Varata la prima portaerei interamente costruita in Cina

La seconda portaerei cinese entrerà ufficialmente in servizio prima del 2020

Una nuova portaerei, basato sui disegni della classe Kuznetsov sovietica, ma interamente prodotta in Cina. I media statali hanno lanciato mercoledì la notizia del varo della nave da 50.000 tonnellate, uscita da un cantiere navale nel porto settentronale di Dalian.

La portaerei inizierà ora una serie di test in mare, per entrare in servizio definitivamente già prima del 2020. Segue la sorella Liaoning, acquistata dai cinesi dall'Ucraina e rimessa in mare nel 2012, dopo lunghe operazioni di ammodernamento.

Il varo della seconda portaerei cinese è avvenuto alla presenza delle alte cariche del Paese. A Dalian c'era il generale Fan Changlong, secondo nella Commissione militare centrale solo al presidente Xi, che dopo essere arrivato al potere nel 2012 ha puntato molto sulla modernizzazione dell'esercito.

La Type-001/Shandong è la seconda - di un gruppo di sei -, di cui la terza è già in costruzione ai cantieri navali di Jiangnan, non lontano da Shangai.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 26/04/2017 - 10:12

Qualunque progresso di qualunque potenza indipendente dal Grande Satana va salutato con gioia. Nessuno stato è oggi più minaccioso e pericoloso del Piccolo Satana e del suo gendarme mondiale.

gian paolo cardelli

Mer, 26/04/2017 - 10:18

Ecco: questa è una "portaerei" che, in un contesto di guerra informatizzata, farà meglio a non uscire dal porto, come la 25 de Mayo argentina ai tempi delle Falkland...

Keplero17

Mer, 26/04/2017 - 10:41

Le portaerei non escono mai da sole, ma si avvalgono di navi di scorta antisom. In ogni caso attualmente il siluramento delle moderne navida guerra di superficie è quasi impossibile per via degli elicotteri di copertura ognitempo. Viene preferito il lancio di missili antinave anche da sottomarini. I siluri attuali sono concepiti quasi esclusivamente per l'attacco ad altri sottomarini come nel caso del Kiev. I russi utilizzano per l'attacco alle portaerei americane missili antinave a lunghissima gittata che volano a pelo d'acqua a salve di 20 alla volta che comunicano tra di loro e nell'ultimo tratto di corsa eseguono manovre evasive con continui cambi di direzione. Le salve si susseguono interrottamente da incrociatori e sottomarini d'attacco. L'unico modo per evitarli è un attacco aereo preventivo.

TSUBAME1

Mer, 26/04/2017 - 14:20

Grande idea copiare un progetto di 30 anni fa. Appena meglio della nostra Garibaldi, più portaeromobili che portaerei. Se non sono in grado di copiare anche f-35 (e lo dubito) dovranno adattarsi ad usare uno STOVL dello stesso periodo della portaerei.

Ritratto di Casvalfury

Casvalfury

Mer, 26/04/2017 - 21:50

@TSUBAME1 La base da cui sono partiti è un progetto di 30 anni fà, ma nella sua odierna iterazione è stata ammodernata. Ne la nuova Type001A, ne altre portaerei simili per concezione come la indiana Vikrant utilizzano aerei STOVL. Tra uno STOBAR e una STOVL io sceglierei la STOBAR cmq. Le STOVL sono nate a causa dell'esigenza di portare aerei ad ala fissa su navi troppo piccole per permettersi un ponte angolato come la Garibaldi e la Cavour. Il futuro caccia navale di quinta generazione cinese sarà : 1. Una variante navale del caccia pesante di 5°gen J-20 (già in servizio) Oppure 2. Una variante navale del caccia medio di 5° gen J-31 (ancora in fase di sviluppo)