Usa-Russia, Trump: decisione di Obama "sproporzionata"

Il futuro portavoce di Trump alla Casa Bianca, Sean Spicer, in un'intervista alla Abc sull'espulsione di 35 diplomatici russi attacca Obama e definisce "sproporzionata" la sua risposta alla Russia

Sono atterrati stamattina a Mosca i 35 diplomatici russi partiti dall’aeroporto internazionale di Washington Dulles domenica pomeriggio, dopo essere stati dichiarati “persona non grata” negli Stati Uniti dal presidente Obama, a causa del presunto coinvolgimento del governo russo negli attacchi informatici avvenuti nel corso delle presidenziali americane.

Nei giorni scorsi, su Twitter, il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, aveva elogiato il presidente russo Vladimir Putin e la sua decisione di non rispondere alla decisione di Obama con l’espulsione parallela dello stesso numero di diplomatici americani dalla Russia. E ieri, il futuro portavoce di Donald Trump alla Casa Bianca, Sean Spicer, è tornato a commentare la vicenda delle nuove sanzioni alla Russia per le presunte ingerenze di Mosca nel processo elettorale delle scorse presidenziali. In un’intervista all’emittente televisiva Abc, Spicer ha definito “sproporzionata” la reazione di Obama. “Una delle domande” che Trump farà ai capi delle agenzie di intelligence la prossima settimana, ha detto, infatti, Spicer, sarà: “perché una reazione di tale grandezza?".

"Si vedono 35 persone espulse, due siti chiusi, la domanda è: la risposta è proporzionata alle azioni prese? Forse sì, forse no, ma ci si deve pensare", ha aggiunto Spicer, ricordando come nella storia moderna degli Stati Uniti non si sia mai verificata una risposta politica del genere. Il futuro portavoce della Casa Bianca, ha quindi attaccato Obama, accusandolo di non aver intrapreso, al contrario, alcuna azione pubblica quando nel 2015 si verificò un attacco informatico cinese in cui vennero sottratti i dati di milioni di dipendenti pubblici americani.

Trump, da parte sua, si è più volte dichiarato scettico sulle presunte interferenze del Cremlino nel processo elettorale americano. E soffermandosi alcuni minuti con i giornalisti la notte di Capodanno davanti alla sua residenza di Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, ha annunciato che “martedì o mercoledì” sarà pronto a fare rivelazioni inedite sulla vicenda. "Io so molto di hacking – ha detto Trump ai giornalisti - è una cosa molto difficile da provare”. “Quindi potrebbe essere qualcun altro, e so anche cose che altre persone non sanno, e quindi non possono essere sicuri di questa situazione", ha concluso il presidente eletto degli Stati Uniti, annunciando un suo nuovo intervento sulla vicenda nei prossimi giorni.

Commenti
Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Lun, 02/01/2017 - 14:19

FATEMI CAPIRE, IN POCHE PAROLE TUTTO QUESTO PORCAIO NASCE DAL FATTO CHE DEI PRESUNTI HACKER RUSSI HANNO SEMPLICEMENTE SMASCHERATO IL GIOCO SPORCO E SCHIFEZZE ASSORTITE CHE STAVA FACENDO LA CLINTON CONTRO I SUOI CONCORRENTI DI PARTITO ALLA PRESIDENZA DEGLI STATIUNITI E CHISSA' CHE ALTRO ? SE FOSSE VERO ALTRO CHE SANZIONI, A QUESTI HACKER DOVREBBERO PERFINO CONFERIRGLI UNA MEDAGLIA AL MERITO PER AVER RISPLARMIATO AGLI AMERICANI UNA SQUILIBRATA ISTERICA FUORI CONTROLLO ALLA GUIDA DEL PAESE.

cangurino

Lun, 02/01/2017 - 14:29

c'è la possibilità che tutto si riveli falso come la pistola / il pistola fumante di Bush sull'Iraq. In tal caso Trump non mancherà di far fare, al premio nobel della PACE, una figura da pirla universale. A quel punto potrebbe ambire al secondo nobel, quello esclusivo della pirlaggine.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 02/01/2017 - 15:38

@ VladoGiulio CONCORDO. E' SICURAMENTE UNA SOLA MA SE FOSSE VERO DOVREBBE VERGOGNARSI OBAMA DI AVERE ALLESTITO UN APPARATO DI SICUREZZA CHE VALE QUANTO I SOLDATI DEL PAPA CHE IN 10 NON CAVANO UNA RAPA. IN OGNI CASO AVERE SPUTTANATO LA CLINTON PER LE PORCATE FATTE AI DANNI DEGLI AVVERSARI DEMOCRATICI E QUINDI DEL SUO STESSO PARTITO MERITEREBBE UN RINGRAZIAMENTO ALTRO CHE SANZIONI !!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 02/01/2017 - 15:42

