Usa, salta di nuovo la riforma della sanità voluta da Trump. Mancano i numeri

Altri due senatori repubblicani hanno annunciato la loro opposizione al nuovo testo presentato dal Grand Old Party (Gop), di fatto affondandolo definitivamente. Trump insiste: "Ricominciare da zero"

Si allarga e fa rumore la fronda repubblicana ostile alla riforma sanitaria voluta da Trump. Altri due senatori del Gop, infatti, hanno fatto sapere di non voler sostenere il testo di riforma, che di fatto viene affondato. Pur disponendo della maggioranza (52 seggi su 100), i repubblicani hanno subito quattro defezioni nelle proprie file, a cui si è aggiunto il mancato voto da parte di John McCain (convalescente). I due nuovi dissidenti Gop, i senatori Make Lee dello Utah e Jerry Morgan del Kansas, si sono uniti a Susan Collins e Rand Paul, che avevano già dichiarato la propria contrarietà.

Ora che succederà? I repubblicani devono fare di tutto per mettere nero su bianco un nuovo testo in grado di raggiungere i 50 voti necessari per ottenere il via libera al Senato. Cosa non semplicissima, al punto che il leader della maggioranza, Mitch McConnell, che voleva votare questa settimana la legge che abroga l’Obamacare, ha proposto "un rinvio di due anni". Non è da escludere, ora, un testo di compromesso con i democratici, che provi a salvare l'impianto ma faccia, al contempo, alcune concessioni ai democratici. Lo suggerisce apertamente il leader della minoranza in Senato, Chuck Schumer: "Piuttosto che ripetere lo stesso fallimentare processo di parte, i repubblicani dovrebbero ricominciare da zero e lavorare con i democratici su un provvedimento che faccia scendere i premi, fornisca stabilità nel lungo periodo al mercato e migliori il sistema sanitario".

Quella di ieri è la seconda sconfitta in Senato sul "Trumpcare", dopo che a giugno la riforma era slittata sempre per mancanza di sostegno in seno al partito repubblicano. Il presidente Trump, che della cancellazione dell’Obamacare ha fatto uno dei pilastri della propria campagna elettorale, ora chiede di "ricominciare da zero" con la riforma. "I repubblicani dovrebbero solo abrogare il fallimentare Obamacare adesso - ha scritto su Twitter con una certa veemenza - e lavorare ad un nuovo piano per la Sanità ricominciando da zero, i democratici seguiranno!".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 18/07/2017 - 09:30

se non sbaglio era questo presidente che volevate in Italia è così?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 18/07/2017 - 09:31

Se proponi sxxxxxxxe, avrai sempre un NO, altra figura di m...a.

Totonno58

Mar, 18/07/2017 - 10:03

Che dispiacere!:)

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 18/07/2017 - 11:04

una parte dei repubblicani fa chiaramente gruppo con la massoneria finanziaria pseudodemocratica. i vertici del partito hanno appoggiato la Hillary, perciò nessuna sorpresa. McCain, il vecchietto rincoglionito è il capobanda (pagato dai sauditi e spero spenda tutto in medicine)

rocky999

Mar, 18/07/2017 - 11:05

Chiunque abbia letto l'Obamacare sa che nel lungo periodo, con l'aumento dei premi, il costo diventerebbe insostenibile per le casse dello stato USA. Tralasciando il fatto che è culturalmente contro la filosofia di vita americana che noi rammolliti europei non comprendiamo. Gli americani a novembre hanno votato Trump soprattutto per questo punto, abolire l'obamacare e lui sta cercando di fare di tutto per rispettare i patti, mi pare il minimo per un leader poitico, non come succede in Italia, in campagna elettorale si promette e poi chi si è visto si è visto.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 18/07/2017 - 11:21

----il fatto è -che se uno entra nei meandri della legge e si studia nel dettaglio l'obamacare nota che è una legge giusta e saggia a tutela soprattutto dei ceti più deboli---con il trumpcare rimarrebbero col sedere scoperto milioni di americani che non possono vantare redditi da vip---affossare una legge giusta solo per puntiglio e non nel merito è scandaloso---trump andrebbe inseguito con i forconi ed appeso per il parrucchino---swag ganja

nerinaneri

Mar, 18/07/2017 - 11:49

...tira un'arietta komunista pure là...

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 18/07/2017 - 12:29

Tutto il mondo è paese. Il mitico Trump, da quando è diventato Presidente, deve battersi non solo con gli oppositori e con l'insulsa stampa, ma anche con buona parte del suo partito. Tuttavia egli ha la stoffa per resistere e per abbattere gradualmente l'establishment che sta soffocando gli USA e di conseguenza tutto il mondo civile. Soprattutto saprà rimediare ai clamorosi danni inferti a tutto il mondo dagli otto anni di medioevo che ci ha regalato il grande incapace Barack Hussein Obama II.

alox

Mar, 18/07/2017 - 12:31

@rocky999 condivido, l’Italia capisce benissimo ma non condivide perche' siamo un governo socialista la “destra” Italiana e’ pari pari alla sinistra USA. Non e’ nemmeno lontanamente possible proporre un sistema che lascia alla gente scegliere se comprare un’assicurazione ed avere o meno una copertura sanitaria!

alox

Mar, 18/07/2017 - 12:35

@dr strange: quando e' difficile capire e' un complotto dei marziani...

