Trump vuole cambio di passo sulle relazioni con Cina e Taiwan

Il presidente eletto mette in chiaro: la politica dell'unica Cina si può scardinare

Sembrava una gaffe diplomatica quella commessa da Donald Trump, quando due settimane fa aveva alzato la cornetta e risposto a una telefonata in arrivo dal presidente di Taiwan, Tsai Ying-wen.

Una conversazione dal sapore amaro per Pechino, giacché dal 1979 nessun presidente americano aveva parlato direttamente con la sua controparte in quella che la Cina considera tuttora una sua provincia.

Un modo per mantenere uno status quo delicato, una scelta diplomatica con cui gli Stati Uniti da anni sostengono Taiwan, ma dall'altra parte anche la politica di una "unica Cina". Le relazioni diplomatiche formalmente sono interrotte, ma Washington è dall'altra parte il miglior alleato per Tsai Ying-wen.

Se dai tempi di Jimmy Carte la politica sul tema dell'America non è mai cambiata, oggi Donald Trump avverte, in un commento a Fox News Sunday, che la protesta diplomatica dei cinesi aveva un che di fondato, e che la posizione della Casa Bianc sul tema, dopo quattro decenni, potrebbe ora cambiare.

"Capisco pienamente la policy della 'unica Cina', ma non capisco perché dovremmo essere costretti da una 'unica Cina', a meno di non stringere un accordo su altri temi, incluso il commercio", ha messo in chiaro il presidente eletto.

Dichiarazioni che confliggono con le dichiarazioni dell'amministrazione uscente, che ha confermato il suo impegno sulla storica posizione di Washington. "C'è la Nord Corea, ci sono le armi nucleare e la Cina potrebbe aiutarci a risolvere questo problema - pensa invece Trump - e di certo non lo sta facendo".

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 12/12/2016 - 11:02

Mille volte meglio, per noi e per tutti, andare d'accordo con la Russia, piuttosto che continuare a farsi invadere e dominare dalla cina, che sta pian pianino e subdolamente conquistando tutto il mondo. Nessuno parla mai dell'invasione dell'Africa Nera da parte dei cinesi, che ha ormai assunto proporzioni devastanti. Provate a chiedere a persone informate come Capuozzo e altri cosa sta succedendo da quelle parti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 12/12/2016 - 11:38

@wilegio:....concordo!Anche io conosco bene le "manovre" colonialistiche Cinesi in Africa,e su questo tema ho già commentato.Purtroppo in Italia,non se ne parla!!Ho poi commentato più volte,sui "giri contabili"(eufemismo),dell'interscambio Cina-Italia,che coinvolge i Cinesi residenti in Italia,Ditte importatrici in Italia,Ditte esportatrici Italiane,laddove anche in questo caso,nessuno ha finora messo il naso....

moichiodi

Lun, 12/12/2016 - 12:13

quale sarebbe il cambio di passo? parole a vanvera. la cina ha parecchi miliardi di bond USA. ormai si usano solo paroloni. si usa brexit, fuori dall'euro, cambio di passo. poi si scopre che nessuno cambia passo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 12/12/2016 - 12:50

moichiodi gli dia il tempo di insediarsi, almeno! Di certo meglio Trump di chi lo ha preceduto, che finora ha procurato solo disastri mondiali.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Lun, 12/12/2016 - 14:49

Altri giornali titolano: "Pechino "fortemente preoccupata""! Pechino applica la politica dei piccoli passi: un passo alla volta verso l'imperio sul mondo! La politica del Partito Democratico Usa, stile Obama e Clinton, un partito ossequioso ai dettami del padrone oscuro, ha sempre chinato la testa obbediente a tutti (x l'Italia no, guerra all'Italia via Libia). Ora il presidente in pectore americano dice basta, del NWO si deve fare a meno! Molti in Italia si stracciano le vesti per "il non cale" rivolto al padrone oscuro! Una mancanza di rispetto scandalosa, pensano! Beati voi americani che avete un presidente che sa e difende gli USA e la sua gente! Noi italiani invece abbiamo il Partito Democratico stile Monti, Letta, Renzi al potere e ne paghiamo sulla pelle le conseguenze. Ah dimenticavo il nobile Paolo Gentiloni dei conti Gentiloni, pure lui! ... Libertà o cara ... VOTO SUBITO

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Lun, 12/12/2016 - 14:53

x moichiodi in Italia li chiamano Buffi! Non c'è più la schiavitù per i debitori insolventi, anche se la stanno già rimettendo la schiavitù, in Italia! ... Libertà o Cara ... VOTO SUBITO