

mila@ dici bene! gli USA stanno destabilizzando il mondo per proprio tornacconto. Che la nemesi colpisca anche il loro mondo violento e senza pietà per poveri, neri, ispanici,ecc.? un saluto GZ

maricap

Mar, 28/04/2015 - 19:20

Negri e ispanici forniscono la stragrande maggioranza di disadattati, che compiono reati, Dunque nessuna meraviglia, che incappino più soventemente in guai, e li la polizia, non si fa ammazzare, piuttosto che sparare, come avviene da noi, dove il politically correct, imposto da intellettualoidi sinistron zi impone. Con tutti i nefasti effetti collaterali.

killkoms

Mar, 28/04/2015 - 19:36

@mamphis 35,sembrerebbe che sia afroamericano anche il capo della polizia locale!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 28/04/2015 - 20:14

Quest è il tipo di "società" che l'elite mondialista vuole. facile da dominare. DIVIDE ET IMPERA, in salsa criminale massonica.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 28/04/2015 - 20:18

Presto gli USA collasseranno. Una buona cosa per il mondo intero.

giseppe48

Mar, 28/04/2015 - 20:29

Questo e quello ché succederà a noi presto de nonmandiamo a casa questo governo di falliti

alberto_his

Mar, 28/04/2015 - 20:38

Bene, bene, occorre gettare benzina sul fuoco, appoggiare le primavere statunitensi. Concordo con Mila e GZ. Memphis non cogli il punto essenziale e l'opportunità offerta. Restiamo in attesa di notizie da Riyad

Mobius

Mar, 28/04/2015 - 21:51

(2° invio) Col senno di poi, è stato un grave errore, tre o quattro secoli fa, "importare" i negri in America. Ovunque vadano creano guai, tranne forse che nei Paesi sudamericani (Brasile, Colombia). Ecco, secondo me il posto adatto per loro sarebbe l'America del Sud, là si integrerebbero meglio che nei Paesi occidentali. La colpa di questa cattiva integrazione in occidente sarà in parte anche nostra ma, si sa, nessuno è perfetto.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mar, 28/04/2015 - 23:22

Mobius, lei ha bevuto troppo? I negri in Brasile sono nelle favelas, posti dove la Polizia non entra.

Mobius

Mer, 29/04/2015 - 12:14

@astemio a-tifoso (Mar. 23:22), in Brasile i negri e i bianchi costituiscono una società molto meglio integrata che negli USA. Se poi nelle favelas ci sono più neri che bianchi, questo dipende (almeno io credo) dalla loro minore attitudine al lavoro qualificato.