Un Mondomare di spettacoli per promuovere il turismo

Anche Sanremo, Lavagna e Lerici in vetrina nei week end di giugno

Il mare è la chiave unificante di Mondomare festival, alla sua seconda edizione, quest'anno più corposa ed in crescita in vista di un futuro ancora migliore. Un mare speciale quello della Liguria che non divide, ma favorisce il confronto e il dialogo tra vari paesi e culture.
I primi quattro fine settimana di giugno oltre cento eventi coinvolgeranno l'intero territorio ligure.
La nostra regione sarà laboratorio e sede di riferimento per riflessioni culturali che vedranno protagonisti artisti provenienti da tutto il mondo con i loro spettacoli, concerti, mostre per scoprire ed esplorare il mare in maniera diversa e interessante. Sarà consequenziale il grande richiamo turistico, rappresentato da un turismo di alto livello, attivo e vissuto,come afferma l'assessore al Turismo della Regione Liguria Margherita Bozzano.
L'iniziativa della Regione Liguria in collaborazione con le province di Genova, La Spezia, Savona e con il sostegno di Fondazione Carige e Compagnia S.Paolo,vedrà partecipi anche i più giovani,che guarderanno il mare «con quella faccia un po' così», prendendo parte a laboratori organizzati dalla Città dei bambini e dall'Acquario di Genova, come quello della sfilata con le maschere di Jacovitti che sarà attuato in tutti e quattro i week end. Il successo della prima edizione del festival ha ampliato la partecipazione dei Comuni liguri che quest'anno saranno oltre a Sanremo e Lerici,già presenti lo scorso anno,anche Lavagna e Savona.
Il Bellissimo e suggestivo Forte Priamar aprirà le sue porte in anticipo per la sua stagione estiva con lo spettacolo di Giorgio Gallione, con Giorgio Scaramuzzino, «Il mondo alla fine del mondo» di Sepulveda, e Savona, oltre alle altre manifestazioni in programma, avrà il piacere di avere sulla sua spiaggia un incontro in riva al mare con lo scrittore Andrea de Carlo. Lavagna, che, come commenta il suo assessore alla Cultura Mauro Caveri, è separata dal mare dalla linea ferrata, farà entrare il suo mare nelle piazze con le onde portate dalla passione della poesia di Alda Merini che sarà ospite speciale del terzo week end.
Ma il programma di questa seconda edizione è davvero bello e ricco, come afferma Giorgio Gallione, promotore e anima dell'intero festival,ed i nomi presenti nella manifestazione sono davvero di grande richiamo se si pensa a Luis Sepulveda, che sarà tre giorni a Sanremo, a Dario Fo, presente l'ultima settimana a Lerici con «Il mar nostro non è più nostro», a Jean-Claude Izzo, scrittore marsigliese scomparso nel 2000, e celebrato sempre a Lerici da Antonio Dipollina,Gian Maria Testa e David Riondino e dai musicisti Paolo Fresu e Arild Andersen.
I giornalisti Maltese, Travaglio e Rampini avranno invece il compito di fornirci approfondimenti culturali legati al mare.
Insomma non c'è dubbio che questo giugno, periodo in cui ancora non è piena estate, attiverà anzitempo il turismo, cosa che funziona benissimo quando legata ad eventi culturali. Un turismo già in crescita lo scorso anno con un incremento del 7% per l'afflusso degli stranieri, come ha fatto rilevare il presidente della Regione Claudio Burlando. Mondomare festival si può quindi definire un'offerta turistica che riesce a mettere insieme il tradizionale con la novità valorizzata da eventi che il «mare nostrum» offre e che sono senz'altro un valore aggiunto alla sua bellezza.