Grecia, la Vodafone vende schede ​ai profughi appena sbarcati

A scriverlo su Twitter è la portavoce Unhcr Carlotta Sami, con una foto che non ha bisogno di molti commenti

"I rifugiati muovono l'economia: Vodafone al porto vende le schede a chi è appena sbarcato". A denunciarlo sul suo profilo Twitter è Carlotta Sami, portavoce per il Sud Europa dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr).

Il tweet è accompagnato da una foto che mostra le promoter Vodafone intente a parlare con i profughi, appena approdati a Lesbo, in Grecia. Un'isola che sta provando a contenere un’ondata migratoria senza precedenti che, dall'inizio del 2015, ha progressivamente assunto una dimensione ingestibile.

La Sami spiega che le rappresentanti della compagnia telefonica immortalate nello scatto sono intente ad accaparrarsi nuovi clienti proprio tra i profughi.

Sulla scena immortalata, che sta suscitando non poche polemiche sui social network, e non solo, interviene l'azienda: "Ci spiace che le intenzioni di Vodafone Grecia siano state male interpretate".

Vodafone tiene a precisare"di non aver mai avuto intenzione di approfittare della situazione di emergenza dei rifugiati, bensì di rispondere alla loro necessità di comunicare con le famiglie appena sbarcate a terra. In Grecia la cosiddetta "Street Distribution" è una iniziativa comune a tutti gli operatori telefonici nel periodo estivo, per offrire pacchetti economici per le chiamate internazionali".

Commenti

Raoul Pontalti

Mar, 21/07/2015 - 21:14

Gli affari sono affari...

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 22/07/2015 - 08:53

Se invece fossero state le coop allora andava tutto bene...

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 22/07/2015 - 10:38

Vodafone può affermare, a ragione, "i clandestini sono una risorsa". Sekhmet.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 22/07/2015 - 10:43

Piccolo appunto al titolista ed all'articolista: come potete affermare che si tratta di profughi? È già stata accertato il loro diritto all'ambita qualifica? Prima di ciò, sono semplicemente clandestini in attesa di accertamenti. Accettate passivamente la censura dei termini italiani? Avete paura di sanzioni da parte dell'Ordine, che prende ordini e direttive dai cialtroni al governo dell'Italia? Sekhmet.

buri

Mer, 22/07/2015 - 12:00

va bene la libertà d'impresa ma i venditori di Vodafone andrebbero allontanati dei luoghi di sbarco, noi spendiamo un mucchio di soldi per quella gente e loro fanno affari

killkoms

Mer, 22/07/2015 - 15:01

è tutto un businnes!si narra che quando gli albanesi sbarcarono in puglia nel 1991,ad aspettarli,tra gli altri.c'erano pure i caporali in cerca di economiche braccia!

opinione-critica

Mer, 22/07/2015 - 16:17

Vodafone è sul mercato e vende, l'Italia è allo sbando e regala le schede telefoniche ai clandestini, oltre a tutto il resto.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 22/07/2015 - 17:21

Clandestini,sino a prova contraria,clandestini perchè sprovvisti di passaporto con visto.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 22/07/2015 - 22:44

Guardate che l'Isola di Lesbo non è in Italia. Citrulli leggete l'articolo. Lesbo è in Grecia!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 22/07/2015 - 22:46

No bingo bongo: clandestino sarai tu sul pianeta. Quelli sono solo dei migranti senza documenti. Clandestino è altra cosa. Procurati un vocabolario della lingua italiana. Sempre che tu sia capace di consultarlo!