Vaccino contro la malaria: in Africa le prime sperimentazioni

I Paesi coinvolti nel progetto sono Ghana, Kenya e Malawi. La zona sub-sahariana è infatti la più colpita al mondo

Dottori del Kenya Medical Research Institute lavorano sulla malaria

Tre paesi africani sono stati scelti per testare il primo vaccino al mondo contro la malaria. Si chiama "RTS,S" e, come annunciato dall'Organizzazione mondiale della sanità, Ghana, Kenya e Malawi inizieranno la sperimentazione a partire dal 2018.

"Il vaccino, che ha efficacia parziale, potrebbe salvare decine di migliaia di vite", ha spiegato il direttore regionale dell'Oms per l'Africa, il dottor Matshidiso Moeti. Se i Paesi saranno in grado di fornire la giusta quantità di vaccini si potrà finalmente prevenire la malaria, malattia che infetta oltre 200 milioni di persone ogni anno uccidendone circa mezzo milione, la maggior parte bambini africani. L'Africa sub-sahariana è infatti la zona più colpita dalla questa malattia, che si contrae dalle zanzare, con circa il 90 per cento dei casi a livello mondiale nel 2015.

Il vaccino, frutto di anni di lavoro e di milioni di dollari, sarà testato sui bambini dai cinque ai 17 mesi per verificare la protezione è efficace con il passare del tempo. La speranza è quella di debellare la malaria entro il 2040.

Commenti

blackindustry

Lun, 24/04/2017 - 20:37

Ma dai, con un secolo di ritardo rispetto al resto del mondo...ottimo lavoro... Nel frattempo continuiamo ad importare i malati, ci mancherebbe che non ci facciamo carico a spese nostre...