Volo Malaysia Airlines, per l'inchiesta olandese fu abbattuto da un missile russo

Presentate oggi in Olanda le prime conclusioni dell'inchiesta relativa all'abbattimento del volo di linea MH17 della Malaysia nel sud-est dell'Ucraina. Le proteste di Mosca: "inchiesta faziosa e politicamente motivata"

In una conferenza stampa che si è svolta mercoledì a Nieuwegein, in Olanda, sono stati resi pubblici i primi risultati dell’inchiesta del Joint Investigative Team (JIT) sull’abbattimento del volo di linea MH17 della Malaysia Airlines, precipitato nel sud-est dell’Ucraina il 17 luglio del 2014.

A colpire l’aereo, secondo gli investigatori del JIT, un gruppo di investigazione congiunto composto dai rappresentanti di Olanda, Australia, Malesia e Belgio, ovvero gli Stati coinvolti nella tragedia, sarebbe stato un missile lanciato con il sistema antiaereo Buk, un sistema in dotazione sia alle forze armate russe sia a quelle ucraine, nei pressi del villaggio di Pervomaisk, all’epoca sotto controllo dei ribelli filorussi. "Abbiamo concluso che il volo MH17 è stato abbattuto da un sistema missilistico Buk proveniente dal territorio della Federazione russa e, dopo che è stato lanciato, la batteria è stata riportata indietro in Russia" ha dichiarato uno dei responsabili dell’inchiesta, il procuratore Wilbert Paulissen. Sono cento, inoltre, le persone sospettate dal JIT di essere potenzialmente coinvolte nell’abbattimento del Boeing 777 della Malaysia Airlines.

Le reazioni russa e ucraina

“Un’inchiesta faziosa e politicamente motivata”. Questo il commento a caldo della portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, riguardo le conclusioni dell’inchiesta. "Indicare arbitrariamente colpevoli e inventare risultati desiderati è diventata la norma per i nostri colleghi occidentali", ha proseguito la portavoce del ministero degli Esteri russo. Mosca lamenta di essere stata esclusa dall’inchiesta e che i membri del Comitato investigativo non abbiano mai preso in considerazione le prove fornite dalla Russia, come le informazioni raccolte dai radar. L’Ucraina, coinvolta invece nell'inchiesta, secondo Mosca, avrebbe avuto così la possibilità di “inventare le prove e volgere la situazione a proprio vantaggio”. “La Russia è di fatto l’unico Paese che ha fornito informazioni autentiche e dati utili all’inchiesta”, ha affermato la Zakharova. Per Kiev, invece, le conclusioni del JIT mostrano il "diretto coinvolgimento" della Russia nella tragedia del volo della Malaysia. Il ministero degli Esteri ucraino ha definito il rapporto "una importante pietra miliare" per far luce sulla vicenda. Le prime conclusioni dell’indagine, inoltre, secondo la parte ucraina "mettono fine a tutti i tentativi russi di screditare le attività della Commissione investigativa congiunta e le sue conclusioni, diffondendo informazioni distorte e fabbricate".

Nello schianto del volo di linea MH17, abbattuto nei cieli del Donbass, mentre era in volo da Amsterdam a Kuala Lumpur, sono morte tutte le 298 persone a bordo. Tra loro c’erano anche i 15 membri dell’equipaggio e 80 bambini.

Commenti
Ritratto di armandoesse

armandoesse

Mer, 28/09/2016 - 23:38

Ma chi lo avrebbe detto , tutto e tutti pronti a sputtanare la Russia di Puttin

BiBi39

Mer, 28/09/2016 - 23:55

E il "perche' " e' stato accertato?

