Usa, il progetto di un bambino potrà salvare aerei caduti

Il progetto di un bambino di otto anni potrebbe, un giorno, salvare molte vite e permettere il ritrovamento di aerei caduti in mare

Stava guardando una tramissione in tv su degli aerei dispersi, quando gli è venuta una grande idea. È la storia di Beniamin Jensen, bambino di 8 anni dello Utah. Figlio di due veterani ha sempre avuto la passione degli aerei. Il ragazzino ha progettano un piano di sicurezza e di recupero per aerei colpiti da incidenti e finiti in mare. Nel disegno si vede un aereo appoggiato sul fondale marino, dalla superficie affiorano dei palloni giganti e galleggianti che in caso di ammaraggio dovrebbero gonfiarsi e segnalare, attraverso un trasmettitore, la posizione del velivolo.

Il disegno è stata spedito al Ceo della Delta airlines, Richard Anderson. La risposta è arrivata da John E. Laughter, vice presidente senior alla sicurezza, protezione e conformità della compagnia aerea. "Potremmo installare un sistema con palloni arancioni al neon che si gonfierebbero in caso di ammaraggio". La risposta è arrivata nel giro di qualche settimana accompaganta da qualche gadget dell'azienda.

Commenti

Un idealista

Dom, 22/11/2015 - 19:08

Complimenti per quel bambino! Oltre all'intelligenza mostra uno spirito volto a dare qualcosa di buono alla società. Anche se non tutti possono o devono diventare inventori e scienziati, se fin da piccoli i bambini fossero interessati a migliorare le condizioni di vita, ne verrebbero adulti più responsabili e le condizioni di vita su questa terra migliorerebbero.

Giorgio Rubiu

Lun, 23/11/2015 - 01:20

Perché no? Come le Air Bag delle automobili, ma grandi e più robuste ed esterne. Idea geniale, se attuabile. Il fatto che essa sia scaturita dalla mente e dall'immaginazione di un bambino di 8 anni la rende ancora più sorprendente e preziosa.

swiller

Lun, 23/11/2015 - 08:48

No comment.