Donald Trump dà ancora prova di saggezza.

lambi65

Lun, 02/01/2017 - 16:40

@ VladoGiulio, concordo, altro che premio,pensa che la Clinton voleva uccidere Snowden con un drone, inoltre è su tutti i siti che l'ackeraggio è un problema interno, 19 organizzazioni USA si sono mosse per dare le emails a Snowden e wikileaks, tra cui CIA ed FBI.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 02/01/2017 - 16:58

Un'altra velina della pravda.ru per il Giornale.it. Da un organo di propaganda e disinformazione ad un altro.

tzilighelta

Lun, 02/01/2017 - 17:36

Lo credo bene che Trump non approvi la mossa di Obama, gli hackeraggi lo hanno favorito, non dico che ha vinto per quello, ma di sicuro i russi preferiscono un troll come Trump piuttosto che una come Hillary!

emigrante48

Lun, 02/01/2017 - 20:57

tziligheltaqui se c´é un troll, per non dir di peggio ci sei tu e il tuo compare pravda99!!!

tRHC

Lun, 02/01/2017 - 21:08

VladoGiulio:perfetto!!!tzilighelta.Tu pensi che Trump sia un troll???Sei graaaande piu' grande di milioni di Americani!!!

Ritratto di Opera13

Opera13

Lun, 02/01/2017 - 21:11

17 days left and counting.......

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/01/2017 - 22:51

Tempo qualche giorno e l'incapace se ne va. Portate pazienza, non è colpa sua, è dei frescaccioni che l'hanno votato.

alox

Mar, 03/01/2017 - 00:56

@VladoGiulio tutto nasce dal comportamento imperialista del nano russo; che Trump e' imprevedibile e falso e' ormai una certezza, uno che invoca al riarmo nucleare non e' tanto sano di mente e se non e' un Troll vedremo fra qualche mese chi agira' in modo sproporzionato. Se non conoscete Mad dog Mattis informatevi: non ci sono c.zzi per nessuno; is the end of the world as we we know it...I feel fine!!!!!

Ritratto di thunder

thunder

Mar, 03/01/2017 - 04:42

tzilighelta e Pravda,i due con la muffa al posto del cervello.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 03/01/2017 - 08:09

decisione degna di incompetenza politica ed il mondo dovrtebbe chiedersi come per otto anni sia stato possibile che, politicamente, un tale uomo possa aver avuto nelle mani le sorti del mondo.

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Mar, 03/01/2017 - 11:41

Alox: IL RUSSO DI SAN PIETROBURGO NON C'ENTRA NIENTE. CHE TRUMP NON SIA UN SANTO L'HANNO CAPITO ANCHE I BRUCHI DELLO ZIMBAWE MA SAREBBE QUANTOMENO CARINO DA PARTE DEI SOLITI CRITICONI DI SINISTRA, CHE CERTAMENTE NON POSSONO SCAGLIARE LA PRIMA PIETRA, UN COMMENTO SULL'INCOMPETEZZA E SUI DISASTRI SCATENATI DALLA CLINTON E DA QUELL'ALTRO BEL FENOMENO DA PREMIO NOBEL CONFERITO DEL SUO CAPO. ALLE ULTIME PRESIDENZIALI AMERICAANE LA SCELTA ERA TRA IL MENO PEGGIO DEI DUE PERCHE L'UNICO CHE POTEVA CAMBIARE LE COSE LA FATTO FUORI LA CLINTON ED ERA DEL SUO PARTITO. MA CI RIFLETTETE OGNI TANTO SUI FATTI REALI ?

alox

Mer, 04/01/2017 - 01:10

@VladoGiulio Se Putin non conta, non e' responsabile della situazione in Russia, Crimea, Ucraina, Siria oltre alle minacce a tutti i Paesi confinanti o che vorrebbero o meno aderire alla NATO...siamo completamente in disaccordo. Premetto che io non sono di sinistra, sostenevo Kasich, poi Rubio, poi Cruz...ma Trump e' peggio del peggio perche' e' ignorante, un con-artist, narcisista e pure falso...quali sono i tuoi fatti reali? Il pizzagate? E l'amministrazione dei Bushes non contano? E Bill? Dillo pure che e' il demonio Capitalista che ti rode...