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 29/09/2016 - 00:20

Ho come l'impressione che Putin stia prendendo, a livello mondiale, il posto che fu di Licio Gelli e di Berlusconi in Italia. Ricordate quando ogni evento negativo era colpa loro?

swiller

Gio, 29/09/2016 - 00:38

Non era nemmeno da fare l'inchiesta era palese che questi sarebbero stati i risultati

roberto zanella

Gio, 29/09/2016 - 02:05

che strano , il sistema buk era in mano pure all'Ucraina ....leggo pero sul sito Asia Times...che ora qualcuno della Commissione vuole vedere i tracciati radar che la Russia ha da tempo detto di essere disponibile dare , e si perchè si incolpa la Russia , ma non la si è messa nella commissione di indagine . Una manica di arroganti servitori della NATO questi signori della JIT . Nella Commissione di inchiesta c'è da subito l'Ucraina un modo per dire da subito che lei non c'entra ....io mi convinco sempre di più che ad abbattere il Malesia sia stata l'Ucraina ben coadiuvata dai satelliti USA di cui uno presente nell'area nel momento dell'attacco al Malaisia Airline. In piena notte l'Azienda russa di armamenti Almaz - Antey , fornisce alla RIA Novosti la notizia che il missile buk è stato sparato dalla località di Zaroshchenske - Ucraina .

Keplero17

Gio, 29/09/2016 - 05:28

Come si può evidenziare dalle bandiere esposte dietro i convitati, si tratta di una conclusione di paesi aderenti alla nato più l'Ucraina, quindi ovviamente di parte. Non può quindi avere un valore effettivo. La nato si è spesso servita di documentazioni create ad arte come nel caso della guerra all'Iraq partita unicamente grazie a prove falsificate sulla presenza di armi chimiche.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 29/09/2016 - 05:47

"""Dal 17 luglio del 2014, ad oggi, 29 Settembre 2016""". Questa data deve essere ad esempio per la magistratura ITALIANA, giudici o lecchini che siano!!! Gli Olandesi, hanno dimostrato, che un processo colossale che sia, non deve durare 20 anni o più per essere risolto??? E non deve essere fatto a Messina, quando il fatto reale è successo a Milano??? È tutta questione di saper pianificare il lavoro con gente competente!!! Questo è quello che manca in Italia,"""PERCHÈ TRA LE ALTE CARICHE DELLA GIUSTIZIA, C`È TROPPO FAVORITISMO ,(i parassiti, quelli che scaldano le sedie, sono giustamente questi amici degli amici, gli intriganti, coloro che intralciano il lavoro)"""!!!

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Gio, 29/09/2016 - 08:35

Tutto come AMPIAMENTE anticipato mesi e mesi fá... Le foto del BUK sul camion rubato... Il ritorno in Russia... Le telefonate del team RUSSO che ha lanciato il missile che in pieno panico per quello che hanno fatto, chiedono una via d'uscita dall'Ucraina! Tutto giá scritto mesi fá... Solo chi non voleva vedere, non ha visto. I soliti ciechi a "convenienza" ovviamente.

Massimo25

Gio, 29/09/2016 - 10:05

I dementi ogni tanto ritornano.I giornali e le TV di stato sotto ordine hanno dimenticato di dire un particolare che altre TV tipo Al Jazera e alcune tedesche che questa é solo una prima considerazione della parte olandese e che le indagini proseguiranno fino al'inizio 2018 e che ora ci saranno i testimoni e anche che saranno analizzate le prove russe dei satelliti.....

alox

Gio, 29/09/2016 - 14:26

La scoperta dell'acqua calda...e' evidente dalla politica interna, espansionistica nell'Est Europeo, cieco supporto al regime di Assad che Putin e' disposto a tutto pur di mantenersi al potere ed evitare che la Russia si disintegri in mille pezzi!

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Gio, 29/09/2016 - 16:40

Certi "troll interni" algiornale non mancano mai di guadagnarsi lo stipendio, facendo finta di non vedere che recentemente il Cremlino ha persino totalmente cambiato "tracciati radar" (talmente fake, che ancora oggi gli operatori stanno ancora ridendo!) mostrati 21 luglio, 2014 CON ALTRI COMPLETAMENTE DIVERSI! I russi, SMENTISCONO SE STESSI! Consiglio vagonate di MAALOX per tutti i vari "troll interni" del giornale!