Il vedovo di Jo Cox lascia le Ong intitolate alla moglie

Disgusto a Londra per la notizia che il marito della deputata laburista Jo Cox ha deciso di lasciare le due organizzazioni di beneficenza intitolate alla moglie

Accusato di molestie sessuali contro le colleghe, ora il marito della deputata laburista Jo Cox - uccisa a giugno del 2016 - ha deciso di lasciare le due organizzazioni di beneficenza intitolate alla moglie.

Così Brendan Cox, 39 anni, padre di due bambini, si è assunto la piena responsabilità dei suoi atti dopo le rivelazioni riportate dal Mail on Sunday. L'uomo ha ammesso che la sua condotta verso alcune donne durante il suo impegno in Save The Children ha causato diversi problemi. La ong britannica è insieme a Oxfam al centro dello scandalo abusi sessuali. Secondi diversi media inglesi, Brendan ha così tradito oltre ogni limite accettabile la memoria della moglie che prima di essere eletta ai Comuni aveva trascorso la vita dal 2001 proprio ad Oxfam.

L'omicidio di Jo Cox

Il 16 giugno 2016 Coxvenne raggiunta da colpi d'arma da fuoco e diverse coltellate a Birstall dove si apprestava a tenere un comizio anti-Brexit. IL killer, Thomas Mair, legato ad organizzazioni di estrema destra, è stato condannato all'ergastolo.

Commenti

DRAGONI

Dom, 18/02/2018 - 12:49

E' LA MORALITA' CHE ACCOMUNA I FIGLI DI MARX!!

MOSTARDELLIS

Dom, 18/02/2018 - 14:11

Le ONG, Onlus, e associazioni di volontariato di vario genere sarebbero tutte da chiudere. Sono associazioni a delinquere, con l'unico scopo di portare immigrati in Europa a spese degli europei.

Una-mattina-mi-...

Dom, 18/02/2018 - 16:11

IN GALERA!

tosco1

Dom, 18/02/2018 - 17:18

Anche per me e' tutta gentaglia da galera. Ma gia' si capiva dai comportamenti assolutamente di supponenza sopraffattiva nei confronti dei diritti degli altri. Perche' nessuna Ong, come si e' visto, si pone il problema che, oltre ai loro "protetti",o vittime designate , ci sono anche gli altri.Come qualcuno ha gia' detto, e' proprio un atteggiamento tipicamente comunista oppure,di una religione diversamente democratica.Stessa cosa.

Massimo Bocci

Dom, 18/02/2018 - 19:25

L’unica cosa positiva in questo scoperchiamento dei Letamai ONG è chela gente, apre gli occhi e comincia a vedere veramente chi sono questi manigoldi (e i politicanti e cleri di infami che li proteggono e ci lucrano da sempre) finalmente rivelare la verità di cosa fanno e hanno da sempre (queste associazioni adelinquere di ladri e perversione Forteto) associazioni adelinquere per rubare e malversare denaro pubblico,denaro che utilizzano e rubano per i loro agi, mentre la povera gente sempre più povera ha come unica risorsa i cassonetti della monnezza!!!