Garombo

Mar, 18/07/2017 - 12:35

Trump ricorda Nixon per quanto fa schifo.

alox

Mar, 18/07/2017 - 12:45

Trump non ha un ideologia: il Suo lavoro e’ criticare, insulatare a destra e a sinistra ma quando e’ il momento di fare e costruire non ha la piu’ pallida idea delle difficolta’ della realta’...infatti ha detto che vuole abolire l’Obamabacere ma non lasciare nessuno senza copertura: COME IN ITALIA?

ILpiciul

Mar, 18/07/2017 - 12:51

Pii illusi, credono di aver vinto (i nemici del Presidente, non avversari ma nemici) ed invece prenderanno sassate nei dentini da latte. Il vecchio John se fosse veramente eroe, sarebbe rimasto in Indocina fino al completo rimpatrio dei suoi connazionali che, pare, alcuni siano rimasti e morti colà. Posso mettermi anch'io una targhetta sulla giacca con scritto eroe ma non per questo lo sono. Resta inteso che Donald, con calma, darà corda ai suoi avversi così si intortoleranno da soli e si chiuderanno il sacco una volta entrati spontaneamente.

Loredanasmntt

Mar, 18/07/2017 - 12:52

Bhe molti americani, come dire "veraci", della Bible belt o di altre zone più rurali, sono stati più che felici di votare Trump per liberasi di qualsiasi cosa che anche solo ricordasse il nome di Obama. Poi però si sono accorti che a Trump di loro non interessa nulla e che se non sei ricco, per la riforma del GOP, non puoi nemmeno accostarti ad un medico e stanno inondando i loro senatori di lettere di proteste. Non solo, ma tutti i gov repubblicani (tra cui il vice presidente pence) hanno sfruttato l' ACA di Obama per espandere sia il Medicaid che il Medicare, e non ci tengono proprio a dover dire ai propri elettori: " scusate, adesso dobbiamo togliervi la copertura sanitaria nell'attesa di un eventuale nuova riforma in futuro".

ILpiciul

Mar, 18/07/2017 - 12:55

Non avrei pensato di vedere Rand Paul fra i dissidenti, l'avrei voluto vedere come VP. Spero che suo padre lo disconosca e dica di non essere d'accordo colla sua scelta di tradire il Presidente eletto.

orlando.sacchelli

Mar, 18/07/2017 - 13:34

@ILpiciul/ Rand Paul considera questa riforma troppo poco di destra. Il suo no è diverso da quello degli altri senatori.

Pietro2009

Mar, 18/07/2017 - 13:51

L'Obamacare è una legge bellissima che da finalmente un po di sanità anche ai poveracci! È costosa e allora? Il Paese più ricco e potente del mondo provveda a trovare le risorse anche con le tasse ai ricchi a tutti i suoi cittadini. Trump prenda esempio dal vicino Canada-UNIVERSALITA,PUBBLICA,GLOBALITÀ,PORTABILITÀ,ACCESSESSIBILITA PER TUTTI A TUTTO. Ma Trump vuole toglierla e da ricco per i poveri americani non vuole sborsare un centro è ovvio che anche i suoi elettori chiamino i senatori del loro stato e gli dicano viva l'Obamacare...anche loro si ammalano e sono poveri. Salve

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 18/07/2017 - 13:52

---la politica interna di obama --se la si ripercorre integralmente si nota che non è stata malaccio--i dubbi sono essenzialmente di politica estera---ma visto che la politica estera di trump (sebbene la campagna elettorale) ripercorre gli stessi binari di obama addirittura esasperandoli---sono stati messi in lista di attesa già due futuri conflitti--quelli con l'iran e la corea--è facile capire che i presidenti americani -o di destra o di sinistra siano eterodiretti---è la cia che comanda in america --ed in nome del benessere prima di tutto del popolo americano--hanno messo in conto di depredare e distruggere il resto del mondo--swag

batracomiomachie

Mar, 18/07/2017 - 14:07

@alox (Mar, 18/07/2017 - 12:31) ma secondo lei che popolarita' avrebbe la sua proposta tra i cittadini italiani? soprattutto in una fase di espansione delle fasce sociali affette da precarieta' economica. La gente gia' ora spesso non va piu' dal dentista figurarsi mettere in conto l'acquisto di assicurazioni sanitarie. il vostro e' darwinismo sociale. Anzi no, manco capireste l'espressione...

Il giusto

Mar, 18/07/2017 - 14:15

Povero Trump...Non solo osteggiato dalla sinistra,ma addirittura dalla destra.Probabilmente è un "gomblotto dei poteri forti "...uno statista come lui non è possibile faccia tanti errori...o no?

