Yemen, l'Onu annuncia una tregua di 72 ore

Il cessate il fuoco inizierà alla mezzanotte di domani. Inviato speciale Nazioni Unite: "La tregua potrebbe essere prolungata"

Inizierà alla mezzanotte di domani in Yemen un cessate il fuoco di 72 ore. Lo ha annunciato Ismail Ould Cheikh Ahmed, inviato speciale Onu nel Paese, specificando che la tregua - se dovesse reggere - potrebbe essere rinnovata. La notizia è arrivata a poca distanza dall'appello lanciato dalla comunità internazionale sulla drammatica situazione umanitaria.

“Il presidente yemenita ha accettato il cessate il fuoco di 72 ore”, ha dichiarato su Twitter Abdulmalek al-Mekhlafi, ministro degli Esteri del governo che ha l’appoggio della coalizione araba a guida saudita. Anche le milizie sciite Houthi, attraverso il loro portavoce Muhammad Abdulsalam, si sono dette favorevoli, sottolineando che il cessate il fuoco è quello che “chiedono gli yemeniti”.

“La tregua – ha auspicato l’inviato speciale Onu in Yemen - scongiurerà ulteriori bagni di sangue per la popolazione civile”, con la speranza che ci siano “condizioni migliori per la consegna di aiuti umanitari”.

Dall’inizio del conflitto si contano più di diecimila morti e quasi tre milioni di sfollati. Nei giorni scorsi un bombardamento aereo della coalizione guidata dall’Arabia Saudita ha colpito una cerimonia funebre nella capitale Sanaa, causando la morte di oltre 140 persone. Per Riad si è trattato di un errore dovuto a “informazioni di intelligence non corrette”.