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 18/07/2017 - 14:36

Miei cari amici camerati spero che finalmente ve ne siate accorti anche voi che una cosa è governare e l'altra è spararle grosse in campagna elettorale. A proposito a che punto siamo con il muro sul confine con il Messico caso mai fatemi sapere.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 18/07/2017 - 16:46

@marino.birocco, dimentichi che il muro con il Messico, l'ha iniziato il tuo amichetto Clinton ed è proseguito con il negretto Obama.

Pietro2009

Mar, 18/07/2017 - 19:19

@alox...già in un altra occasione che forse le è sfuggita, le avevo espresso le mie perplessità in merito all'idea che le persone dovrebbero essere libere di potersi assicurare per potersi curare oppure liberamente decidere di non farlo; gliela riporto aggiornata quasi integralmente. L?ARTICOLO ERA: Mantenuta anche la promessa sulla sanità: la nuova "Trumpcare" è già in Parlamento - E le dicevo più o meno: La libertà di curarsi? segue***

alox

Mar, 18/07/2017 - 23:38

@batracomiomachie guarda che il dentista e’ passato dalla Mutua;si pagano le tasse a mantenere gente che non fa’ il proprio lavoro... Il giorno che decidi di pagare di tasca Tua il dentista ricordati cha stai pagando due volte. E se non ha la sorella infermiera, lo zio dottore etc...a vogli di aspettare in coda!

Pietro2009

Mar, 18/07/2017 - 23:46

SEGUITO***Io sarei per l'obbligo! E le spiego il perchè. La prima questione è: i cittadini hanno i mezzi per potersi permettere di essere responsabili e quindi provvedere alla propria salute si o no? Questa 1° questione rimane comunque secondaria ed è indipendente dalle cause sociali o personali che la determinano. La 2° e vera questione è che questi assieme a quelli che li hanno (i mezzi) ma non sono responsabili e invece di curarsi, bevono lo Champagne, e che entrambi vanno in giro e vivono accanto a lei e me che abbiamo i mezzi e siamo responsabili e magari ci trasmettono delle malattie ad es. la tubercolosi con la tosse sul pullman. Una sanità pubblica accessibile a tutti è un bene per tutti, perchè non siamo pietre, siamo esseri viventi e i microbi non distinguono...la salute dell'altro è la mia salute. Mi scusi ancora e buonasera.

alox

Mer, 19/07/2017 - 12:37

@Pietro2009 non siamo d’accordo, la Sua opinione si affainca all’Obamacare e Trumpcare (che era lo stesso poi modificato ma e’ si’ per il Mercato e scelta delle varie polizze da differneti compagnie ma vuole garantire a tutti la copertura e quindi la DEVI COMPRARE:-)!)... condivido la compassione, l’aiuto per il prossimo etc ma alla fine con tutti i “se e perche’” ognuno e’ responsabile della Sua vita (il Suicidio e' illegale: si punisce i figli per l'atto del padre?), mi puo’ obbligare ad avere una copertura ma se non la voglio non usufruisco, anche se pago, PUNTO...un po’ come l’aborto si possono fare mille leggi, ma alla fine e’ la mamma che decide il destino del proprio figlio. Buona giornata.

Pietro2009

Mer, 19/07/2017 - 13:01

@alox si è vero ognuno è responsabile della sua vita e delle sue scelte quindi Ok alla libertà di poter scegliere l'opzione aborto o l'opzione "fine vita, eutanasia" ma se garantisco a tutti una sanità gratuita ecc modello Canada garantisco anche me, perche se l' altro può essere in salute anch'io sarò in salute...non è una questione di compassione....se l'altro è ammalato di una malattia trasmissibile è meglio che possa curarsi gratuitamente anche per il mio bene. Grazie e salve

alox

Sab, 22/07/2017 - 15:48

@pietro siamo d’accordo quindi che le scelte piu’ estreme (suicidio, aborto) sono intoccabili anche nei regimi piu’ autoritari ed invasivi e sono nelle mani di una persona...perche’ non lasciare piu’ soldi nelle tesca di una persona per sciegliere la copertura sanitaria che desidera? E come avviene da anni, per accaprrarsi i migliori impiegati, le ditte in USA offrono diversi benefits sanitari (ma che Obama IMPONE ad entrambi). Questo non vuol dire lasciare “impunito” chi non ritiene questa scelta importante per se’ e per la propria famiglia e poi cerca di usufruire del sistema...

alox

Sab, 22/07/2017 - 16:02

Alla fine il problema di fondo e' che obbligare, imporre l'acquisto di una copertura sanitaria equivale ad avere una copertura "offerta" (a suon di tasse) da un governo...e' una questione ideologica: in scelte "importanti" (come questa e nell'ex in URSS tutte) e' lo stato a prendere la decisione o l'individuo? Per me deve essere l'individuo!

alox

Sab, 22/07/2017 - 16:16

..se l'altro e' ammalato di una malattia trasmissibile, la mia volontaria copertura permette di evitare il contagio, se il personaggio malato ha ritenuto "inutile" l'acquisto di una assicurazione e finisce ad usufruire del sistema, quando guarisce e ritorna al lavoro verra' OBBLIGATORIAMENTE prelevata dalla sua paga una quantita' di denaro necessarie alle spese sostenute: esattamente come il child support!